Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

IL RINASCIMENTO

La stagione delle scoperte
by

Federico Locatelli

on 7 November 2014

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of IL RINASCIMENTO

IL RINASCIMENTO
Il periodo storico
Suddivisione in tre parti
Il quadro storico
Grandi stravolgimenti geo-politici:
formazione monarchie nazionali
coese e forti (Francia, Inghilterra,
Spagna, Portogallo)
scisma d'Occidente (Papato)
affermazioni di stati regionali,
Signorie e Principati, in continua lotta
tra loro (Italia, Impero Germanico)
crollo dell'Impero Romano d'Oriente,
imposizione della potenza ottomana
eredità imperiale sulla Russia,
Mosca "la Terza Roma"
Il Gotico internazionale
Derivato dalla somma di più esperienze artistiche di più paesi

Diffuso negli ambienti raffinati (corti), Gotico "cortese"

Rappresenta la prima forma d'arte medievale laica

Detto Gotico "flamboyant" in architettura


Le espressioni del Gotico internazionale
PITTURA
U
manesimo
Sec XIV ca
Rinascimento classico
Sec XV ca
Manierismo
Sec XVI ca
Affermazione della
dignità dell'uomo
Riscoperta degli antichi
con richiami medievali
Centralità dell'uomo
e dei suoi valori
Grandissima imposizione
dei gusti classici
Ispirazione totale nei tre "grandi maestri"
(LEONARDO, MICHELANGELO e RAFFAELLO)
fine XIV sec-metà XV sec
estremizzazione uso linea di contorno, il colore perde ogni rapporto con i soggetti rappresentati
Artista sconosciuto, Dittico di Wilton, ca 1395-1399.
Tempera su tavola, 53x37 cm, Londra, National Gallery
MINIATURA
professione non più riservata ai monaci ma aperta anche ai laici;
sperimentazione di nuovi temi, non solo biblici
Fratelli Limbourg, Tavole miniate dalle Très Riches Heures du Duc de Berry, 1412-1415.
Miniatura su pergamena, 29x21 cm, Chantilly, Musée Condé
SCULTURA
sviluppo di posture sinuose che danno rilievo allo slancio delle figure, gioco di panneggi e rifinitura dei particolari
Claus Sluter, Pozzo di Mosè, 1396-1405.
Pietra di Asnières, tracce di policromia,
Digione, Certosa di Chapmol
ARCHITETTURA
Gotico flamboyant,
enfatizzazione dello slancio delle volte e degli archi rampanti, perdita della reale funzione costruttiva
Riom, Saint-Chapelle, ca 1395-1403
Cattedrale di Rouen,
Facciata Ovest
Gentile da Fabriano
Fabriano ca 1370 - Roma 1427
Formazione artistica in Lombardia, contatto con il Gotico internazionale
Grande fama dovuta alle sue capacità pittoriche, soggiorno nelle più importanti corti d'Italia (Milano, Venezia, Firenze, Siena, Roma, ecc.)
Gentile da Fabriano, Adorazione dei Magi, 1423.
Tempera e oro su tavola, 173x228 cm, Firenze, Galleria degli Uffizi
Pisanello
Pisa ca 1395 - Napoli 1455
Prima formazione artistica in Veneto, influenza del Gotico internazionale in campo pittorico
Allievo di Gentile da Fabriano, diviene il suo degno successore e frequenta diverse corti italiane (Verona, Mantova, Ferrara, Roma, Napoli)
Pisanello, San Giorgio e la principessa, 1433-1438.
Affresco strappato e ricollocato, 223x620cm, Verona, Chiesa di Santa Anastasia
Il Duomo di Milano
Struttura unica nel suo genere per il grande lasso di tempo necessario alla sua costruzione (1386-1858) sia per la varità di artisti che parteciparono alla sua costruzione (italiani, francesi, tedeschi); ne risulta una struttura eclettica che unisce la tradizione gotica nordeuropea e quella italiana
Pianta del Duomo di Milano
Veduta della facciata
Veduta dell'abside
Veduta delle terrazze
A cura di Federico Locatelli, 4°C
Brunelleschi
Firenze 1377-1446
Prima formazione di stampo umanistico,
interesse per le scienze esatte (matematica)
Inizio come orafo, intera carriera
successiva dedicata all'architettura
influenzata dalla profonda conoscenza
e ammirazione degli antichi

