Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Analisi e commento della poesia "Per lei" di Giorgio Capron

No description
by

irene imbriani

on 6 November 2013

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Analisi e commento della poesia "Per lei" di Giorgio Capron

"Per lei" di Giorgio Caproni
tema e argomento
Giorgio Caproni
Nacque nel 1912 a Livorno.
Fu un critico letterario, traduttore e poeta.
A dodici anni lascò Livorno e andò a Genova dove iniziò i suoi studi al conservatorio.
Si trasferi' a Roma dove incontrò Rina, la donna che sposò.
Mori' nel 1990 e venne sepolto con Rina
Metro
Per / lei/ vo/glio/ ri/me/ chia/re,
u/sua/li: in/ -a/re.
Ri/me/
ma/ga/ri/ vie/ta/te/,
ma a/per/te: ven/ti/la/te.
Ri/me/
coi/ suo/ni /fi/ni
(di/ ma/re/) dei/ suo/i orec/chi/ni.
O che/ ab/bia/no/, co/ral/li/ne,
le/ tin/te/ del/le/ sue/ col/la/ni/ne.
Ri/me/
che a/ di/stan/za/
(An/ni/na e/ra co/sí schiet/ta/)
con/ser/vi/no l/'ele/gan/za/
po/ve/ra/, ma/ al/tret/tan/to/ net/ta.
Ri/me/
che/ non/ sia/no/ la/bi/li,
an/che/ se orec/chia/bi/li.
Ri/me/
non/ cre/pu/sco/la/ri,
ma/ ver/di, ele/men/ta/ri.

commento
La poesia mi é piaciuta molto perché riesce a comunicare i sentimenti che provava verso la madre.
Prima di anilizzarla tutti insieme la poesia non mi era molto chiara percio non mi piaceva, ma quando é stata spiegata l ho compresa meglio e mi é iniziata a piacere.
Spiegazione del titolo
Il titolo è dedicato a sua madre, Anna Picchi.
Lui la descrive giovane, bella ed elegante, il modo in cui la ricorda.
Anna era una ricamatrice di Livorno.


Per lei voglio rime chiare,
usuali: in -are.
Rime magari vietate,
ma aperte: ventilate.
Rime coi suoni fini
(di mare) dei suoi orecchini.
O che abbiano, coralline,
le tinte delle sue collanine.
Rime che a distanza
(Annina era cosí schietta)
conservino l'eleganza
povera, ma altrettanto netta.
Rime che non siano labili,
anche se orecchiabili.
Rime non crepuscolari,
ma verdi, elementari.

Per lei

enjambement
anafora
A
A
B
B
C
C
D
D
E
F
E
F
G
G
H
H
Giorgio sottolinea i sentimenti che prova verso la madre.
Nella poesia lui cerca parole adatte ad Anna, delicate e sensibili.

i=alliterazioni
Presentazione di
Irene Imbriani
Full transcript