Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Palestina e Israele 2I

No description
by

GIULIA B.

on 19 April 2015

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Palestina e Israele 2I

MORFOLOGIA

IL TERRITORIO ISRAELIANO E' PREVALENTEMENTE ARIDO E DESERTICO.

PRESENTA AD OVEST UNA PIANURA MOLTO FERTILE E RICCA D'ACQUA CHE OSPITA IL 70% DELLA POPOLAZIONE. AL CENTRO SI ESTENDE UNA ZONA OCCUPATA DA COLLINE E ALTOPIANI CHE ATTRAVERSANO TUTTO IL PAESE.

A SUD SI ESTENDE IL NEGEV, UN TERRITORIO IN PREVALENZA DESERTICO, CHE OCCUPA CIRCA LA META' DELLA SUPERFICIE DEL PAESE.

LE MONTAGNE PIU' IMPORTANTI SONO IL MONTE MERON E IL MONTE RAMON.




GEOGRAFIA DEL TERRITORIO

ISRAELE E' UNO STATO DEL MEDIO ORIENTE CHE SI AFFACCIA SUL MAR MEDITERRANEO.

CONFINA CON IL LIBANO A NORD, CON LA SIRIA A NORD-EST, GIORDANIA AD EST , CON L'EGITTO E IL GOLFO DI AQAB A SUD, E CON I TERRITORI CHE COSTITUISCONO LO STATO DI PALESTINA, OSSIA CISGIORDANIA E STRISCIA DI GAZA.


IDROGRAFIA


IL FIUME PRINCIPALE E' IL GIORDANO CHE NASCE DAL MONTE HERMON, APPARTIENE AD ISRAELE SOLO LA PARTE SUPERIORE DEL CORSO , SEGNANDO PER IL RESTO IL CONFINE TRA LA GIORDANIA E I TERRITORI OCCUPATI PALESTINESI.
AD ESSO SONO ANNESSI ALTRI CORSI D'ACQUA A REGIME TORRENTIZIO,
CHE TENDONO A PROSIUGARSI DURANTE LA STAGIONE SECCA.

IL CLIMA

VI SONO DIFFERENZE CLIMATICHE DA ZONA A ZONA E LE TEMPERATURE VARIANO MOLTO DA STAGIONE A STAGIONE.
LA COSTA HA UN TIPICO CLIMA MEDITERRANEO.
SULLE ALTURE IL CLIMA E' INVECE FRESCO E UMIDO, CON PRECIPITAZIONI NEVOSE.
ISRAELE
ECONOMIA
ISRAELE HA UN'ECONOMIA DI MERCATO MISTA.
MALGRADO LE LIMITATE RISORSE NATURALI LO SVILUPPO DEI SETTORI INDSTRIALI E AGRICOLI HA RESO ISRAELE AMPIAMENTE AUTOSUFFICIENTE PER LA PRODUZIONE ALIMENTARE.

ISRAELE E' UN GRANDE ESPORTATORE DI IDROCARBURI, MATERIE PRIME E EQUIPAGGIAMENTI MILITARI.
E' UN LEADER MONDIALE PER LA CONSERVAZIONE DELL'ACQUA E PER L'ENERGIA GEOTERMICA
CULTURA
AGRICOLTURA
LA VARIETA' DELLA CULTURA ISRAELIANA E' DOVUTA ALLA DIVERSITA' DELLA SUA POPOLAZIONE
PROVIENE SOPRATTUTTO DALLA CULTURA EBRAICA
LA VITA E' ORGANIZZATA SECONDO IL CALENDARIO EBRAICO:
IL SABATO E' IL GIORNO DI RIPOSO
LE VACANZE SONO DETERMINATE DALLE FESTE EBRAICHE
ANCHE LA PARTE ARABA DELLA POPOLAZIONE HA INFLUENZATO LA CULTURA

