Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Smart Cities_lezione 15maggio13

Nuova Versione della Presentazione
by

Antonio Opromolla

on 4 December 2013

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Smart Cities_lezione 15maggio13

Smart City
Lo spostamento drammatico della popolazione mondiale all'interno delle aree urbane sta spingendo i cittadini, le aziende ed i governi a lavorare sul concetto delle SMART CITIES.
Nuove dimensioni
Cosa significa essere smart ?
(cc) image by jantik on Flickr
(cc) image by jantik on Flickr
(cc) image by jantik on Flickr
The 19th century was century of empires, 20th century was a century of nation states and the 21st century will be a century of cities.
Europa
Due bandi per un totale di un miliardo di euro: questo l’impegno del Governo italiano a favore delle “Smart cities”. Ad annunciarlo è stato il ministro dell’Istruzione e della Ricerca, Francesco Profumo, nel corso del convegno “Le Smart cities” organizzato dall’Anci, che ha avuto luogo a Torino il 24 febbraio. Il fondo servirà a mettere in rete i progetti per le città intelligenti, ha detto il ministro, e per partecipare ai bandi europei che stanziano a loro volta 14 miliardi da spendere nei prossimi 8 anni.
Si tratta di due bandi, di cui uno già varato da 260 milioni di euro per le regioni del Mezzogiorno ed un altro da 700 milioni per quelle del Centro-Nord.
Nuove responsabilità
Resto del mondo
Europa
Singapore
San
Francisco
Portland
Honk Kong
Londra
Barcellona
Shanghai
Amsterdam
Oslo
Nessuna
definizione univoca di SMART CITY !
Nonostante la mancanza di una definizione condivisa si individuano alcuni filoni di intervento
Energia
ed Ambiente
Prof. Carlo Maria Medaglia
5+7=
(cc) image by anemoneprojectors on Flickr
5+7=
5+7=
Italia
Cultura
e Turismo
Trasporti e Mobilità
Nuovi ruoli
Madrid
Lecce
Bari
Torino
Genova
I cambiamenti nelle città
Nuovi confini
Dalle metropoli ...
... alle megalopoli
Le città oltrepassano i loro confini, invadendo in lungo e in largo il territorio circostante.
Sviluppo economico
Qualità
della vita
Governance efficiente
Ricerca e Innovazione
Il giusto mix di interventi è legato ai bisogni del territorio
Entro il 2015: più banda larga e più programmi di Cloud Computing
Bus e auto a bassa emissione di carbonio, auto intelligenti, gestione oculata dei rifiuti
Sistemi ITS per smart mobility,
riduzione emissioni inquinanti
Tecnologie RFId per shopping, mezzi pubblici, accesso agli edifici e ai parcheggi
Mobilità a impatto zero: più di 4mila
auto elettriche, 600 tonnellate
di anidride carbonica
ogni anno in meno
Investimenti in Smart Mobility, sicurezza,
spazi verdi, governance democratica,
economia sostenibile
Nuovi scenari
Dalle Global City
alle
Smart city
Con il progetto MadridRIO ci sono stati decisivi investimenti nell'ambito della mobilità sostenibile, nel miglioramento dell'ambiente e nella qualità della vita
delle persone
Investimenti per la riduzione del traffico e per la conservazione ambientale
Efficienza energetica attraverso nuovi impianti d'illuminazione pubblica, auto elettriche e contatori intelligenti
Decisivi investimenti nei settori dell'efficienza energetica
Protezione dell'ambiente
Inquinamento
Monitoraggio
energetico
Energie
alternative
Gestione sostenibile
delle risorse
Green
Building
●Miglioramento della fruizione e della gestione dei beni culturali tramite ICT
●Fruizione dei beni
culturali nascosti
●Arti digitali
●Turismo sostenibile
E-participation
Open Gov
E-Inclusion
Smart Access
E-Infrastructure
Sanità
elettronica
Telemedicina/
Telemonitoraggio
Ambient Assisted Living
Barriere architettoniche/
Progettazione universale
●Progetti di ricerca industriale per reti di SME o di filiera
