Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Colonialismo Imperialismo

No description
by

sara ferrari

on 7 April 2013

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Colonialismo Imperialismo

L’età dell’imperialismo Europa + Giappone e USA
Tra il 1870 e il 1914: Fase aggressiva della conquista coloniale
caratterizzata da:
estensione dei domini coloniali
giustificazione ideologica sulla base di teorie positiviste e darwiniste (pretesa gerarchia di razze e popoli)
espressione dell’ideologia nazionalista Nazionalismo
Colonialismo
Imperialismo Le missioni protestanti e cattoliche si moltiplicano in corrispondenza
dell’interesse degli stati imperialistici
Le vie… Le esplorazioni geografiche e scientifiche, si intensificano nell’età dell’imperialismo:
6 prima del 1850
24 tra il 1850 e il 1900 Le vie… spinto da una campagna d’opinione pubblica nella quale convergono:
gli interessi finanziari del Banco di Roma
l’ideologia nazionalista
la “cultura della guerra” come “igiene del mondo”
il governo Giolitti decide la conquista della Libia (1912)
l’Italia di fronte all’imprevista resistenza libico-turca
porta la guerra al cuore dell’impero ottomano
la sconfitta della Turchia
determina l’indebolimento dell’impero ottomano
mette in movimento le nazionalità balcaniche Guerra di Libia Dal 1881 conquista militare dell’Africa
completa , eccetto l’Etiopia e la Liberia. L’Africa
spartita
(1914) Nel centro dell’Africa: le linee di continuità degli imperi coloniali di Francia e Inghilterra:
1898 incidente di Fashoda sull’alto Nilo
soluzione “amichevole”: la Francia abbandona la postazione
Causa: la crescente potenza tedesca preoccupa entrambe
è questo il primo passo verso la “cordiale intesa” Un potenziale conflitto coloniale tra Francia e Inghilterra si capovolge nella “cordiale intesa” Articolo 6.
“le nazioni firmatarie proteggeranno tutte le istituzioni religiose, scientifiche o caritatevoli… tendenti a istruire gli indigeni e a far loro comprendere e apprezzare i vantaggi della civiltà”
Decisioni:
libero commercio in tutto il bacino del Congo e del Niger
impegno a vietare e combattere la tratta degli schiavi
Clausole per le nuove annessioni:
Notifica alle altre potenze firmatarie
Obbligo di assicurare un’autorità sufficiente a far rispettare i diritti acquisiti
Accettazione della clausole del trattato La conferenza di Berlino
15 novembre 1884 - 26 febbraio 1885 … ma chi ci può assicurare che un giorno le popolazioni di razza negra… non abbiano ad assalire le nostre colonie?
… bisogna affermare apertamente che le razze superiori hanno effettivamente dei diritti su quelle inferiori...
… cui fa riscontro un dovere che loro incombe: quello di civilizzare le razze inferiori.
… le nazioni al giorno d’oggi non sono grandi che per l’attività che svolgono; la loro grandezza NON è dovuta al “pacifico splendore delle istituzioni”. 28 luglio 1885
Jules Ferry, presidente del consiglio francese, per convincere i deputati sulla necessità di procedere all’occupazione militare delle colonie fondate dall’esploratore Brazzà: … i mezzi: Oggetto: l’Africa

vi partecipano le maggiori nazioni europee, compresa l’Italia
Leopoldo II, interessato alla sovranità sul bacino del Congo,
giustifica ideologicamente la conquista. «L’argomento che ci riunisce…
… aprire alla civiltà l’unica parte del globo in cui essa non è ancora penetrata, squarciare le tenebre che avvolgono intere popolazioni,
è questa una crociata degna di questo secolo di progresso…
… discutere e stabilire insieme
le vie da seguire,
i mezzi da usare
per inalberare il vessillo della civiltà».


Leopoldo II, re del Belgio Conferenza geografica
Bruxelles 12-19 settembre 1876 Prima metà 800
Il controllo europeo si limita alle regioni costiere che servono da:
punti di appoggio per la via alle Indie
mercati per il commercio degli schiavi La spartizione dell’Africa Seconda metà Ottocento
aumenta interesse per:
risorse naturali
materie prime per l’industria in espansione
area di espansione dei nazionalismi emergenti
testimoniato dall’intensificarsi delle esplorazioni scientifiche e geografiche La Russia ha sempre perseguito una politica di influenza-espansione lungo due direttrici: I Balcani, sostenendo le popolazioni slave, in vista di uno sbocco sul Mediterraneo








L’oceano Indiano, attraverso il controllo di Iran e Afghanistan Espansionismo russo
nella seconda metà dell’800 Nazionalismo di fine ’800:
ideologia autoritaria e aggressiva che afferma la particolarità e la pretesa superiorità di una singola nazione
strumento di mobilitazione delle masse Nazionalismo ’700:
ideale universalistico
riconoscimento del diritto all’autodeterminazione e all’indipendenza delle nazionalità Nazionalismo ESALTAZIONE
della nazione, entità superiore a ogni altro valore
del sentimento e
della guerra e
razzismo e antisemitismo

DISPREZZO
per la ragione
del pacifismo
del liberalismo
del socialismo
dei principi democratici Inaugurazione il 17 novembre 1869
Realizzato con investimenti di capitale pari a 200 milioni di franchi suddivisi in 400.000 azioni di 500 franchi ciascuna:
207.000 azioni a capitale francese
192.000 azioni dello stato egiziano (Isma’il Pascià)
11.000 altri stati (tra cui l’Italia)
1888: la convenzione di Costantinopoli prevede l’apertura del canale a tutti i convogli mercantili e militari Il canale di Suez:
chiave della politica coloniale nell’area ma dal 1882 il canale è sotto il controllo inglese Russia: accesso al Mediterraneo attraverso gli stretti
Inghilterra: controllo via all’India
Italia: affermazione nell’area Mediterranea
Francia: espansione nell’Africa nord-equatoriale Gli interessi in Medio Oriente e Nord-Africa:
per tutto l’Ottocento sono di natura strategica; solo dal primo decennio del Novecento entra in gioco il petrolio Con la costruzione della ferrovia Berlino-Bagdad,
la Germania entra nel gioco in Medio Oriente Ragioni sociali:
proiezione all’esterno dei conflitti interni
nazionalizzazione delle masse Ragioni politiche
prestigio dello stato-nazione
egemonia internazionale Ragioni ideologiche
nazionalismo
razzismo IMPERIALISMO Imperialismo e conquista coloniale 6 8 1 2 5 7 4 3 Aree nelle quali esistono potenziali conflitti di interesse tra gli espansionismi imperialisti:

Medio Oriente
Inghilterra Francia Germania
Russia
Afghanistan e Persia
Russia
Inghilterra
Cina
Inghilterra
Russia
Giappone
Stati Uniti Asia tra ’800 e ’900 L’età dell’imperialismo


La spartizione dell’Africa

La penetrazione in Asia

Gli interessi in Medio Oriente vs la RUSSIA
Full transcript