Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

HIV & AIDS

No description
by

Lucylenia De Bonis

on 7 December 2013

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of HIV & AIDS

NEW YORK - Un vaccino sperimentato sulle scimmie è riuscito a eradicare completamente il virus dell'Hiv. Sono bastati pochi giorni e un mix di anticorpi per eliminare il virus nel sangue delle cavie da laboratorio. Lo studio, pubblicato su Nature, è stato coordinato dal professor Dan Barouch della Harvard Medical School di Boston. Presto il test verrà provato sull'uomo. Il gruppo di esperti è convinto che la scoperta potrebbe rivoluzionare le ricerche e portare a nuove cure. Si tratta del secondo vaccino con effetti positivi, dopo quello provato recentemente dai ricercatori della Oregon Health and Science University.

da "la Repubblica", 31 Ottobre 2013
AIDS
Acquired
Immune
Deficiency
Syndrome
L'AIDS, letteralmente
Sindrome da Immunodeficienza Acquisita
, è una malattia che impedisce al sistema immunitario di difendere l'organismo.
Di conseguenza questo, colpito dalle infezioni cosiddette "opportunistiche", porta il paziente che ne è affetto alla morte.
Fino ad oggi non esiste una cura o un vaccino per eliminare definitivamente l'HIV dal corpo, nonostante di giorno in giorno vengano condotti continui esperimenti dagli studiosi di tutto il mondo.
Anzitutto c'è da chiarire un aspetto fondamentale:
HIV
e
AIDS

non sono la stessa cosa
.
Le persone che contraggono il virus HIV (sieropositive) non sono malate di AIDS, anche se sono destinate a diventarlo, salvo casi rarissimi.
La sieropositività è quella condizione in cui viene riscontrata la presenza di anticorpi anti-HIV, ma non sono ancora comparse le infezioni opportunistiche. Solo quando quest'ultime si presenteranno si potrà parlare di AIDS.
L'HIV si trasmette attraverso lo scambio di fluidi corporei infetti, in qualsiasi stadio della malattia. I fluidi che possono veicolare efficacemente il virus sono:

Sangue;

Liquido seminale e secrezioni vaginali;
Latte materno delle persone "siero positive".


La saliva non è fra questi, dunque è una falsa credenza che l'infezione da HIV possa contagiarsi tramite il bacio.

Trasmissione e contagio

La trasmissione ematica dell’HIV è legata anche a pratiche molto diffuse di condivisione della droga e della siringa tra gruppi di giovani in momenti di aggregazione; negli anni ottanta questa rappresentò infatti la principale forma di contagio nei paesi mediterranei.

L'immissione di sangue infetto nel circolo di un soggetto sano genera un'infezione pressoché certa. Questo tipo di contagio era molto frequente prima della messa a punto del test HIV, tramite trasfusioni di sangue infetto (ad esempio per pazienti emofiliaci), trapianti di organi di donatori infetti e accidentali casi di ferimento con strumenti quali rasoi, aghi (anche da tatuaggio) o bisturi appena venuti in contatto con materiale infetto, soprattutto in ambito professionale.
L'esclusione sistematica dalle donazioni dei soggetti infetti e la sterilizzazione di tutti gli strumenti che entrano in contatto col sangue ha reso questo tipo di contagio molto raro.
Oggi la maggior parte delle nuove infezioni del virus dell'HIV avviene attraverso rapporti sessuali non protetti, sia etero che omosessuali.
Lo sperma è mediamente più infettante delle secrezioni vaginali, perché oltre al virus libero può contenere linfociti infetti.

Il preservativo, impedendo il contatto tra mucose genitali e secrezioni potenzialmente infette, è un presidio sanitario di provata efficacia: il suo uso corretto rende il sesso sicuro e impedisce il contagio da tutte le malattie sessualmente trasmissibili.
L'uso del preservativo riduce dell'85-90% la possibilità di contagio.
Secondo dati ufficiali sono circa 38,6 milioni le persone al mondo contagiate dal virus dell'HIV con una grande prevalenza nell’Africa subsahariana dove si concentra il 68% circa dei casi. In Italia vengono diagnosticati circa 6,7 nuovi casi di sieropositività per HIV ogni 100.000 abitanti ogni anno, e circa 1.200 casi di AIDS l'anno, con maggiore incidenza nelle regioni del centro-nord rispetto al sud ed alle isole.
Circa 7mila persone nel mondo vengono infettate ogni giorno dall'Aids e circa la metà dei 33 milioni di persone affette da Hiv non sanno di averlo. Lo rivela un Rapporto pubblicato dalle Nazioni Unite nel giugno 2011.
A livello mondiale ogni giorno 2.500 giovani vengono contagiati dal virus.
Secondo il rapporto, nel 2009 i giovani dai 15 ai 24 anni incidevano per il 41% dei nuovi contagi tra gli adulti sopra i 15 anni. Si stima che, in tutto il mondo, 5 milioni (da 4,3 milioni a 5,9 milioni) di giovani in quel gruppo di età fossero sieropositivi nel 2009. Nel gruppo di età compresa tra i 10 e i 19 anni, nuove stime parlano di 2 milioni (da 1,8 milioni a 2,4 milioni) di adolescenti sieropositivi. Questi adolescenti vivono per la maggior parte nell’Africa sub-sahariana e sono perlopiù di sesso femminile e inconsapevoli della loro condizione di sieropositività. livello globale, le giovani donne costituiscono più del 60% di tutti i giovani che convivono con l’Hiv. Nell’Africa sub-sahariana, questa percentuale sale addirittura al 72%.
Le droghe non fanno venire l'AIDS, ma AIDS e droghe (tutte le droghe, ecstasy e alcol compresi), sono ottimi amici e fedeli alleati.
Questo perchè le droghe ti fanno dimenticare i pericoli, tutti i pericoli, persino l'AIDS, e molte droghe (come cocaina ed ecstasy) ti fanno sentire veloce, indistruttibile e affascinante come Brad Pitt!
Adesso tu puoi dire " che bello! Viva le droghe!", ma devi sapere che esse hanno anche degli effetti non proprio carini, infatti alcune droghe possono farti morire e ti cambiano la vita in peggio; ma non durano per sempre, infatti quando il loro effetto sarà svanito ti accorgerai dei rischi che hai corso e forse in quel momento sarà troppo tardi.
Non possiamo impedire a nessuno di comportarsi da persona infantile che non si prende le proprie responsabilità, però possiamo cercare di farlo ragionare in qualche modo.
Quindi adesso sorge spontanea la domanda: Come fare a evitare di contrarre l'AIDS?
L'unico modo per proteggerti è evitare di avere rapporti sessuali occasionali.
Che cosa puoi aspettarti da una relazione nata per caso, magari in discoteca, tra due persone che praticamente non si conoscono?
Che futuro può avere una relazione così?
L'esperienza insegna che ciò che nasce per caso, muore anche per caso, e che la maggior parte di queste "storie" finisce all'alba. Queste storie nate sotto l'influsso di droghe sono "storie tossiche", perchè quello che le tiene insieme non sono sentimento e ragione, ma sostanze estranee al corpo; sono storie in cui manca
la fiducia
.

L'uso di farmaci attivi sul virus HIV riduce il rischio di trasmissione del virus dalla madre al figlio, ma non lo annulla.
H.I.V.
Full transcript