Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

IL MONDO DEL FEUDALESIMO

No description
by

susanne lenz

on 13 October 2015

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of IL MONDO DEL FEUDALESIMO

Quando?

Tra 800 e 1100
Dove?

Nella società europea
Cos'è?

Tipica
organizzazione giuridica e amministrativa
che si fondava su legami personali, sullo scambio di favori tra due individui, entrambi liberi. Il più potente fra i due concedeva all'altro protezione e beni, ricevendone in cambio fedeltà e servizi. Tra questi beni vi era di solito un feudo, cioè la terra più o meno estesa (talvolta per feudo si intende anche una rendita in denaro). Il potente veniva chiamato signore e possedeva terre, uomini, beni agricoli; mentre il suo fedele era detto vassallo.
Il feudalesimo fu un sistema per governare una realtà pubblica sulla base di rapporti privati.



Il feudalesimo come sistema politico
La società feudale e i suoi ceti
I cavalieri dalla storia alla leggenda
Le "canzoni" di gesta:
Chanson de Roland
L'evoluzione del feudalesimo
IL MONDO DEL FEUDALESIMO
La diffusione del sistema feudale in Europa
Inizio del IX sec
Prima metà dell'XI sec.
Fine dell'XI sec.
Prima metà del XII sec.
La struttura generale era quella di un
sistema rigido
, in cui i rapporti sociali s'incanalavano in uno schema a
piramide
: l'inferiore obbediva al superiore, e questi, a sua volta, a chi gli stava sopra.
In quest'epoca fu elaborata
la teoria dei tre ordini,
ad opera del Vescovo Adalberone di Laon. Egli divise la società in tre classi: alla base
laboratores
(lavoratori),
bellatores
(guerrieri) e poi
oratores
(chierici).
I più sfortunati erano i
servi
o
schiavi
. Spesso ridotti in schiavitù dopo una
battaglia perduta
o perché
rapiti
dopo una razzia. Erano considerati
proprietà personale del signore
presso cui vivevano.
Non erano esattamente schiavi, ma erano
legati
, di padre in figlio
alla terra
che lavoravano e non potevano mai staccarsi da essa.
Piccoli proprietari terrieri
che per potere lavorare e produrre, avevano bisogno dell'
appoggio
dei signori, dei loro attrezzi, delle loro strumenti... Con l'andare del tempo il loro numero si ridusse sempre di più.
Era nobile solo chi possedeva il costosissimo
equipaggiamento
del combattimento a cavallo. La categoria si restrinse perciò ai soli vassalli, obbligati dalla natura stessa del loro giuramento a prestare servizio armato al signore.
Verso l'850-870 vassallo s'identificò con cavaliere, ed entrambi questi concetti si riassunsero in quello di nobile.
Quando l'élite di una società è formata in gran parte da combattenti, sorge il problema di come controllare la loro forza ed aggressività. Il problema era posto dai
figli "cadetti",
cioè i nobili non primogeniti.
Il combattimento a cavallo divenne un
privilegio
per ricchi .
Lo sviluppo della cavalleria suggerì una visione speciale del mondo chiamata
etica cavalleresca
, fatta di
brutalità
e di
spietatezza
, ma anche di valori come il
coraggio
, l'
onore
, la
fedeltà assoluta
al signore. Si tratta di una morale virile e aristocratica. Per diventare cavaliere bisognava seguire un complesso cerimoniale durante il quale il giovane veniva addestrato militarmente, successivamente si svolgeva il
cerimoniale di vestizione
.
I
romanzi cortesi
del 1150: Perceval
La
cavalleria

reinventata
da Tolkien
Le
origini
del sistema feudale sono:
tradizione romana della
clientela

tradizione germanica dei
fedeli
o compagni che contornavano il capo barbaro.
Le
cause
della diffusione rapida del feudalesimo sono:
l'
economia

poco

sviluppata
il
potere statale poco presente
a livello locale.
Questa situazione è confermata da una legge dell'
847
, il
Capitolare di Meersen
, promulgato da Carlo il Calvo.
Era una cerimonia con
valore simbolico
: chi riceveva il feudo doveva rendere omaggio a chi lo concedeva mettendosi in ginocchio, disarmato e a capo scoperto.
Il segno più visibile del potere dei signori era
costituito dal castello. Il processo di edificazione e
fortificazione di castelli è detto
incastellamento
.
Sistema politico
Sistema economico
suddivisione delle terre del re in feudi:
ciascun feudo è affidato a un vassallo
"Anarchia Feudale"
economia basata sullo sfruttamento dei suoli:
la massa della popolazione, i contadini, lavora le terre del signore
Sfruttamento economico
Dove si viveva durante il feudalesimo?
Anno Mille, il paesaggio europeo è dominato dalla corte (in latino curtis), cioè dalle molteplici aziende agrarie che punteggiano il territorio, disseminate tra foreste, colline, villaggi.
La cultura dell'Europa cristiana
Ogni gesto o aspetto della vita quotidiana aveva
un
risvolto religioso.
La fede cristiana era la misura di riferimento per l'agire e il
pensare comune.
La Chiesa individua i sette vizi capitali che ritroviamo nel
Purgatorio dantesco.
"Disprezzo del mondo, fuga dal mondo"
Simbolismo
Uomini liberi
Servi della gleba
Schiavi
Full transcript