DATO LE SCARSE RISORSE IDRICHE, IL PAESE NON E' UN AMBIENTE FAVOREVOLE AD UNA GRANDE AGRICOLTURA, MA I COLONI EBRAICI HANNO SAPUTO SVILUPPARE UNA TECNOLOGIA IRRIGUA CHE HA MOLTIPLICATO LA PRODUTTIVITA' DI UN LITRO D'ACQUA IMPONENDO LA PROPRIA AGRICOLTURA COME MODELLO INSUPERATO DI EFFICIENZA DI IRRIGAZIONE.
INDUSTRIA
IL SETTORE INDUSTRIALE SI E' SEMPRE CARATTERIZZATO PER LA PRESENZA DI PICCOLE AZIENDE NEI SETTORI TRADIZIONALI E POCHE GRANDI AZIENDE IN QUELLE DI TECNOLOGIA AVANZATA.
DAL 1948 IN AVANTI, GLI ISRAELIANI, PER DIFENDERSI DA VICINI OSTILI, HANNO SVILUPPATO UNA FORTE INDUSTRIA MILITARE CHE ORA E' AVANZATISSIMA.
UNA PERCENTUALE MOLTO ALTA DEL BILANCIO NASTIONALE E' STATA DESTINATA AL MANTENIMENTO DELL'ESERCITO E ALLA RICERCA SCIENTIFICA PER OTTENERE ARMI SEMPRE PIU' POTENTI E SOFISTICATE.
ISRAELE E' ORA IN GRADO DI FABBRICARE SENZA AIUTO ESTERNO ARMI NUCLEARI,MISSILI,AEREI DA COMBATTIMENTO E UNA GRANDE VARIETA' DI ARMI LEGGERE.

IL CONFLITTO ARABO-ISRAELIANO

LA PALESTINA
IL CONFLITTO ARABO-ISRAELIANO E' UN CONFLITTO POLITICO-MILITARE CHE DALL'INIZIO DEL NOVECENTO, A FASI ALTERNE , ABBRACCIA CIRCA UN SECOLO DI TENSIONI POLITICHE E OSTILITA' CHE VEDE CONTRAPPOSTI ISRAELE DA UNA PARTE E GLI STATI ARABI CIRCOSTANTI DALL' ALTRA.
1948
CON LA PROCLAMAZIONE DELLO STATO DI ISRAELE, I PAESI ARABI REAGISCONO CONSIDERANDOLO UN ATTO DI FORZA.
INIZIANO UNA LUNGA SERIE DI CONFLITTI, LE ALTURE DEL GOLAN E LA STRISCIA DI GAZA DIVENTANO UN CAMPO DI BATTAGLIA.
1956
NASCE L'ORGANIZZAZIONE PALESTINESE AL-FATAH, CON LO SCOPO DI PROMUOVERE AZIONI DI GUERRIGLIA NEI TERRITORI ISRAELIANI.
LA PALESTINA NON E' MAI STATA UNA NAZIONE INDIPENDENTE ;
FINO AL 1914 ERA PARTE DELL'IMPERO OTTOMANO
LA PRIMA GUERRA MONDIALE SEGNO' LA FINE DI QUEST'ULTIMO
A QUESTO PUNTO LA PALESTINA PASSO' SOTTO IL CONTROLLO FRANCO-INGLESE
OGGI LA PALESTINA NON E' UNO STATO UFFICIALE MA E' RICONOSCIUTO DA MOLTE NAZIONI TRA CUI L'ITALIA.
1967
1969
NASCE L'OLP , ORGANIZZAZIONE PER LA LIBERAZIONE DELLA PALESTINA, SOTTO LA GIUDA DI YASSER ARAFAT
1980
IL NUOVO TEATRO DEGLI SCONTRI DIVENTA IL LIBANO DOVE VIVONO CENTINAIA DI MIGLIAIA DI PALESTINESI.
ISRAELE INVADE IL LIBANO MERIDIONALE COINVOLGENDO ANCHE I TERRITORI PALESTINESI E PROCLAMA GERUSALEMME CAPITALE DELLO STATO DI ISRAELE.
SCOPPIO' UNA CRISI INTERNAZIONALE PER IL CONTROLLO DEL GOLFO DI AQABA (COINVOLGE ANCHE SIRIA ED EGITTO)
ISRAELE BOMBARDA GLI AREOPORTI ARABI E OCCUPA GAZA, SHERM EL SHEIKH, LA CISGIORDANIA E GERUSALEMME CON L'ESERCITO (
GUERRA DEI 6

GIORNI
)
CON LA FINE DELLA GUERRA SCOPPIA INVECE LA PRIMA INTIFADA (GUERRIGLIA PERMANENTE CHE PORTA ALLA MILITARIZZAZIONE DEL MOVIMENTO DI BERAZIONE ARABO)
1981
2000
IL PRESIDENTE EGIZIANO ACCETTA LA PRESENZA DI ISRAELE E AVVIA UNA SERIE DI RAPPORTI DIPLOMATICI CHE PORTANO AL TRATTATO DI PACE DI WASHINGON (1979)
2008
IL 28 SETTEMBRE A GERUSALEMME, SCOPPIA LA SECONDA INTIFADA
A SEGUITO DI UNA SERIE DI MISSILI DI
HAMAS
SU TEL AVIV, ISRAELE LANCIA UNA DURISSIMA OFFENSIVA MILITARE ("PIOMBO FUSO")
L'ATTACCO PROVOCA OLTRE 1000 MORTI, L'ONU CONDANNA PERCIO' ISRAELE
HAMAS
HAMAS E' UN'ORGANIZZAZIONE PALESTINESE, DI CARATTERE POLITICO, PARAMILITARE ( TERRORISTA SECONDO L'UNIONE EUROPEA).

