Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

il Pensiero Ribelle - TESINA

Tesina liceo scientifico G.P.Vieusseux sul Pensiero Ribelle (Marx, Nietzsche, Einstein, Pirandello)
by

Ale besti

on 30 June 2013

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of il Pensiero Ribelle - TESINA

Friedrich Nietzsche
Luigi Pirandello
Albert Einstein
Karl Marx
IL PENSIERO RIBELLE
tesina
di Aimale Alessandro
LA SOCIETA' INDUSTRIALE DEL XIX SECOLO

"Tutti coloro che vedono le cose in modo diverso, costoro non amano le regole, specie i regolamenti, e non hanno alcun rispetto per lo status quo.
Potete citarli, essere in disaccordo con loro, potete glorificarli o denigrarli, ma l'unica cosa che non potrete mai fare è ignorarli, perché riescono a cambiare le cose, perché fanno progredire l'umanità. E mentre qualcuno potrebbe definirli folli, noi ne vediamo il genio. Perché solo coloro che sono abbastanza folli da pensare di poter cambiare il mondo, lo cambiano davvero"
QUATTRO PERSONE...
...CHE LA PENSAVANO DIVERSAMENTE!
due rivoluzioni
industriali

fiducia nei confronti del progresso scientifico e ottimismo nei confronti della moderna società industriale
POSITIVISMO
ideologia di una BORGHESIA industriale dominante
nuove forme di PAUPERISMO, nuovi DRAMMI SOCIALI, DISOCCUPAZIONE
e nuove MALATTIE
PROLETARIATO
1760-80/1830
1870-80/1914
che portano
come
nascita del
Karl Marx (1818-1883)
primo pensiero ribelle
contro il crescente sistema industriale
Auguste Comte
IDEOLOGIE SOCIALISTE
fortemente critiche del sistema capitalistico
perchè ribelle?
si oppone al modello economico industriale dimostrando l'inevitabile crisi a cui esso va incontro
MANIFESTO
DEL PARTITO
COMUNISTA
1848
l'operaio si paga lo stipendio
paga le spese per le macchine, le materie prima, la struttura...
GIORNATA LAVORATIVA
lavoro per coprire le spese del capitalista
PLUS
VALORE
teoria del "Plus Valore"
il Plus Valore rappresenta il guadagno effettivo del capitalista, che deve essere però reinvestito per accrescere l'azienda e vincere la concorrenza sul mercato
è necessità del capitalista aumentare il Plus Valore
Legge della caduta tendenziale del saggio di profitto (SP)
SP=
-------------------
PlusValore
CapCostante+
CapVariabile
la RIVOLUZIONE è inevitabile
la SOCIETA' COMUNISTA
che si verrà a creare
sarà basata sulla abolizione della proprietà priva dei mezzi di produzione, l'abolizione delle classi sociali e dell'alienazione.
prima applicazione pratica delle teorie di Marx
Rivoluzione Russa (1917)
L'impero degli Zar, dopo 3 anni di guerra intensa, era stremato e pessima era la situazione dell'esercito russo al fronte
Nicola II rispondeva con violenza alle manifestazioni e ai disordini contro la guerra e per la mancanza di generi di prima necessità (viveri e combustibile)
!RIVOLUZIONE
DI FEBBRAIO!
doppio
potere
DUMA
SOVIET
8 marzo
inaspettata abdicazione
dello Zar
camera dei deputati a maggioranza liberale
KERENSKIJ
consigli di operai, soldati e contadini, nei quali operavano i partiti socialisti delle varie città
BOLSCEVICHI
Lenin (1870-1924)
TESI DI
APRILE
La guerra in corso è un conflitto borghese e imperialistico; la sua conclusione deve essere immediata e ottenuta mediante una pace senza annessioni
Nessuna collaborazione con il governo provvisorio
Diffusione dell'ideale rivoluzionario per instaurare il governo dei soviet
Realizzazione di una "Repubblica" dei soviet
"TUTTO IL POTERE AI SOVIET"
Assunzione da parte dei soviet del pieno controllo sui mezzi di produzione: nazionalizzazione delle terre, delle banche e delle fabbriche
Creazione di una Internazionale rivoluzionaria
!RIVOLUZIONE
DI OTTOBRE!
8 novembre
Friedrich Nietzsche (1844-1900)
la morte di Dio
crollano tutti gli assoluti della decadente civiltà occidentale
perchè ribelle?
Nietzsche è detto "distruttore" perchè smaschera gli assoluti della cultura e della civiltà occidentale, criticando la razionalità socratica che domina la cultura europea
Rifiuta le certezze della filosofia ufficiale e della falsa ideologia borghese, rovesciando i valori della morale tradizionale
METODO GENEALOGICO

