Loading presentation...
Prezi is an interactive zooming presentation

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

CITTADINANZA DIGITALE

No description
by

MONICA SANFILIPPO

on 1 December 2016

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of CITTADINANZA DIGITALE

CITTADINANZA DIGITALE
consapevolezza e senso critico
nell'era del web

Chi è il cittadino digitale?
Normativa di riferimento
SCUOLA DIGITALE
Alfabetizzazione
Comportamento
La Raccomandazione europea del Parlamento europeo e del Consiglio, emessa il 18 dicembre 2006, inserisce la
competenza digitale
tra le
otto competenze chiave*
ritenute essenziali per la realizzazione e lo
sviluppo personale, la cittadinanza attiva, l’inclusione sociale e l’occupazione
.

“La
competenza digitale
consiste nel saper utilizzare con dimestichezza e spirito critico le tecnologie della società dell’informazione per il lavoro, il tempo libero e la comunicazione. Essa è supportata da abilità di base nelle TIC: l’uso del computer per reperire, valutare, conservare, produrre, presentare e scambiare informazioni nonché per comunicare e partecipare a reti collaborative tramite Internet”.

Le
competenze chiave
sono riconducibili a tre ambiti interconnessi:
1. costruzione del sé in quanto individuo;
2. costruzione del sé in relazione con gli altri;
3. costruzione del sé in rapporto alla realtà naturale e sociale.

*
COMPETENZE CHIAVE
1. Comunicazione nella madrelingua
2. Comunicazione in lingue straniere
3. Competenza matematica e competenze di base in campo scientifi co
e tecnologico.
4. Competenza digitale
5. Imparare a imparare
6. Competenze sociali e civiche
7. Senso di iniziativa e di imprenditorialità
8. Consapevolezza ed espressione culturali
Attività in classe
Guarda il video
:
Rispondi alle domande
:
1) Che differenza c’è tra bullismo e cyber – bullismo?
2) L’affermazione “in internet posso fare quello che voglio, perché nessuno può scoprirmi” è vera?
3) Hai mai avuto esperienze dirette od indirette di cyber – bullismo?
Guarda il video
:
Rispondi alle domande
:
1) Posso essere sempre sicuro dell’identità dei miei contatti sui social network?
2) Un social network può essere usato come strumento diffamatorio contro qualcuno?
3) Fidarsi sempre o non fidarsi mai: tu che cosa ne pensi?
Guarda il video
:
Rispondi alle domande
:
1) Che cosa significa “adescare” nel linguaggio dei social network?
2) Su che cosa fa leva l’adescatore per far cadere nella sua “rete” la vittima?
3) Sono sicuro di conoscere bene una persona che non ho mai visto o ascoltato? Che rischio corro?
Guarda il video su
:
Rispondi alle domande
:
1) Complicità e colpevolezza nel cyber - bullismo sono la stessa cosa? Rifletti.
2) E’ corretto “postare” il video di uno scherzo senza il consenso del diretto interessato?
3) Come ti sentiresti al posto di Gaetano? Hai mai riflettuto sulle conseguenze di uno scherzo?
Guarda il video su
:
Rispondi alle domande
:
1) Innamorarsi su internet? Quali sono i rischi?
2) Se il tuo amico/a s’innamorasse di qualcuno su internet, cosa gli/le consiglieresti di fare?
Per finire guarda questo video che sintetizza tutto:
a cura della prof.ssa Monica Sanfilippo
è colui che ha un'alfabetizzazione informatica base ed è consapevole dei comportamenti corretti in rete
per approfondire leggi l'articolo -
link
http://ischool.startupitalia.eu/ischool-2/14932-20140518-perche-il-compito-della-scuola-oggi-e-insegnare-la-cittadinanza-digitale
Liceo "Santa Rosa" - Viterbo
in breve
"Perché il PNSD" - https://prezi.com/uzljihlinm8g/scuola-digitale/
(by M.Sanfilippo)
L'ERA DEL DIGITALE E LA RIVOLUZIONE INFORMATICA impongono al docente di valutare non solo le conoscenze (sapere) e le abilità (saper fare e applicare regole, sulla scorta di una guida) degli studenti, ma anche le loro competenze (sapersi orientare autonomamente e individuare strategie per la soluzione dei problemi) in contesti reali o verosimili.
Petanto il docente è chiamato a favorire negli alunni lo sviluppo di atteggiamenti autonomi e consapevoli anche rispetto ai processi sottesi all’impiego e al funzionamento dei dispositivi digitali.

