Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Prima GUERRA MONDIALE

No description
by

gabriele serini

on 2 February 2014

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Prima GUERRA MONDIALE

Prima GUERRA MONDIALE
Tensioni tra gli Stati
IMPERIALISMO :
per accaparrarsi i mercati mondiali
RIVENDICAZIONI TERRITORIALI
: tra Germania e Francia (Alsazia e Lorena)
NAZIONALISMO :
la Germania voleva riunire tutte le minoranze di lingua tedesca di Austria e Polonia nel
Secondo Reich

SPINTE AUTONOMISTICHE :
presenti soprattutto nell'
impero austro-ungarico
composto da dodici popoli diversi che aspiravano all'indipendenza
Trento e Trieste
volevano riunirsi al nostro paese
Balcani
dove i nazionalisti serbi ( con il sostegno della Russia) volevano unire tutte le popolazioni slave della regione (Bosniaci, Croati, Sloveni..)
1908
_di tutta risposta l'Austria annette la Bosnia avvicinandosi all'impero ottomano in guerra con la Russia
tale quadro di tensioni fu aggravato dalla formazione di
due blocchi di potenze contrapposte
TRIPLICE INTESA
Francia
Inghilterra
Russia
TRIPLICE ALLEANZA
Germania
Austria-Ungheria
Italia
alleanze difensive
che però irrigidirono le varie posizioni
bastava una
scintilla
per far precipitare la situazione
LA SCINTILLA che SCATENA la GUERRA
28 giugno 1914
a Sarajevo, un giovane
nazionalista serbo
, sparò e uccise l'arciduca
Francesco Ferdinando
(erede al trono d'Austria) e sua moglie Sofia
REAZIONE a CATENA
l'Austria impone gravi riparazioni alla Serbia nell'intento di minarne l'indipendenza e stroncarne il nazionalismo
RUSSIA
protettrice della Serbia mobilita l'esercito
GERMANIA
sostiene l'Impero austro-ungarico
FRONTE ORIENTALE
contro i Russi
FRONTE OCCIDENTALE
contro la Francia
invade il
Belgio
(paese neutrale) scatenando la
reazione dell'Inghilterra
MOBILITAZIONE GENERALE
5 agosto 1914
inizia la Prima Guerra Mondiale
e l'Italia ?
divisa tra
neutralisti
interventisti
inizialmente neutrale
(liberali, socialisti moderati, cattolici)
(nazionalisti di destra, sindacalisti rivoluzionari, repubblicani irredentisti, studenti, intellettuali, industriali
pur avendo la maggioranza parlamentare, i neutralisti dovettero cedere all'abilità degli interventisti di mobilitare le piazze a favore dell'intervento italiano in guerra
Gabriele D'Annunzio
e le "
radiose giornate
" del maggio 1915
24 maggio 1915 l'Italia dichiara guerra all'Austria
(tradendo la Triplice Alleanza!)
il comando viene assegnato al generale
Cadorna
Gabriele D'Annunzio
Benito Mussolini "socialista-interventisa"
l'Italia aveva aperto il fronte con l'Austria lungo il
fiume Isonzo
guerra di trincea
le truppe italiane erano mal equipaggiate e con tecniche di combattimento ormai obsolete
1917 : disfatta di Caporetto
(fu una delle poche avanzate significative della guerra)
Cadorna lascia la guida dell'esercito a
Armando Diaz
e il primo ministro Salandra viene sostituito da
Vittorio Emanuele Orlando
l'esercito indietreggia sulla
linea del Piave
4novembre 1918
armistizio con l'Austria sconfitta a Vittorio Veneto
guerra lampo
politici, stati maggiori dell'esercito, interventisti avevano diffuso la convinzione che sarebbe stata una guerra rapida
non fu così
guerra di trincea logorante
la
Germania
arrivò fino alle porte di Parigi, dopo aver invaso il Belgio, ma la sua offensiva venne fermata sul
fiume Marna (fronte occidentale,
oltre 400mila morti
)
battaglia di Verdun 1916 :
i tedeschi attaccarono per cinque mesi senza ottenere risultati significativi
650mila morti
fronte orientale :
contrapponeva Germania e Russia (situazione di stallo simile)
fronte meridionale :
i Turchi ottomani attaccano i russi
la guerra diventa mondiale : entrano anche gli
Stati Uniti
dotati di un
potenziale bellico immenso
il mondo esce diverso dalla fine del massacro
crollano tre imperi
Impero Austro-ungarico
viene smembrato in tanti paesi
Impero turco-ottomano
(firma l'armistizio il 31ottobre 1918)
secondo Reich
(Germania del Kaiser Guglielmo II)
nasce la repubblica di Weimar
oltre 10milioni di morti e 21milioni di feriti
l'Europa esce fortemente indebolita dal conflitto perdendo la sua secolare supremazia sul resto del mondo
Conferenza di pace di Parigi 1919
partecipò il presidente americano Wilson
documento di 14 punti
difesa della pace garantita dalla
Società delle Nazioni
(organismo internazionale)
rispettare i
diritti di tutti i popoli
(comprese le colonie)
all'autodeterminazione
frontiere giuste tra gli stati
che tenessero conto dei diversi popoli
sollevarono molte
obiezioni nei paesi che avevano vinto
il conflitto che pretendevano di ampliare i propri confini e non avevano intenzione di cedere le colonie
Germania
: a Versailles nel 1919 durissime condizioni di pace (desiderio di rivincita)
DRASTICA RIDUZIONE del TERRITORIO (
persero anche le colonie in Asia e Africa
)
RIPARAZIONE di GUERRA
(sfruttamento da parte dei Francesi delle miniere della Ruhr e pagamento di ingenti somme in oro)
RINUNCIE MILITARI
(dovete ridurre drasticamente il suo esercito)
creò un forte sentimento di rivalsa ponendo le basi alla rivincita della Germania
Italia : VITTORIA MUTILATA
ottenne :
Istria, Trentino, Alto Adige e Trieste
NON ottenne :
l'Albania e Fiume (come da accordi di Londra)
24 aprile 1919 l'Italia abbandona il tavolo delle trattative
NAZIONALISTI : vittoria mutilata
D'Annunzio : impresa di Fiume nel novembre del 1919
GRAVE PROBLEMA DIPLOMATICO
l'Italia costretta ad inviare l'esercito per impedire la conquista di Fiume
D'Annunzio
Full transcript