Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Terremoti

No description
by

jacopo ricciardi

on 27 May 2015

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Terremoti

DEFINIZIONE DEI TERREMOTI
I terremoti sono dei
movimenti della terra
, detti anche
sismi o scosse
telluriche, sono vibrazioni o oscillazioni improvvise, rapide e più o meno potenti, della crosta terrestre, provocate dallo
spostamento improvviso di una massa rocciosa nel sottosuolo.
Giappone
Terremoti
Come si originano
Intensita'
Magnitudo
scala mercalli
scala richter
Tsunami
Cosa sono?
Si iniziano a studiare dal XIX secolo, con la nascita della sismologia.
E si è scoperto che sono vibrazioni del terreno.

La forza originaria o energia di un terremoto è misurata in base a una
scala di magnitudo
, mentre l'intensità della scossa in ogni punto sulla superficie terrestre è misurata in
base a una scala di intensità
.
Come si registrano?
I terremoti si misurano con il
SISMOGRAFO
.
Tale spostamento è generato dalle forze di
natura tettonica
che agiscono costantemente all'interno della crosta terrestre provocando la liberazione di energia in una zona interna della Terra detta
ipocentro
tipicamente localizzato al di sopra di fratture presenti della crosta dette
faglie
I sismografi si trovano nelle stazioni di rilevamento sismico
Quando il suolo si muove
durante un terremoto, i sismografi, fissati sul terreno, registrano tramite un pennino sia la durata sia le caratteristiche delle onde sismiche.
sismogramma
A partire dalla frattura creatasi una serie di onde elastiche, dette "onde sismiche", si propaga in tutte le direzioni
dall'ipocentro
, dando vita al fenomeno
osservato in superficie.
La scala di magnitudo del momento sismico (conosciuta anche con l'acronimo inglese
MMS
, moment magnitude scale) è utilizzata dai sismologi per misurare le dimensioni dei terremoti in termini di energia liberata.

La scala fu sviluppata negli
anni settanta
come aggiornamento della scala Richter
degli anni trenta.
I sismografi
registrano gli spostamenti del terreno
dopo il verificarsi del terremoto,
non sono in grado di prevedere
e non sono in grado di stabilire i danni provocati da un terremoto ma servono a studiarne gli aspetti scientifici.
I terremoti non sono prevedibili
, ma possiamo sapere dove potrebbero avvenire perché le
zone in cui si manifestano sono sempre le stesse.
Il tsunami è un anomalo moto ondoso del mare, originato da un
terremoto sottomarino
o da altri eventi che comportino uno spostamento improvviso di una grande massa d'acqua quali, per esempio, una frana, un'eruzione vulcanica sottomarina o un impatto meteoritico.
La Scala Mercalli non è definita in relazione a grandezze fisiche, con misurazioni quantificabili oggettivamente come ampiezza della scossa, velocità di picco, accelerazione, o periodo e ha, quindi, il vantaggio di essere utilizzabile anche in assenza di strumentazione specifica.
A differenza della scala Mercalli, che valuta l'intensità del sisma basandosi sui danni generati dal terremoto e su valutazioni soggettive, la magnitudo Richter tende a
quantificare l'energia sprigionata
dal fenomeno sismico su base puramente strumentale. La magnitudo Richter
è stata definita per non dipendere dalle tecniche costruttive in uso nella regione colpita.
Sviluppata nel
1935
da
Charles Richter
in collaborazione con Beno Gutenberg, entrambi del
California Institute of Technology,
la scala era stata originariamente studiata solo per essere usata in una particolare area della California e solo su sismogrammi registrati da un particolare modello di sismografo: quello a
torsione di Wood-Anderson.
Giappone
Una descrizione del sensore

Il cuore del sismometro di Wood-Anderson è rappresentato da un pendolo a torsione, che svolge la funzione di elemento sensibile. Si tratta di un sottile filo teso verticalmente, al centro del quale è attaccata una piccola placchetta metallica che funge da peso. Quando vi sono dei movimenti orizzontali – anche piccolissimi – del suolo, la placchetta oscilla leggermente e un raggio di luce, riflesso da uno specchio fissato su di essa, permette di amplificare e far percepire questi spostamenti a un sensore elettrico collegato a un computer.
In data 11 marzo 2011, il Giappone ha subito il peggior terremoto della sua storia (e uno dei peggiori nella storia del pianeta). Il terremoto del Tohoku del 2011 ha misurato
9.0 gradi di magnitudo momento
, e Shindo 7 nella città di Kurihara, e ha prodotto uno tsunami la cui altezza massima è stata di oltre
40
metri. Nonostante fosse stato dato l'allarme, in migliaia hanno perso la vita in seguito al terremoto e al conseguente tsunami. Oltre
100.000 edifici sono stati danneggiati, mentre diverse città sono state completamente rase al suolo.
Centinaia di
scosse di assestamento
, tra cui alcune di
oltre 7 gradi Richter, si sono susseguite dopo il terremoto principale
. In seguito al
disastro della centrale di Fukushima
, vi è stata una crescita della preoccupazione e dell'attenzione verso gli standard di progettazione sismica nucleari giapponesi, in quanto gli avvenimenti sono stati classificati dall'Agenzia per la sicurezza nucleare e industriale del Giappone al grado 7 della scala INES, il massimo, a pari livello con il disastro di Černobyl'
E' stato il più grave incidente mai verificatosi in una centrale nucleare
I terremoti e l'attività sismica in Giappone
hanno una lunga storia
, essendo un'area ad alto rischio sismico
a causa della sua posizione geografica situata in prossimità dei confini delle maggiori placche tettoniche.
Dal primo terremoto documentato nel 599 fino all'ultimo, il terremoto del Tohoku del 2011, questa voce ripercorre la storia dei terremoti di maggiore intensità avvenuti sul suolo nipponico.
In giapopne sono preparati ai terremoti ma non ad uno così forte, che ha devastato le città e la centrale nucleare.
Sitografia
Moodle
Wikipedia
YouTube
Google immagini
Charles Richter, l'inventore della magnitudo Richter, distinse intensità e magnitudo come segue:
« Preferisco usare l'analogia delle trasmissioni radio. Viene applicata in sismologia perchè i sismografi, o i ricevitori, registrano le onde di disturbo elastico, o onde radio, che sono irradiate dalla sorgente del terremoto, o stazioni radio. La magnitudo può essere paragonata alla potenza emessa in kilowatt delle stazioni radio. L'intensità locale in base alla scala Mercalli è dunque comparabile alla forza del segnale dal ricevitore alla località dove arriva; vale a dire la qualità del segnale. L'intensità, come la forza del segnale, generalmente cadrà distante dalla sorgente, sebbene dipenda anche dalle condizioni locali e dal percorso dalla sorgente al punto specifico.
Due diversi tipi di scale ugualmente importanti sono usate comunemente dai sismologi per descrivere i terremoti.
Realizzato da:
Medini Gianluca
Riccomini Giacomo
Ricciardi Jacopo
Full transcript