Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

L'Unità Formativa

Come si declina una Unità Formativa secondo il Piano per la formazione docenti 2016-2019
by

Angelo Chiarle

on 30 January 2017

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of L'Unità Formativa

Piano per la Formazione dei Docenti
2016-2019
una UF è una
tappa
Ma in concreto?
Punto di partenza implicito
Il docente è un
professionista riflessivo
che:
ha
cura
dello
sviluppo
della propria professionalità;
è in grado di individuare i
propri
bisogni formativi
, facendo riferimento agli
standard professionali del docente;
è in grado di

pianificare
il proprio percorso di aggiornamento professionale
.
Un "bisogno formativo" scaturisce dal desiderio di migliorare (
Growth Mindset
) ...

L’Unità Formativa
Sulla base dei bisogni formativi che ha individuato come
personali obiettivi di crescita professionale
, ciascun docente decide:
tema dell'Unità Formativa;
ore di formazione in presenza e/o
on-line
;
ore di sperimentazione didattica documentata e ricerca/azione;
ore di lavoro in rete;
ore di approfondimento personale e/o collegiale;
ore di documentazione e di restituzione/rendicontazione con ricaduta nell’Istituto;
ore di progettazione.
art. 1, c. 124
Legge 107/2015
«Nell’ambito degli adempimenti connessi alla funzione docente, la formazione in servizio dei docenti di ruolo è obbligatoria, permanente e strutturale. Le attività di formazione sono definite dalle singole istituzioni scolastiche in coerenza con il piano triennale dell’offerta formativa e con i risultati emersi dai piani di miglioramento delle istituzioni scolastiche previsti dal regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 28 marzo 2013, n. 80, sulla base delle priorità nazionali indicate nel Piano nazionale di formazione, adottato ogni tre anni con decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca, sentite le organizzazioni sindacali rappresentative di categoria».
pp. 21, 53, 67
Terminata l'UF, il docente fa un bilancio del percorso svolto:
«Quali competenze sono riuscito davvero a migliorare?»
«Su quali competenze debbo ancora lavorare?»
Il docente raccoglie l'
evidenza
del lavoro svolto durante l'UF nel proprio
e-Portfolio
... e il percorso prosegue con l’UF successiva, secondo quanto il docente ha previsto nel proprio
Piano individuale di sviluppo professionale

prof. Angelo Chiarle
Liceo Scientifico-Linguistico-Scienze Umane-Economico-Sociale «Darwin», Rivoli (TO)
© MMXVII
di un
percorso triennale
http://pgrossi.pbworks.com/f/sob_2.ppt
Carol Dweck
Michael Fullan
Esempi di evidenza:
attestati di frequenza
verbali di dipartimenti, commissioni o gruppi di lavoro
discussioni via mail o su blog (progetti
eTwinning
)
diari di apprendimento (
Learning Diary
)
progettazione di Unità di Apprendimento (p. es. su TES Teach)
predisposizione di prove di verifica formative e/o sommative
documentazione delle attività svolte in classe (foto, video, etc.)

artefatti prodotti dagli studenti
Grazie per l'attenzione!
Full transcript