Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Copia di Book Report

No description
by

Maddalena Cigarini

on 25 March 2016

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Copia di Book Report

La vita
L'Accademia
Il nome accademia deriva da quello di un bosco deicato all'eroe greco Accademo ( Akademos).
Nel 387 a.C Platone acquistò ad Atene un fondo,dove stabilì la sede delle riunioni dei suoi discepoli dando così inizio alla celebre scuola filosofica, destinata, a rappresentare la più grande istituzione culturale dell'antichità Greca fino al 529 d.C, quando venne definitivamente chiusa dall'imperatore Giustiniano.
La scuola era un'associazione religiosa, dedicata al culto delle muse, ma soprattutto un importante luogo di studi, in cui studenti ed inseganti facevano vita comune; a loro disposizione vi era una biblioteca e materiale di tipo didattico e scientifico.
L'Accademia era frequentata da numerosi giovani Aristocratici di Atene e dell'intero mondo greco, oltre che filosofi, matematici, astronomi e scienziati.
Viaggi a Siracusa
Platone
By: Romano Asya
Cigarini Maddalena
Spinelli Eleonora
Il primo viaggio a Siracusa
Il primo soggiorno a Siracusa si verificò nel 388 a.C presso Dionigi il vecchio; qui Platone conosce Dione ,con cui crea un legame d'amicizia;Il viaggio non avrà però eisti positivi: il filosofo è ostacolato da tiranno che non gli consente di fare ritorno ad Atene .
Il secondo viaggio a Siracusa
Il secondo viaggio si svolgerà nel 367 a.C. ,quando Platone verrà chiamato da Dione, con lo scopo di educare il sovrano Dionigi il giovane ad una condotta improntata sulla tolleranza, con riforme non violente. Anche questo viaggio però si concluderà con un fallimento da parte del filosofo Greco.
L'ultimo viaggio a Siracusa
Nel 361 a.C il filosofo si recherà nuovamnete a Siracusa sotto richiesta di Dione e Dionigi, con lo stesso scopo del precedente viaggio; come il primo e il secondo anche questo si concluderà con un fallimento.
La situazione politica ad Atene
La guerra del Peloponneso (431-404 a.C.), che vide scontarsi le due città rivali, Atene e Sparta,fu il conflitto più sanguinoso verificatosi nell'antica grecia.
Essa lasciò il territorio in grave stato di crisi; per questo motivo nel 404/403 a.C. ad Atene fu scrittta una nuova costituzione affidata ad una commisione di 30 uomini , i quali passarono alla storia come " i 30 Tiranni".
Essi ridussero notevolmente il numero di cittadini con pieni diritti ed eliminarono tutti i possibili avversari politici per poi insturare un regime sanguinoso e di terrore.
Ad Atene venne infine instaurata la democrazia ,che però si macchiò a sua volta di azioni ingiuste. Questo periodo di decadenza e ingiustizia toccò profondamente Platone,come testimonia la lettera VII.
Durante il suo percorso filosofico, Platone svolse diversi viaggi con lo scopo di convincere i sovrani della regione a orientare la propria politica sulla base delle idee da lui professate. Tra i viaggi più famosi vi sono quelli a Siracusa, città nella quale il filosofo si recò diverse volte.

Platone fu uno dei filosofi più importanti della storia; nacque ad Atene nel 427 a.C da una famiglia Aristocratica. Egli divenne, nel 408 a.C, discepolo e grande amicodi Socrate, I quali insegnamenti segnarono e influenzarono fortemente il percorso filosofico di Platone. Nel 387 a.c. fondò l'Accademia, imporatnte scuola filosofica che persisterà per 900 anni.
Platone cessò di vivere nel 347 a.C. ad Atene, all'età di ottant'anni.
Le opere
Le opere di Platone furono scritte in una cinquantina di anni a partire dalla morte di Socrate. Durante qusto arco di tempo si dedicò alla scrittura di 34 Dialoghi, 13 lettere e l'Apologia di Socrate.
Come il maestro,anche Platone prediligeva il confronto parlato rispetto alle opere scritte, ma riconosceva ugualmente l'importanza di quest'ultime. Scelse quindi di adoperare la forma dialogica poichè essa è quella che meglio si presta a esprimere l'idea di verità come ricerca continua e interpersonale.
L'Apologia di socrate
La Lettera
Fu scritta nel periodo giovanile di Platone e venne elaborata tra il 399 a.C. e il 388 a.C.
Essa rappresenta la fonte più credibile riguardo al processo di Socrate; durante il racconto emerge il compito del filosofo, ovvero quello di ricercare la verità e la giustizia, seguendo la ragione e non il proprio interesse.
La vita viene concepita come ricerca appasionata del sapere vero e della virtù. Inoltre il filosofo ribadisce che le leggi vadano sempre rispettate, indipendentemente dal fatto che esse siano giuste o meno.

Discorso di Socrate dopo la condanna a morte
"VII"
Venne scritta successivamente alla morte di Dione, quindi dopo il 354 a.C.
Platone narra le principali fasi della sua formazione filosofica e politica, soffermandosi particolarmente sul fallimento dei tre tentativi fatti a Siracusa per cercare di riformare la città ponendovi a capo un re filosofo. Platone ha dunque l'occasione di riflettere sulla sua vita fornendoci un'importantissima fonte biografica.
Il Mito
Platone miscelava sapientemente parti concettuali a parti narrative; quest'ultime sono rappresentate dai miti, i quali venivno modificati o inventati dal grande filosofo.
Possiamo attribuire al Mito Platonico una duplice funzione:
il principlae scopo era quello di comunicare dottrine particolarmente complicate in modo semplice e intuitivo.
veniva inoltre utilizzato per alludere a realtà che vanno al di liti dell'indagine razionale, le quali non possono essere dimostrate attraverso la ragione filosofica.
Full transcript