Sviluppo e Riorganizzazione
Poli d’eccellenza e Distretti Tecnologici
Realizzazione di progetti strategici di ricerca e innovazione collegati alla domanda pubblica
Presenza delle aziende laziali all’interno dei nuovi programmi Horizon 2020 e COSME
●Spirito innovativo
e Imprenditorialità
Capitale di rischio
Internazionalizzazione
Brevetti e Marchi
Innovazione dei
processi e dei prodotti
Social Innovation
Accesso al credito
per le aziende
Sistemi di trasporti sicuri/
sostenibili/innovativi
Accessibilità dei centri cittadini
Intelligent Transportation Systems
Sistemi di trasporto collaborativi e cooperativi
Infomobilità urbana ed extraurbana
Bigliettazione elettronica
Tecnologie della Comunicazione applicate all'impresa
“le città globali sono le basi delle grandi banche e delle corporazioni multinazionali.
Da queste basi si irradia una rete di comunicazioni elettroniche e di corridoi aerei lungo cui il capitale viene dispiegato e ridispiegato, e attraverso cui sono spedite le decisioni fondamentali sulla struttura dell’economia mondiale”
Anthony King
Le città globali sono quei
centri urbani dove si concentrano le capacità di comunicazione,
di creare economie,
più in generale a quei centri
di “comando” presenti
in alcune grandi città come
New York, Londra, Tokyo.
Saskia Sassen
"Non è possibile ridurre il fenomeno della città globale a
pochi nuclei urbani
posti al vertice della gerarchia. Si tratta di un processo che collega servizi avanzati di produzione e mercati in una rete globale, con intensità e scale diverse a seconda dell’importanza relativa delle attività localizzate in ciascuna area in rapporto alla rete globale.
All’interno di ogni paese, l’architettura del networking si riproduce a livello regionale e locale così che l’interno sistema diviene interconnesso su scala globale. I territori che circondano questi nodi svolgono un ruolo sempre più subordinato, diventando talvolta irrilevanti o disfunzionali"
Manuel Castells
"...Noi ci ostiniamo comunque a ritenere
che la tecnologia si ponga come elemento
fondante del divenire urbano"
“Le applicazioni della tecnologia influenzano sempre gli spazi di vita, di movimento e di relazione. Ma di fronte ad innovazioni sofisticate come quelle post-industriali questi
condizionamenti risultano più immediati ed evidenti. In molti casi il tradizionale “spazio dei luoghi” lascia il posto a un ben diverso e più inclusivo “spazio di comunicazione"
Gian Franco Elia
Sociologia
Ingegneria
Economia
P.A.
Imprese
U.E.
Media
"territories with high capacity for learning and innovation, which is built-in the creativity of their population, their institutions of knowledge creation, and their digital infrastructure for communication and knowledge management”
Quattro possibili letture
Smart City è:
Disponibilità di un gran numero di apparati elettronici e applicazioni digitali per la comunità e la città, che dovrebbero servire per con-fondere il termine smart con le idee circa il ciberspazio, il digitale, l'informazione e la conoscenza della città.
Utilizzo delle tecnologie per una reale trasformazione della vita e del lavoro all'interno del territorio in cui operano. Ci si riferisce quindi ad una ricaduta diretta della tecnologia sull'utente e sulle sue attività quotidiane prendendo in esame le necessità reali e non le definizioni "politiche".
modo con cui l'informazione integrata e le tecnologie della comunicazione, uniscono insieme le persone per favorire l'innovazione, l'apprendimento, la conoscenza e la risoluzione del problemi.
Territorio dove le tecnologie e le persone si muovono insieme per migliorare i processi di innovazione, di formazione e di conoscenza.
Qualche best practice
Nikos Komninos
Full transcript