Individua il senso di una tesi teoretica nel
"bisogno psicologico"
sottostante alla tesi stessa
i Sacerdoti, costituzionalmente, non possono essere come i Guerrieri. L'invidia che provano li porta a giocare di intelligenza
Morale dei Guerrieri
Rovesciamento dei valori morali

forza, salute, fierezza, gioia, lealtà, coraggio
Morale dei Sacerdoti
umiltà, castità, benevolenza, altruismo, mitezza
RISENTIMENTO
Creano così una tavola di valori antiguerreschi, quindi
ANTIVITALI
la decadenza della civiltà occidentale è il risultato del "veleno" costituito da questi rovesciamento dei valori vitali, iniziato dapprima dall'Ebraismo e poi dal Cristianesimo
!AL DI LA' DEL
BENE E DEL MALE!
1886
Bisogna andare oltre la "vecchia tavola" di valori, pura codificazione del "no" alla vita, e affermare una morale che dica "si" al
DIO E' MORTO
e siamo stati noi ad averlo ucciso!
L'umanità non ha più bisogno degli assoluti, VUOLE vivere senza di essi
Questa è la constatazione che i valori tradizionali (gli "idoli" della metafisica, della morale e della scienza) sono ormai in declino, anche se gli uomini non se ne rendono ancora conto
NICHILISMO
"stiamo vagando attraverso un infinito nulla"
VOLONTA' DI POTENZA
ÜBERMENSCH
ETERNO RITORNO
nichilismo attivo
nichilismo passivo
accettare la vita e aprirsi senza riserve alle sue possibilità
volontà di volontà
un ritorno alla terra
al DIONISIACO
spirito della Vita, del cambiamento
della rottura degli schemi
da molto tempo ormai sconfitto dallo spirito
APOLLINEO
compostezza
ordine
equilibrio
razionalità
colui che, superata la morte di Dio, accetta la vita nella sua componente tragica dionisiaca
consapevole che il tempo non ha né un inizio né un fine
se non c'è principio né fine, se cade ogni idea di progetto finalizzante e totalizzante, diventa protagonista l'ATTIMO, il momento presente in cui l'individuo può realizzare in modo pieno la propria volontà
pessimismo
RAZIONALISMO
(*)
(*)
irrazionalismo
volontarismo
Arthur SCHOPENHAUER
1788-1860
tutto ciò che di positivo noi crediamo nel mondo si rivela un inganno, un'illusione, nient'altro che l'incontenibile spinta della
VOLONTA'
a cui invano l'esistenza cerca di dare un ordine
essenza
NOUMENICA
del mondo
"
...che passa attraverso l'intervallo fuggevole e illusorio del PIACERE"
"La vita è un pendolo tra DOLORE e NOIA...
PRIMA META' DEL XX SECOLO
Crescita popolazione e degli agglomerati urbani
Sviluppo di nuovi mezzi di comunicazione
Nuovi modelli di vita
maggiore circolazione delle idee
(sviluppo movimenti politici)
SOFFOCAMENTO DELLE
INDIVIDUALITA
'
la società di massa
tra Ottocento e Novecento
CRISI DEL POSITIVISMO
progresso scientifico = progresso economico-sociale
Diffusione delle correnti di pensiero irrazionalistiche e vitalistiche
Nuova concezione della mente umana grazie agli studi di
SIGMUND
FREUD
Nuova concezione del tempo di
HENRI BERGSON
ma soprattutto
Studio delle geometrie non-euclidee
Crisi della fisica classica e nascita della
FISICA QUANTISTICA
un piccolo grande persiero ribelle
negazione del V postulato di Euclide
"Data la retta r e il punto P fuori da essa, esistono infinite rette passanti per P e parallele ad r"
geometria ellittica
RIEMANN
"Data la retta r e il punto P fuori da essa, non esistono rette passanti per P e parallele ad r"
"Data una retta r ed un punto P fuori di essa, esiste ed è unica la retta passante per P e parallela ad r"
geometria iperbolica
LOBACEVSKIJ-BOLYAI
Albert Einstein (1879-1955)
la rivoluzione della fisica
RELATIVITA'
TEORIA DELLA
RISTRETTA
1905
E' impossibile distinguere con esperimenti fisici due sistemi di riferimento in m.r.u. l'uno rispetto all'altro; le leggi della fisica hanno quindi la stessa forma in tutti i sistemi inerziali.
La velocità della luce nel vuoto è la stessa in tutti i sistemi inerziali, indipendentemente dallo stato di moto del sistema e della sorgente luminosa.
Postulati della Relatività Ristretta
trasformazioni di Galileo
nuove equazioni di Einstein-Lorentz
In base alla LEGGE CLASSICA DI COMPOSIZIONE DELLE VELOCITA' per sistemi inerziali, a quale sistema di riferimento la luce ha velocità costante c
Esperimento
Michelson-Morley
(interferometro)
principali conseguenze
CONTRAZIONE DELLE LUNGHEZZE
DILATAZIONE DEI TEMPI
MASSA RELATIVISTICA
l'uomo è imbrigliato in un reticolo di convenzioni
CROLLO DELLA FIDUCIA NELLA RAGIONE
CRISI
del rapporto tra arte e scienza
e dell'intellettuale moderno
L'uomo non sa più chi è, non si riconosce nel mondo esterno e deve trovare da solo le ragioni e la forza di affermarsi, vivere, esistere...
(DECADENTISMO)
...la verità ha perso il suo valore univoco e assoluto, la realtà da descrivere non è più uniforme e il soggetto che dovrebbe interpretarla non ha più fiducia nei mezzi tradizionali di espressione e rappresentazione.
la crisi d'identità dell'individuo
Luigi Pirandello (1867-1936)
CRISI DELLE CERTEZZE
l'uomo moderno vive una
che lo porta a mettere in discussione concetti cardine come lo SPAZIO, il TEMPO, il valore della CONOSCENZA e l'IDENTITA' del SOGGETTTO
le convenzioni sociali impongono all'uomo una
MASCHERA
un'identità fittizia che cristallizza il libero fluire della vita
la

