Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

1+WORD Orale sostegno DanyScala

No description
by

daniela scala

on 20 November 2018

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of 1+WORD Orale sostegno DanyScala


"Le doppie"
Premessa
Analisi del contesto
Destinatari
Scuola Secondaria di I grado - Classe II
ALUNNI 22 (12 F + 10 M)
Gruppo eterogeneo, livello cognitivo medio - alto
Clima collaborativo
Metodologie

lettura del PTOF
ambiente di apprendimento
destinatari
Brainstorming
Peer tutoring
cooperative learning
Approccio metacognitivo
TEMPI
- mese di Maggio
- 4 momenti didattici di due ore l’uno
MATERIALI
- materiale di facile consumo


SPAZI
-
Aula informatica.


STRUMENTI
- Mediatori didattici:
immagini (disegni, foto, fumetti) e suoni (canzoni, melodie e/o ritmi, audio-testo)
- Tecnologie informatiche:
LIM
per la proiezione della mappa geografica della Spagna.
Software specifico per la creazione della
mappa concettuale
(Inspiration, Mind Manager).
PC
collegato ad Internet per ricercare informazioni on line.
Programma
PowerPoint
per la creazione di una presentazione alla classe.


Brainstorming

Scansione delle attività: I Fase
Scansione delle attività: II Fase
La valutazione
Indicatori di prodotto
Indicatori di processo

Un

sasso
gettato nello stagno suscita onde concentriche che si allargano sulla superficie, coinvolgendo nel loro moto, a distanze diverse, la ninfea, la canna, la barchetta di carta… obbligandole a reagire…
Non diversamente
una

parola
, gettata nella mente provoca una serie infinita di reazioni in chiunque venga coinvolto nel suo moto.”

“La grammatica della fantasia”
Gianni Rodari
Prerequisiti
Struttura del percorso di apprendimento
FASE 1
Contesto
Destinatari
Obiettivi
Metodologie
FASE 2
Attività:
brainstorming
cooperative learning
peer tutoring
FASE 3
Valutazione
Autovalutazione
8 ottobre 2016
Daniela Scala
Concorso a cattedra 2018
Raccordi interdisciplinari
Traccia estratta
Lingua e cultura spagnola
Arte e Immagine
Geografia
Educazione musicale
Autonomia;
partecipazione;
curiosità;
relazione con gli altri.
Percorso di apprendimento
Indicazioni Nazionali per il curricolo della scuola dell'infanzia e del primo ciclo di istruzione 2012.

Competenze chiave di cittadinanza previste a livello europeo e enunciate nella Raccomandazione del Parlamento Europeo e del Consiglio.

cognitivi
comprendere immagini e testi illustrati. Produrre brevi testi con l’ausilio di modelli guidati.
Saper Navigare in Internet, Power Point.
socio-affettivi
Interagire e comunicare in modo comprensibile con i compagni.
Obiettivi
Obiettivi formativi
saper ascoltare;
prendere la parola negli scambi comunicativi rispettando il proprio turno;
collaborare e aiutare i compagni;
acquisire un comportamento corretto rispettando le regole e le indicazioni fornite.
assunzione di responsabilità individuale e nel gruppo, integrazione ed inclusione (valorizzazione delle caratteristiche specifiche di ognuno),consapevolezza di sé e capacità di autovalutazione, saper cooperare per il raggiungimento di obiettivi comuni (interdipendenza positiva), sviluppo di autostima/autoefficacia.
Obiettivi specifici di apprendimento
ricavare informazioni da immagini e testi illustrati, selezionare quelle principali, utilizzare i diversi linguaggi in modo integrato (testo, immagini), elaborare diapositive per saper esporre oralmente le informazioni individuate
Attenzione verso i bisogni educativi speciali di ciascun alunno
Direttiva Ministeriale 27/12/2012
Legge n. 170 del 2010;
strumenti compensativi e misure dispensative;
piano didattico personalizzato.
capacità cognitive adeguate;
comprensione di richieste e istruzioni;
attrazione verso i mediatori iconici e verso le nuove tecnologie;
in attività cooperative, è collaborativo e accomodante.
lettura lenta e stentata;
difficoltà nel riconoscimento di suoni simili e di gruppi consonantici;
inversioni di sillabe e lettere;
frustrazione in seguito a sovraccarico di informazioni.
Mariam
Punti di forza
Punti di debolezza
N. 860
Il candidato presenti una lezione simulata della durata massima di 35 minuti, il cui argomento sia riferito all'obiettivo di apprendimento:
scrivere sotto dettatura curando in modo particolare l'ortografia
. La lezione è indirizzata agli alunni frequentanti la classe seconda. Dovranno essere illustrati: metodologie, strategie di apprendimento e strumenti di verifica e di valutazione. Nel corso dell'esposizione il candidato si soffermi sulla tematica delle discipline e la trasversalità dell'insegnamento.
Il gruppo-classe viene diviso in gruppi eterogenei composti da 4 massimo 5 alunni ciascuno. In ogni gruppo è inserito un allievo con difficoltà.
All’interno di ogni gruppo sono assegnati i seguenti ruoli:
-l’organizzatore (coordina il lavoro assicurandosi che tutti svolgano il proprio compito)
-l’informatore (reperisce le informazioni)
-il grafico (seleziona i disegni, le fotografie, le mappe..)
-l’esperto delle immagini (cura la veste grafica delle diapositive)
-il revisore (legge le informazioni e individua errori, incongruenze, ripetizioni).


