Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Perché i turchi negano il genocidio armeno?

No description
by

Daniela Runggaldier

on 5 March 2015

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Perché i turchi negano il genocidio armeno?

Perché la Turchia nega il genocidio armeno?
La Turchia e il genocidio
Non riconosce il genocidio armeno e continua a negare il fatto

Sono stati messi in circolazione da parte del governo turco falsi documenti storici

Intitolò vie e piazze ai principali responsabili dello sterminio degli Armeni

Parlare del genocidio degli armeni è considerato un reato e un attentato all’unità nazionale



Posizione ufficiale della Turchia
Cosa è il negazionismo?
Il genocidio armeno
Olocausto degli armeni o massacro degli armeni

Deportazione ed eliminazione di armeni negli anni 1915-1916

Giorno della memoria: 24 aprile

21 stati hanno già ufficialmente riconosciuto un genocidio, la Turchia no

Attribuisce i morti alle epidemie e ai disagi della guerra, rifiutando una loro colpa

Le morti degli armeni durante i "trasferimenti" o "deportazioni" non possono essere semplicemente considerate "genocidio"

Gli armeni si sono ribellati

È stato necessario trasferirli

Ci sono state delle vittime nel corso di questo spostamento; alcune persone sono morte a causa delle precarie condizioni di viaggio e delle epidemie

Deportazione degli armeni è stata resa necessaria dalla loro rivolta
Perché la Turchia nega
Cosa la Turchia ha fatto per nascondere i fatti
Motivazioni per il negazionismo
Possono in generale essere disparate

Nel caso del genocidio armeno gli interessi politici concreti prevalgono su quelli culturali

Funzione di non fare concessioni politiche, necessarie in caso di ammissione del fatto
Negazione di un evento storico come un genocidio o una pulizia etnica o un crimine contro l'umanità

Atteggiamento storico-politico

Utilizzando a fini ideologici-politici modalità di negazione di fenomeni storici accertati

La Turchia al giorno d'oggi
IL POPOLO:
"Nessun turco dirà apertamente cosa è successo nel 1915, però nel chiuso della sua casa ascolterà le nonne, e loro gli racconteranno la verità."

Si vergognano della loro storia e del loro passato.

La società civile turca vuole prendere coscienza del passato e soprattutto gli intellettuali ammettono le responsabilità turche.



Ha paura del paragone con la Shoah

Per motivi politici ed economici

Motivi storici

Per garantire la continuità della formulazione della menzogna

Paura di vedere rimesse in causa le frontiere dello Stato turco

Ha bloccato i discorsi sul 1915

Ancora oggi corrompe politici, studiosi e giornalisti occidentali

Minacce e ricatti politici

Sono stati messi in circolazione dei falsi documenti storici per depistare le ricerche degli studiosi del genocidio

Il movimento di Kemal ha imposto le sue condizioni ai vincitori della guerra mondiale che non avevano i mezzi per combatterlo

Trattato di Losanna annulla le clausole che prevedevano delle sanzioni contro i Giovani Turchi

Pressioni diplomatiche, ricatti economici, cooperazione delle università turche


LO STATO:
La Turchia spende ingenti somme per mistificare la storia.

Far tacitare tutti coloro che reclamano una postuma giustizia per gli armeni.

Non amette la loro colpa.

Il resto del mondo
Governo turco trovò l’appoggio di professori universitari stranieri, turcologi e specialisti di storia ottomana

Formularono una tesi di ripiego: ci sono due versioni di questi avvenimenti, una turca e l’altra armena

Serio pericolo anche per la democrazia, la libertà e la pacifica coesistenza tra i popoli

Parlamento Europeo richiede il riconoscimento da parte turca dello sterminio degli Armeni

Comunità armene chiedono il riconoscimento
Il governo turco progetta la negazione del genocidio in funzione degli ostacoli che si presentano

L’essenziale è così salvaguardato

Preservare l' onore

Conservare il beneficio dell’omicidio

Vergogna

Fini ideologici
Grazie per l' ascolto
Runggaldier Daniela
Full transcript