L' obiettivo è formare il
“cittadino digitale”,
ossia colui che:
1. sa come utilizzare le nuove tecnologie in modo critico e responsabile evitandone i pericoli;
2. sfrutta gli strumenti che ha per collegarsi con gli altri e promuovere il rispetto reciproco;
3. si connette alla conoscenza perché sa dove trovarla, come utilizzarla e produrla esso stesso.
L’inclusione digitale offrirà a tutti la possibilità di esercitare una
“cittadinanza attiva”.

La
Carta della Cittadinanza digitale
garantisce a tutti i cittadini di accedere a tutti i dati, documenti e servizi della Pubblica Amministrazione. L’efficacia di tale innovazione sarà influenzata dalla disponibilità del cittadino all’acquisizione, consolidamento e aggiornamento delle competenze digitali e dalla volontà di essere comunità (cit. di Sandro Troia, cittadinanza digitale.eu – 06/01/2016).

La Scuola, per far fronte alle esigenze sopra rilevate, ha istitutito il
PNSD - PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE
Tutte le info. su
http://www.istruzione.it/scuola_digitale/index.shtml
Sicurezza
Partecipazione
Internet - World Wide Web - Web 2.0
Phishing - spam - password - privacy
Social network - Cyber bullismo
web 2.0 - blog - wiki
SICUREZZA - PRIVACY
Video storie per riflettere
Siamo consapevoli che la nostra vita può essere interamente in rete?
I veggenti del terzo millennio
CYBER BULLISMO
Cyberbullismo
-
Azioni aggressive e intenzionali, eseguite persistentemente attraverso strumenti elettronici (sms, mms, foto, video clip, e-mail, chat rooms, istant messaging, siti web, chiamate telefoniche), da una persona singola o da un gruppo, con il deliberato obiettivo di far male o danneggiare un coetaneo che non può facilmente difendersi.
(Patchin, Hinduja, 2006, Smith, 2007, Willard, 2007).

A differenza di quanto accadeva nel tradizionale bullismo in cui le vittime, rientrate a casa, trovavano, quasi sempre, un rifugio sicuro, un luogo che le proteggeva dall’ostilità e dalle angherie dei compagni di scuola, nel cyberbullismo le persecuzioni possono non terminare mai. I cyberbulli, sfruttando la tecnologia, non più vincolati da limiti temporali (la durata della giornata scolastica) e geografici (la presenza fisica degli studenti in un determinato luogo), possono “infiltrarsi” nelle case delle vittime, perseguitandole, 24 ore su 24, con messaggi, immagini, video offensivi, i cui effetti risultano amplificati rispetto alle tradizionali prepotenze.
Video informativi
I social network sono pericolosi?
Cosa conosce un social network su di me?
Chi paga i social network?
Di chi sono foto e filmati che pubblico?
Chi sono gli amici degli amici?
Siti utili
http://www.cyberbullismo.com/
http://www.generazioniconnesse.it/site/it/home-page/
Esistono diverse modalità per perpetrare azioni di cyber bullismo
:
• FLAMING: messaggi online violenti e volgari mirati a suscitare battaglie verbali.
• HARASSMENT: spedizione ripetuta di messaggi offensivi mirati a molestare e/o ferire i sentimenti di qualcuno.
• DENIGRAZIONE: sparlare di qualcuno (via e-mail, SMS, sui social network, ecc.) per danneggiarne gratuitamente e con cattiveria la reputazione
• IMPERSONATION: spacciarsi per un’altra persona per spedire messaggi e/o pubblicare testi reprensibili.
• EXPOSURE: rivelare informazioni private e/o imbarazzanti su altre persone.
• TRICKERY: ottenere la fiducia di qualcuno con l’inganno per poi condividere con altri le informazioni
• ESCLUSIONE: discriminare deliberatamente una persona da un gruppo online per provocarle un sentimento di emarginazione.
• CYBERSTALKING: molestie, persecuzioni e denigrazioni ripetute mirate a intimorire altri utenti.
Che cosa posso fare?
1. puoi salvare le conversazioni che ti feriscono così come le e-mail o i messaggi al cellulare.
2. salvare le tue conversazioni può fornire una prova sicura se arrivi a fare rapporto di qualcuno.
3. se sai che un tuo amico si trova in situazioni spiacevoli come questa prova a parlarci e a dargli qualche consiglio: lo aiuterai vedere i pericoli a cui può andare incontro.

Superkids –– Sicuri in rete

Continua con la playlist
Full transcript