Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

KRIPTON

No description
by

Luca Severin

on 31 December 2013

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of KRIPTON

KRIPTON
STORIA
APPLICAZIONI
Dal 1960 al 1983 fu usato per la definizione standard del metro nel Sistema Internazionale delle unità di misura.
Il kripton trova applicazione in particolari lampade a flash per fotografia.
Dagli anni 2000 viene impiegato nei bulbi di alcune lampadine ad incandescenza per allungare la vita del filamento.
È utilizzato inoltre in ambito oculistico nella laserterapia.
Essendo molto solubile in acqua viene usato per datare acque sotterranee.
Viene utilizzato all'interno di alcuni vetri isolanti.
DISPONIBILITÀ
La concentrazione di questo gas nell'atmosfera terrestre è circa una parte per milione, e si può estrarre dall'aria liquida per distillazione frazionata, nello stesso modo in cui fu ottenuto dai suoi scopritori.
Esiste nell'aria una forte concentrazione del kripton-85 (l'isotopo radioattivo di origine artificiale prodotto negli impianti nucleari).
ISOTOPI
In natura il kripton è composto di sei isotopi stabili di cui questi sono i più conosciuti:
L'isotopo 81Kr viene prodotto in reazioni nell'atmosfera fra gli altri isotopi del kripton e i raggi cosmici: è radioattivo, con un'emivita di 250.000 anni.
Il 85Kr ha emivita di 10,76 anni ed è prodotto dalla fissione dell'uranio e del plutonio: fonti di questo isotopo sono anche le esplosioni atomiche dei test nucleari, i reattori nucleari in funzione e gli impianti di trattamento di combustibile nucleare esaurito.
SIMBOLO:
Kr
NUM. ATOMICO:
36
SERIE:
Gas nobili
CONF. ELETTRONICA:
[Ar]4s2 3d10 4p6
STATO DELLA MATERIA:
Gas
PUNTO DI FUSIONE:
115,79 K (-157,36 °C)
PUNTO DI EBOLLIZIONE:
119,93 K (-153,76 °C)
CARATTERISTICHE FONDAMENTALI:
Nel 1898 il kripton (dal greco kryptos, "nascosto") fu scoperto da William Ramsay e Morris Travers.
Nel 1960 un accordo internazionale definì il metro in termini della lunghezza d'onda della luce emessa da un isotopo di kripton.
Nel 1983 il metro standard descritto dal kripton venne a sua volta sostituito dall'Ufficio internazionale di pesi e misure dalla luce.
COMPOSTI
A differenza dei gas nobili più leggeri, il Kripton può dar luogo a qualche composto chimico: tra questi è noto il tetrafluoruro KrF4, solido cristallino bianco, che si ottiene facendo scoccare una scarica elettrica in una miscela di Kripton e Fluoro a -187°C.
Full transcript