Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Due Gottarelli in restauro

Coinvolgente percorso che segue il restauro delle due pale di altare raffiguranti l'Annunciazione e Il martirio di San Bartolomeo (Chiesa dell'Assunzione di Maria Vergine di Pontesanto- Imola)
by

Patrizia Camino

on 3 August 2015

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Due Gottarelli in restauro

L'Annunciazione e Il Martirio di San Bartolomeo:
due Gottarelli in restauro

Negli altari laterali della chiesa dell'Assunzione di Maria Vergine di Pontesanto sono collocati due dipinti, opera del pittore Angelo Michele Gottarelli (Castel Bolognese 1740- Imola 1813).

Il diffuso apprezzamento negli anni del Sette e Ottocento, fruttò al pittore una ricca produzione artistica, anche se limitata geograficamente ad una definita zona della Romagna; infatti lasciò molte opere a Imola, Medicina, Lugo, Riolo Terme e nella sua città natale.

Le opere risentono dell'influenza del pittore Vittorio Maria Bigari che fu maestro di A. M. Gottarelli, tuttavia in alcuni dei suoi quadri si possono notare analogie con lo stile dei Gandolfi.

I suoi dipinti a olio, in prevalenza pale d'altare, sono caratterizzati da una stesura del colore a velatura, cosicchè la trasparenza dello strato preparatorio di colore rosso dona al recto una tonalità calda e particolare.

L'Annunciazione
Il dipinto è datato intorno al 1770 ed è un olio su tela.
Vi è raffigurata l'Annunciazione, infatti in basso a sinistra c'è la Vergine inginocchiata, alla sua destra l'Arcangelo Gabriele portatore dell'annuncio. In basso a destra, un piccolo angelo sostiene un libro aperto su cui si legge "Ecce ancilla Domini fiat mihi secundum verbum tuum".
Il martirio di San Bartolomeo
Il dipinto è datato intorno alla fine del Settecento, è un olio su tela il cui soggetto è il martirio di San Bartolomeo. Infatti si può osservare, nella parte centrale del quadro, il Santo attorniato da quattro uomini che stanno per iniziare la martirizzazione.
Pulitura
Intervento autorizzato da Soprintendenza BBSSAA Bologna
prot. n°0004787 e n°0004791
Eseguito da
Patrizia Camino Restauro Beni Artistici

con il contributo della
Originariamente i dipinti si trovavano nella chiesa dell'Olivo, solo nei primi decenni dell'Ottocento furono acquistati da Don Antonio Fanti per la chiesa di Pontesanto. In particolare, "L'Annunciazione" fu collocato nell'altare di sinistra, invece "Il martirio di San Bartolomeo" è situato in quello di destra.
Le due opere versavano in uno stato di degrado dovuto al tempo. Per questo motivo necessitavano di un intervento di restauro che ha avuto inizio nel mese di febbraio.
L'avanzato degrado ostacolava la chiara lettura della scena raffigurata. Questo particolare stato era dovuto all'alterazione di materiali usati in interventi conservativi non ortodossi, inoltre infiltrazioni di acqua avevano macchiato i colori originari a discapito dei pigmenti più delicati, come i rossi.
Anche il supporto non era in buone condizioni, in quanto la tela non era più correttamente tesa sul telaio, creando rilassamenti che contribuivano al distacco della preparazione.
I dipinti necessitavano di una accurata pulitura per il completo recupero.
Sia lo sporco presente sul recto, sia i materiali non coevi sovrammessi, sono stati rimossi con solventi idonei, recuperando così gli antichi colori.
Saggi di pulitura de "L'Annunciazione"
Saggi di pulitura de
"Il martirio di San Bartolomeo"
Molto importante è il rintelaggio dei quadri.
Dopo aver pulito a bisturi il retro si applica colla appositamente preparata per fare aderire la stoffa di lino tesa su telaio provvisorio.
Con questa operazione si darà nuovo sostegno alla tela antica e il trattamento termico successivo ne appianerà le malformazioni.
Rintelaggio
Stesura della colla per applicare la nuova tela
Trattamento termico per garantire aderenza e sostegno.
Operazione di pulitura del retro tela.
Restauro pittorico
Successivamente si effettuerà una corretta presentazine estetica dell'opera.
Si riempiranno con stucco le lacune; queste e le zone interessate da una mancanza del colore originario saranno integrate eseguendo il restauro pittorico. Infine si applicherà una vernice protettiva conferendo al recto una giusta rifrazione della luce.
Lo stato di degrado della tela impediva di riconoscere chiaramente il soggetto raffigurato, a causa dell'alterazione dei materiali risalenti a precedenti tentativi di recupero. Anche i colori originali risultavano alterati siccome macchiati in seguito a infiltrazioni di acqua. Infine la tela, non più correttamente tesa sul telaio, aveva provocato distaccamenti della preparazione dal supporto.
La retro illuminazione permette di cogliere chiaramente quanto sia sottile la pellicola pittorica stesa a velatura.
Le zone in cui passa più luce sono quelle con maggiore trasparenza della preparazione.
Presentazione di Martina Greco

Riprese fotografiche: Sergio Orselli Conselice, Patrizia Camino Imola
Esempi di lacune e risarcimenti a stucco (contrassegnati con i cerchi bianchi nell'immagine a sinistra)
Esecuzione del ritocco pittorico a velatura sulle piccole lacune del volto della Vergine
Esempio di ritocco a tratteggio effettuato sulle mancanze più estese
L'Annunciazione a restauro concluso
Il martirio di San Bartolomeo dopo il restauro
Full transcript