FORMA

si oppone alla

VITA
l'uomo non è più "persona" ma "personaggio"

le cui pulsioni vitali sono compresse sotto una maschera fittizia
EPIFANIA
CREAZIONE ARTISTICA
ATTIMI CASUALI
momenti rivelatori che consegnano ai personaggi una
visione nuova
che ne stravolge l'esistenza
sono i
RAISONNEURS
coloro che cominciano a vedere la vita "dal di fuori" scoprendone artifici e vacuità
come ci si libera della maschera?
FOLLIA
compito dell'arte è svelare le
CONTRADDIZIONI
, le molteplici
POSSIBILITA
', la
CAOTICITA
' e l'
ASSURDO
dell'esistenza
la scrittura si fa perciò
GROTTESCA
e
UMORISTICA
sdoppiandosi come visione e, contemoporaneamente, come riflessione sulla realtà
Lo scrittore deve
MOSTRARE L'OMBRA
, il "buio pesto" al di là delle cose, la saggezza nella follia
l'infinito dentro il dettaglio
muovendosi nello spazio dei
DUBBI
e delle
INCERTEZZE
, moltiplicando i punti di vista e non giungendo mai ad una conclusione stabile e definitiva
CHAOS SIVE NATURA
GRAZIE PER L'ATTENZIONE!
Full transcript