Portatore di un linguaggio architettonico innovativo improntato alla sperimentazione, sempre bilanciato e relativamente semplice che riprende elementi classici quali le colonne e gli archi a tutto sesto, inventore dell'arco inquadrato o sovrapposto all'ordine
La cupola di Santa Maria del Fiore
"La grande macchina"
Progettata dal Brunelleschi, vincendo con il suo progetto il concorso bandito dall'Arte della Lana, al fine di relizzare la copertura all'ampio spazio vuoto soprastante il coro di circa 54 m
Il progetto prevede una cupola autoportante, capace di sostenersi durante la costruzione
tamburo ottagonale
due calotte distinte
intercapedine
costoloni
costole intermedie
oculo
La copertura in mattoni viene realizzata
grazie all'utilizzo di due tecniche:
1) muratura a spinapesce


2) cupola di rotazione, i mattoni sono inclinati verso il proprio centro di curvatura, su superfici coniche
Al vertice dell cupola sta una lanterna cuspidata con otto contrafforti a volute
la cupola appare fin sproporzionata rispetto all'intera struttura
Nonostante le critiche il progetto di Brunelleschi vinse la concorrenza di molti altri
Michelozzo di Bartolomeo
Firenze 1396-1472
Formazione culturale alquanto modesta, forma una compagnia di artisti con Donatello e Ghiberti e frequenta la corte dei Medici
La sua figura di architetto resta molto legata alla figura del Brunelleschi
Palazzo Medici
differenziazione dei bugnati e diminuzione dell'altezza dei piani
loggia architravata
finestre a bifora
portico ad archi e colonne
Il concorso del 1401 per la porta del Battistero di Firenze
I mercanti fiorentini bandiscono un concorso per stabilire chi progetterà la porta Nord del Battistero
I due ultimi contendenti sono Brunelleschi e Ghiberti e il vincitore, il secondo, prevale nella "sfida" tra le due formelle rappresentanti il Sacrificio di Isacco
formella di Ghiberti
formella di Brunelleschi
Ghiberti
Firenze 1378-1455
Formazione presso la bottega orafa del padre, attivo principalmente nella città natale
Fonda una propria bottega che diverrà un punto di riferimento artistico e culturale fiorentino in cui si formeranno personalità quali Donatello e Uccello
Porta Nord Battistero di Firenze
28 formelle con cornice quadriloba mistilinea
decorazioni floreali
Jacopo della Quercia
Quercegrossa 1371/74-Siena 1438
Formazione tardo-gotica, sconfitto nel concorso del 1401, entra in contatto con l'ambiente fiorentino
Vita sregolata con numerose denunce e condanne a causa del suo animo estroso e inquieto
Lavora in molte città dell'Italia centrale (Lucca, Firenze, Siena)
Monumento funerario di Ilaria del Carretto
transizione tra gusto gotico e gusto rinascimentale
Donatello
Firenze 1386-1466
Origini molto modeste, è apprendista presso il Ghiberti, amico di Brunelleschi e grande ammiratore dell'arte classica
Si esprime principalmente a Firenze ma viaggia anche in Toscana e a Padova, sulle orme di Giotto
La scultura di Donatello raggiunge risultati incredibili: si riallaccia alla tradizione classica e la supera conferendo ai personaggi un'umanità rimasta unica per molto tempo dopo di lui
Egli inoltre sperimenta tutte le possibili tecniche (tuttotondo, bassorilievo, altorilievo) e tutti i possibili materiali (marmo, bronzo, terracotta, legno)
San Giorgio
Tracce gotiche nel panneggio
Postura e stabilità donatelliane
Espressività del viso dovuta al superamento dei lineamenti convenzionali gotici
Nel basamento un bassorilievo in prospettiva
Lo stiacciato degli sfondi crea effetti chiaroscurali
Il banchetto di Erode
Estrema cura nell'uso della prospettiva e nella composizione dei personaggi

Avvenimenti precedenti

Avvenimenti successivi
Alla lontananza nello spazio corrisponde la lontananza nel tempo e viceversa
David
Incertezza sul vero soggetto raffigurato
(David/Hermes)
Opera che comunica serenità
La figura è ben bilanciata col peso che grava sulla gamba destra
La luce scivola sulla figura di David/Hermes e cade sulla testa di Golia/Argo
Grande realismo e naturalità
Full transcript