CONTROLLA ANCHE SE NON COMPLETAMENTE LA STRISCIA DI GAZA: GESTISCE SCUOLE E OSPEDALI E POSSIEDE UN'ALA ARMATA, LE BRIGATE AL-QASSAM, I CUI MEMBRI LANCIANO RAZZI CONTRO ISRAELE E COMBATTONO L'ESERCITO ISRAELIANO
ISRAELE E IL CONFLITTO ARABO-ISRAELIANO
POPOLAZIONE
LA POPOLAZIONE E' AUMENTATA A PARTIRE DAL SECONDO DOPOGUERRA A CAUSA DELL'ARRIVO DI MOLTI IMMIGRATI, PROVENTIENTI DALL'EUROPA OCCIDENTALE,DAI PAESI ARABI E DALL'EX UNIONE SOVIETICA.

LE ZONE PIU' POPOLOSE SONO QUELLE COSTIERE,DOVE IL TERRITORIO E' PIU' FERTILE.
ETNIE
LA POPOLAZIONE E' COMPOSTA PER L' 80,1 % DA EBREI E IL 19,9% DA NON EBREI, PER LO PIU' ARABI.
NEL DICEMBRE 2006, SECONDO L'UFFICIO CENTRALE DI STATISTICA ISRAELIANO, VI SONO 7.1 MILIONI DI ISRAELIANI.
LA STORIA DI ISRAELE
http://mdst.it/03v475490/
POLITICA
ISRAELE E' UNA REPUBBLICA PARLAMENTARE, BASATA SUL MULTIPARTITISMO E SU ELEZIONI A SUFFRAGIO UNIVERSALE.

IL POTERE LEGISLATIVO SPETTA ALLA KNESSET (assemblea nazionale), COMPOSTA DA 120 DEPUTATI ELETTI OGNI 4 ANNI.
IL PRESIDENTE DI ISRAELE E' ELETTO DALLA KNESSET PER UN MANDATO DI 7 ANNI NON RINNOVABILE.
IL POTERE ESECUTIVO E' DELEGATO AL PRIMO MINISTRO.
IL POTERE GIUDIZIARIO E' AFFIDATO A UNA CORTE SUPREMA
PARTITI DI ISRAELE
ATTUALITA'
OASI DI PACE
I PRNCIPALI PARTITI SONO
-NEL CENTRO SINISTRA
PARTITO LIBURISTA,
SIONISTA SOCIALISTA, SOCIOLIBERALE.
MERETZ, SOCIALISTA DEMOCRATICO, AMBIENTALISTA E LAICO
-NEL CENTRO
PARTITO DELL'INDIPENDENZA
KADIMA,SIONISTA E SOCIAL-LIBERALE
HATNUAH,LIBERALE,PROGRESSISTA E LAICO
-NEL CENTRO DESTRA
LIKUD,
LIBERAL-CONSERVATORE
ISRAEL BEYTENU,NAZIONALISTA SIONISTA DI DESTRA
-NELLA SINISTRA RADICATA
HADASH,COALIZIONE DI SINISTRA
PARTITO COMUNISTA DI ISRAELE
NEVÉ SHALOM - WAHAT AS-SALAM
(OASI DI PACE IN EBRAICO E ARABO) E' UN VILLAGGIO IN CUI CONVIVONO PALESTINESI E ISRAELIANI.
I MEMBRI DEL VILLAGGIO SI IMPEGNANO AL RAGGIUNGIMENTO DELLA PACE, DELL' UGUAGLIANZA E DELLA COMPRENSIONE TRA LE DUE POPOLAZIONI.
CIO' DIMOSTRA CHE L'INCONTRO E LA CONVIVENZA PACIFICA TRA LE DUE ETNIE E' TALVOLTA POSSIBILE.
<<NO A UN ACCORDO CON GLI IRANIANI, SERVIRA' AD OTTENERE L'ATOMICA>>

