Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Saturno!

No description
by

Sara Mastrota

on 8 February 2014

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Saturno!

Saturno
Massa:
Saturno è il sesto pianeta a partire dal Sole, è di dimensioni poco inferiori e di struttura, aspetto e composizione simili. Questo pianeta è uno dei più famosi, grazie ai suoi numerosi anelli.
Struttura
Saturno orbita intorno al Sole ad una distanza media di circa 1.427 milioni di chilometri (la Terra dista dal Sole circa 150 milioni di chilometri), con una traiettoria eccentrica, il cui piano orbitale è inclinato di 2,48° rispetto all'eclittica.
La velocità di rotazione del pianeta attorno al proprio asse è, dopo quella di Giove, la più elevata fra tutti quelli del Sistema solare, per cui Saturno compie un giro completo su se stesso in poco più di 10 ore. Al contrario, vista la grande distanza dal Sole, il suo periodo di rivoluzione è piuttosto lungo e corrisponde circa a 19 anni e mezzo.

Orbita
Satelliti
Sono spessi poche centinaia di metri, ma si estendono fino a 300 000 km dal centro del pianeta. Sembrano essere composti di frrammenti di rocce e ghiaccio, ciascuno dei quali orbita indipendentemente.
Sistema di anelli
Dati astronomici
95,2
Periodo di rotazione:
Corto, di 10 ore e 14 minuti
Periodo di rivoluzione:
29 anni e 46 giorni
Diametro:
120 000 km
Saturno possiede più di 20 satelliti, con dimensioni comprese tra i 5000 e i 20 km di diametro, costituiti perlopiù da sostanze leggere e ghiacciate. I cinque satelliti maggiori (Mimas, Encelado, Tethys, Dione e Rhea) hanno forma approssimativamente sferica e sono composti in gran parte di ghiaccio d'acqua. Il materiale roccioso costituisce forse il 40% della massa di Dione. Le superfici di questi satelliti sono fortemente craterizzate per l'impatto di meteoriti.
Sono stati poi scoperti parecchi piccoli satelliti all'esterno dell'anello A e vicino agli anelli F e G. È da confermare la scoperta di quattro satelliti Troiani di Tethys e di uno di Dione.
Anche i satelliti esterni Iperione e Giapeto sono composti principalmente da ghiaccio d'acqua. Su Giapeto vi è una regione molto scura che contrasta con il resto della brillante superficie e che, insieme alla rotazione del satellite, è la causa della variazione di luminosità notata nel 1671 da Cassini. Phoebe, il satellite più lontano, percorre con moto retrogrado un'orbita molto inclinata rispetto all'equatore del pianeta; è probabilmente un corpo di origine cometaria catturato dal campo gravitazionale di Saturno.
Tra i satelliti interni e quelli esterni orbita Titano, la più grande delle lune di Saturno. Ha diametro di 5150 km, benché questo valore non sia noto con grande precisione a causa di una densa foschia arancione che nasconde la superficie del satellite. L'atmosfera di Titano è costituita da azoto, con tracce di metano, etano, acetilene, etilene, cianuro, monossido e biossido di carbonio. Sulla superficie la temperatura è di circa -182 °C e il metano e l'etano possono essere presenti sotto forma di pioggia, neve, ghiaccio e vapore. L'interno è composto probabilmente di un'uguale quantità di rocce e di ghiaccio. Non è stato rilevato alcun campo magnetico. L'emisfero meridionale è leggermente più luminoso, e l'unico dettaglio visibile è un anello scuro nella regione polare nord.

L'atmosfera di Saturno è costituita prevalentemente da idrogeno (88%) ed elio (11%), ma sono presenti anche piccole quantità di metano e di ammoniaca, e tracce di altri gas come etano, etilene e fosfina. Le immagini dei Voyager hanno mostrato vortici e mulinelli di nubi situati negli strati profondi dell'atmosfera. La temperatura alla sommità di queste nubi è intorno ai -176 °C.
I movimenti delle nubi mostrano che il periodo di rotazione dell'atmosfera vicino all'equatore del pianeta è di circa 10 ore e 11 minuti, mentre le emissioni radio indicano che il corpo di Saturno e la sua magnetosfera ruotano con un periodo di 10 ore, 39 minuti e 25 secondi. La differenza, di circa 28 minuti e mezzo, tra questi due periodi, suggerisce che i venti equatoriali di Saturno abbiano velocità prossime ai 1700 km/h.
Atmosfera
Comparazione tra Saturno e Terra:


Saturno La Terra
Periodo di rotazione: 10,23 ore 23,93 ore
Orbita intorno al Sole: 29 anni 1 anno
Temperatura media: -125 º C 15 º C
Gravità superficiale dall'equatore: 9,05 m/s 29,78 m/s2
Distanza media dal Sole: 1.429.400.000 km. 149.600.000 km.
Inclinazione: 26,73° 23°
L'esplorazione di Saturno è avvenuta esclusivamente tramite l'ausilio di sonde spaziali prive di equipaggio umano. Come tutti i giganti gassosi Saturno non possiede una superficie solida, per cui le sonde che l'hanno visitato non vi sono atterrate, bensì hanno effettuato dei sorvoli ravvicinati (fly-by) del pianeta o sono entrate nella sua orbita, come nel caso della Cassini-Huygens che è tuttora in orbita attorno al pianeta.
Saturno è stato visitato per la prima volta dalla Pioneer 11 nel settembre 1979. La sonda ha sorvolato il pianeta a 20 000 km dalle nubi superiori. In quell'occasione sono state acquisite solo immagini a bassa risoluzione del pianeta e qualche immagine anche dei suoi satelliti naturali, ma la risoluzione delle immagini non era abbastanza elevata da permettere l'individuazione di strutture superficiali.
La Pioneer 11 ha studiato anche gli anelli di Saturno; tra le sue scoperte ci sono l'anello F e il fatto che gli spazi scuri tra gli anelli non sono del tutto privi di materiali. La sonda ha anche misurato la temperatura di Titano, pari a 250 K, e l'intensità del campo magnetico di Saturno, un migliaio di volte più intenso di quello terrestre.
Esplorazioni spaziali
Osservazione di Saturno
Volume:
755
Densità:
0,7
Distanza media dal Sole:
1427 milioni di km
Satelliti:
57
Full transcript