Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Google Glass UniBo Prezi

No description
by

Мила Томова

on 30 May 2013

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Google Glass UniBo Prezi

What people think about Google Glass? * 62 intervistati:
17 si 34 solo 11 ne ho solo sentito parlare L’opinione del social network per eccellenza Abbiamo deciso di sottoporre ai nostri contatti facebook un piccolo sondaggio per avere un quadro generale della situazione. Il nostro campione di riferimento è costituito da un target giovane, con discrete conoscenze circa la tecnologia e l’informatica. Nonostante il nostro sondaggio sia andato a colpire uno dei segmenti più vivi e vitali dei target delle imprese tecnologiche, non abbiamo avuto riscontri incoraggianti circa la conoscenza di Google Glass. La maggior parte infatti degli intervistati ha risposto con “Ne ho solo sentito parlare”, il che indica una conoscenza parziale del prodotto, che non è stato in grado di coinvolgere il pubblico ad approfondire la conoscenza stessa. Il concorso di Google All’inizio del 2013, Google ha promosso un contest su twitter, chiamato “#ifihadglass”. In questo concorso, i follower di Google su twitter hanno avuto la possibilità di esprimersi, dicendo cosa avrebbero fatto se avessero avuto un paio di Google Glass. Alla fine del concorso sono stati selezionati i 10 migliori tweet, e i loro autori sono stati premiati con la possibilità di diventare beta-tester per Google. Dopo il periodo di testing, i 10 vincitori sono stati ricompensati con la possibilità di tenere per se i 10 Google Glass. * Fonte: http://www.businessinsider.com Quanto credete che possa vendere nei prossimi tre anni? Questa è la domanda che è stata sottoposta a circa 700 persone, con i seguenti risultati: Google Glass’ troubles Nel settore tecnologico sono tanti gli appassionati, i cosiddetti “techno-geek”, e sono tanti i modi che questi fan hanno a disposizione per comunicare i loro pareri circa le ultime novità sul mercato. Abbiamo quindi raccolto quelle che sono i problemi principali riscontrati nei Google Glass. * Beta: Con teconologia Beta si intende un tipo di prodotto nuovo sul mercato, che nel giro di pochissimo tempo sarà ormai surclassato da ulteriori miglioramenti. Il prezzo
Non tutti gli appassionati di tecnologia sono disposti a pagare cifre esorbitanti per una tecnologia cosiddetta “Beta”*. Gli occhiali per la realtà aumentata si aggirano infatti su 1500$ l’uno. La maggior parte degli appassionati infatti dichiara di essere disposta a pagare al massimo 300$, ben lontani dal prezzo di lancio previsto. Mal di testa.

Questo punto è tuttora contrastante, su forum e blog di appassionati si può assistere ad un dibattito accesissimo, da un lato c’è chi non ha avuto problemi di alcun tipo, e dall’altro c’è chi sostiene che il dispositivo di casa Google possa causare forti mal di testa, dovuti alla troppa vicinanza tra occhio e display. La batteria.
La durata della batteria è molto breve, si aggira infatti sulle 3-3,5 ore, che per un prodotto creato per garantirti un contatto virtuale con il mondo 24/24h è veramente molto poco. Ma perché? Quali sono i problemi che gli utenti hanno rilevato in Google Glass? Come si può notare dal grafico, la maggior parte del pubblico pensa che le vendite di Google Glass ammonteranno tra le 0 e le 250mila unità, vendute nei primi tre anni. Google Glass Vs Smartphones
Il prodotto che si propone come una valida e futuristica alternativa agli smartphones, in realtà, necessita proprio di questi ultimi per poter accedere alla rete internet e alla rete bluetooth. Gli occhiali di Google infatti sono privi dei punti di accesso fisici che gli garantiscano di collegarsi al web. Forse questo è il punto che più lascia basiti i techno-geek di tutto il mondo, e a ragion veduta. Software.
Il sistema vocale, a detta di alcuni dei beta tester, sarebbe leggermente buggato*, a volte il sistema di ricerca che dovrebbe avviarsi solo con il comando vocale “Ok Glass” parte in automatico. Hardware.
La struttura fisica del prodotto impedisce a chi li usa di piegarli come un normale paio di occhiali da vista, le astine infatti sono rigide e non prevedono la possibilità di ridurre lo spazio che occupano. *Buggato: Con problemi di bug, ovvero difficoltà di esecuzione di programmi interni al sistema operativo. Complotti e Google Glass Da sempre, quando si è di fronte a nuove tecnologie, il pubblico si spacca in due, chi ne è entusiasta e chi invece ne è spaventato. I Google Glass stanno già sollevando scalpore, corrono voci sul web di locali pubblici che hanno costretti i beta tester ad uscire da lì, giustificandosi dietro ad una non meglio specificata necessità di mantenere la privacy all’interno del locale stesso. Uno degli esempi più simbolici del complottismo che dovrebbe giacere dietro a Google Glass è dato dal sito “stopthecyborg”, da sempre araldo della teoria del presunto controllo mentale che le lobby tecnologiche stanno cercando di ottenere su di noi. Ecco la foto della maglietta in vendita sul sito. Conclusioni Come per ogni primo prodotto di un “filone tecnologico” ci sono pareri molto discordanti. C’è chi non lo conosce, chi invece non vede l’ora di averlo tra le mani, c’è chi crede che possa essere il futuro e chi crede che nel giro di un anno cadrà nel dimenticatoio. A nostro modo di vedere, l’idea ha un grandissimo potenziale, che potrebbe spingerlo ad essere un “must-have” per ogni appassionato di tecnologia (e non). Attualmente abbiamo visto quali sono i punti di forza di Google Glass, bisogna per ricordarsi anche di tutti quei pareri negativi circa i difetti, a volte anche gravi, di questo prodotto. I Google Glass che il mondo ha potuto testare sono ancora dei prototipi, qualora lo staff della grande G riesca a correggerli, migliorandoli ulteriormente si potrà iniziare a parlare di una commercializzazione di massa veramente di successo. Gruppo G.G.P.M.
Full transcript