DOPO LA FINE DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE I POTENTI DELLA TERRA RICONOSCONO AL POPOLO EBRAICO IL DIRITTO AD AVERE UNO STATO E IL 1947 NASCE ISRAELE. MIGLIAIA DI EBREI SCAMPATI ALL'ORRORE DELL'OLOCAUSTO EMIGRANO VERO QUELLA CHE SECONDO LA BIBBIA E' LA TERRA DEI LORO ANTENATI : LA PALESTINA ( DOVE GIA' DALLA FINE DEL 1800 SI ERANO STABILITE GRUPPI DI FAMIGLIE EUROPEE).
IL PROBLEMA PERO' E' CHE SU QUELLA STESSA TERRA VIVONO DA PIU' DI 2000 ANNI ALTRI POPOLI , PER LO PIU' ARABI. DA QUEL MOMENTO LA PALESTINA DIVENTA UNA TERRA CONTESA TRA ISRAELIANI E ARABI CHE DA PIU' DI 70 ANNI LA RIVENDICANO, OGNUNO CON LE PROPRIE CONVINZIONI.
IL PREMIER ISRAELIANO, NEL CONTROVERSO DISCORSO AL CONGRESSO USA, NON HA RIVELATO SEGRETI MA HA CALATO MAZZATE TRA CITAZIONI DI MOSE' E SCENARI CATASTROFICI. LA CASA BIANCA RISPONDE AFFERMANDO: SOLO RETORICA, NESSUNA ALTERNATIVA CONCRETA, E OBAMA AGGIUNGE: NIENTE DI NUOVO, SOTTOLINEA POI DI NON AVER NEANCHE VISTO IL DISCORSO.

PER NETANYAHU UN ACCORDO E' PERICOLOSO IN QUANTO LASCIA INTATTO L'APPARATO NUCLEARE IRANIANO, I CONTROLLI INTERNAZIONALI NON SONO SUFFICENTI A FERMARE I MLLAH CHE POTREBBERO TRUCCARE LE CARTE, E I DIEC ANNI DI CONGELAMENTO CHIESTI DAGLI USA SONO UN PERIODO TROPPO BREVE, L'IRAN CONTINUERA' A SVILUPPARE MISSILI INTERCONTINENTALI E CI SARA' UNA CORSA AL NUCLEARE IN TUTTO IL MEDIO ORIENTE.

NETANYAHU HA RIPETUTO CHE E' UN SUO DOVERE PROTEGGERE ISRAELE E LO FARA' ANCHE DA SOLO, ANCHE SE E' CERTO CHE L'AMERICA SARA' SEMPRE AL FIANCO DELLO STATO EBRAICO,

GUIDO OLIMPO,CORRIERE DELLA SERA, 4/03/2015
NETANYAHU RILANCIA: MAI LO STATO PALESTINESE
La promessa del primo ministro israeliano, mentre oggi il paese è chiamato alle elezioni
IN DUE GIORNI IL PREMIER ISRAELIANO HA CERCATO DI RECUPERARE I VOTI CHE LO DISTANZIANO DA ISAAC HERZOG, IL LEADERE DELLA SINISTRA. IERI HA VISITATO HAR ROMA, QUARTIERE NELLA PARTE ARABA DI GERUSALEMME, E HA PROMESSO CHE LE COSTRUZIONI CONTINUERANNO, CHE LA CITTA' VERRA' MAI DIVISA. ANCHE PERCHE' - HA RIBADITO IN UN'INTERVISTA- <<SE VERRO' RIELETTO, NON CONCEDERO' MAI UNO STATO AI PALESTINESI.>>


,CORRIERE DELLA SERA,

NETANYAHU RINCORRE E ALZA IL TIRO: <<CON ME MAI UNO STATO PALESTINESE>>
IL MALCONTENTO E' L'ORIGINE DELL'INDEBOLIMENTO POLITICO DI NETANYAHU PERCHE' IL CETO MEDIO URBANO E' UN TRADIZIONALE BACINO DI VOTI.

LO SCONTRO CON HAMAS E' UN ALTRO FRONTE DELLO SCONTENTO VERSO BIBI.
MAURIZIO MOLINARI, LA STAMPA, 17/03/2015
BIBLIOGRAFIA
http://it.wikipedia.org/wiki/Israele
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2014/07/09/medio-oriente-le-tappe-principali-di-50-di-guerre-e-pace_ed702f92-4930-40f9-9d63-a896a36b055a.html
http://wasns.org/-oasi-di-pace-
https://www.google.it/imghp?gws_rd=ssl
Full transcript