Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Menestrelli, Trovatori e Trovieri

No description
by

Luca Morgantini

on 7 December 2015

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Menestrelli, Trovatori e Trovieri

Menestrelli, Trovatori e Trovieri
Andiamo a divertirci!
Naturalmente, in quel periodo, non c'erano mezzi per divertirsi come li conosciamo noi. I più poveri andavano alla ricerca di svaghi durante le feste di paese mentre i signori si divertivano nelle sale del castello; in entrambi i casi, la musica era l'ingrediente principale. Da paese a paese, da castello a castello, girava una frotta di intrattenitori che prendevano il nome di Menestrelli.
I Menestrelli sapevano cantare, suonare diversi strumenti, erano bravi giocolieri, abili danzatori e capaci di improvvisare poesie su temi assegnati dagli ascoltatori.
Erano dunque nomadi e vagabondi che, arrivati in un luogo pubblico, si fermavano e iniziavano il loro spettacolo fatto di danza, capriole acrobatiche, storie raccontate e descritte con gesti e disegni e cantate con l'aiuto di pochi strumenti.
Siamo nel medioevo, intorno all'anno 1000...e poco oltre
Grazie all'aumento della popolazione e ai progressi dell'agricoltura inizia per l'Europa un periodo di prosperità. Il terrore delle carestie e lo spettro della fame, di cui erano vittime soprattutto i più deboli, servi e contadini, si allontana ogni giorno di più Il potere è nelle mani dei signori feudali che lo esercitano con violenza mettendo tutti al loro servizio.
I Menestrelli
Re Riccardo Cuor di Leone
Re Riccardo Cuor di Leone era un condottiero crociato, cioè, in nome della Santa Croce, voleva riconquistare Gerusalemme, la terra di Gesù, che era in mano di Saladino, grande Sultano Egiziano. Condusse con se un Menestrello, perchè rendesse immortali, con il canto e la poesia, le sue gesta eroiche.
Per approfondire vai a
http://www.treccani.it/enciclopedia/riccardo-cuor-di-leone_%28Enciclopedia_dei_ragazzi%29/
I Trovatori
Nelle corti signorili francesi si esibivano soprattutto i Trovatori. Essi non erano girovaghi e vagabondi come i menestrelli, ma erano persone raffinate, qualche volta anche nobili. Appartenenti a ricche famiglie, si dilettavano con canti e danze di carattere amoroso e cavalleresco. Si chiamavano "trovatori" perchè cercavano di "trovare" testi poetici e musiche nuove, anche improvvisando. La lingua delle persone istruite era il latino, ma i loro testi erano in volgare (provenzale, antico francese, tedesco). Il loro strumento preferito era la Viella, l'antenato del violino.
I Trovieri
Mentre la musica dei Trovatori ebbe notevole sviluppo nella Francia del sud tra il 1100 e il 1250, i Trovieri si esibivano nella Francia del nord; essi avevano le stesse caratteristiche dei Trovatori ma usavano altri dialetti in uso nel settentrione della Francia. Successivamente, questo tipo di intrattenimento musicale si sviluppò in tutta Europa ed era grazie ad essi che si conoscevano anche nei luoghi più sperduti le epiche gesta delle battaglie o le vicende amorose e cavalleresche dei personaggi più conosciuti.
E ora guarda e ascolta:
Full transcript