Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

La spazzatura che circonda il nostro lavoro

Riflessioni su quel che non si misura del nostro sistema sanitario nazionale
by

Salvo Fedele

on 17 October 2011

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of La spazzatura che circonda il nostro lavoro

Tante volte
sognare
il senso e l'utilita...
la spazzatura ci circonda
so bene
Torino
Palermo
è stata
Dura...
(cc) photo by Metro Centric on Flickr
(cc) photo by Franco Folini on Flickr
(cc) photo by jimmyharris on Flickr
Cagliari
(cc) photo by Metro Centric on Flickr
Tante volte mi sono detto in questi anni
(senza mai confessarlo prima)
che costruire una esperienza
di formazione sul campo nell'Italia di oggi
è come procedere alla costruzione
di una barca a vela
per partecipare alle regate della coppa America
mentre a Napoli
la spazzatura inonda le strade.
Certo è stata dura vedere soltanto ieri concludere l'iter diagnostico che abbiamo fatto per X in un reparto di Neurochirurgia orientato alle cure dell'adulto: in una stanza in cui il bambino è ospitato in un letto immenso, sproporzionatamente grande per il suo piccolo corpo, con personale che per quanto straordinariamente gentile non ha alcuna competenza per fare le cose essenziali che devono essere fatte su un bimbo prima di un intervento neurochirurgico: un ECG, un prelievo... etc. Forse prima o poi si capirà anche in Italia che un bambino deve essere ospitato in strutture per bambini.
Forse il senso e l'utilità delle cose che facciamo non sempre è immediatamente percebile a chi ci circonda. Noi stessi dobbiamo avere dei legittimi dubbi mentre guardiamo quel che ci circonda.

Forse quello che in un dato contesto storico può sembrare assolutamente anacronistico (troppo indietro o troppo avanti non importa) può rilevarsi utile solo a qualche settimana di distanza.

La mia personale opinione resta immutata: su alcune sperimentazioni vale la pena scommettere, i cambiamenti nel nostro paese sono discontinui, a volte improvvisi.
Forse tra qualche settimana un politico,
per quanto poco illuminato,
riuscirà a capire che finché in una città la struttura di neurochirurgia
in grado di seguire dei bambini
è in un ospedale cittadino,
solo in quell'ospedale...

allora la struttura pediatrica
di quell'ospedale
non può essere smantellata,
ancor di più se quella struttura
ha mantenuto e sviluppato competenze di trattamento intensivo non altrimenti disponibili.
So bene
che...
.... questo non
avverrà
tra qualche
settimana.
Ma per vivere
bisogna almeno
sperare,
forse a volte
sognare...
almeno le cose normali.
almeno le
cose normali.
almeno le
cose normali.
Full transcript