Il brainstorming, espressione della creatività, rispetta tutte le specialità, ponendo tutti gli allievi sullo stesso piano; ogni idea può essere utile ed efficace, ognuno dà un contributo riconosciuto al progetto. Quindi, consente anche l’emergere delle eccellenze. Tutta la classe nel suo insieme viene coinvolta nella tempesta di idee che ha come obiettivo l’individualizzazione di sottoargomenti specifici sui quali ciascun gruppo dovrà lavorare.
La gradualità nella individuazione e scelta dei sottoargomenti partirà quindi da un livello-base, ossia dagli elementi-chiave che emergono dal brainstorming, applicando criteri di selezione e semplificazione.
Tale procedura permette ad ogni alunno di partecipare alla elaborazione dell’attività alla pari con gli altri, secondo i propri livelli cognitivi.

Individuazione delle tematiche e ricerca di informazioni
Il docente individua con gli alunni i gruppi di tematiche da sviluppare:
1)usi e costumi spagnoli (es. orari commerciali, orari di colazione, pranzo e cena, piatti tipici..),
2)tradizioni e faste popolari (corrida; festa di S . Firmino: corsa dei tori),
3)opere d’arte e luoghi turistici,
4)strumenti musicali e balli tipici (flamenco), 5)quartieri particolari (es. la Rambla con le statue viventi).
......reperire le informazioni
Per ogni gruppo di tematiche il docente propone alcuni siti internet dove gli alunni potranno reperire informazioni e immagini e indica loro il procedimento da seguire per effettuare la ricerca, consigliando di leggere le pagine del sito per scegliere le informazioni principali per poi trascriverle all’interno di diapositive.
La docente spiega agli allievi di abbinare ad ogni diapositiva un’immagine esplicativa del contenuto selezionato. Per l’argomento relativo a “strumenti e balli tipici”, si può proporre, altre all’inserimento delle immagini, l’accompagnamento di suoni (canzoni, melodie e/o ritmi, audio-testo).
Scansione delle attività: III Fase
selezionare immagini, disegni, mappe…
Trasversalità disciplinare
Dalla scuola del "programma" alla scuola del "curricolo" (Autonomia scolastica: Legge 15 marzo 1997, n. 59 e D.P.R. n. 275/1999)
Dai programmi Ministeriali alle Indicazioni Nazionali (DM 254_2012.pdf e i Nuovi Scenari con Documento MIUR 22.02.2018)
PROGETTO DIDATTICO INTEGRATO-INCLUSIVO
REALIZZAZIONE DI UNA PRESENTAZIONE MULTIMEDIALE SU UN ASPETTO CULTURALE DELLA SPAGNA
Il progetto ha la finalità di applicare una didattica integrata ed inclusiva, tramite il riconoscimento e la valorizzazione delle differenze e delle capacità individuali degli allievi e la piena integrazione all’interno della classe degli alunni con bisogni educativi speciali, denominati brevemente BES, in base alla Direttiva Ministeriale del 27/12/2012 e alla C.M. 27/6/2013. Gli insegnanti (curricolare e di sostegno) supportano e coordinano il gruppo-classe nella realizzazione di una presentazione multimediale arricchita con immagini. Altrettanta cura viene impiegata dai docenti per la creazione di un clima di classe inclusivo, caratterizzato da disponibilità e collaborazione.
Strategie
Gradualità, selezione e semplificazione
Pensiero computazionale
Uso inclusivo delle TIC
Le tecnologie possono facilitare i processi inclusivi se garantiscono all'alunno, non solo di "fare delle cose"
come
gli altri, ma di "fare delle cose"
con
gli altri, secondo il paradigma del costruttivismo sociale.
Pianificazione dell'attività: formazione dei gruppi
L’insegnante curriculare proietta sulla LIM la mappa geografica della Spagna, stimola e motiva gli alunni chiedendo loro di formulare una serie di idee partendo dall’immagine scelta.
Integrazione di testo e immagini e creazione delle diapositive
la Rambla
El flamenco
La Fiesta de San Fermín, popularmente conocida como sanfermines, es una celebración en honor a San Fermín de Amiens que tiene lugar anualmente en la ciudad española de Pamplona, capital de Navarra.
Fiesta de San Fermín
Instrumentos y bailes típicos de España
Compito di realtà
Casi todas las danzas pertenecientes a la zona de la Alta Extremadura, donde pertenecen los sones brincaos, se acompañan con el típico tamboril, o en su defecto, con el pandero, acompañados normalmente por la flauta.

EXTREMADURA: LOS SONES

Extremadura cuenta con una gran variedad de danzas y bailes tradicionales. La muestra más representativa del folklore extremeño es, sin duda, el son de la comarca de Montehermoso (Cáceres).
Se trata de una serie de bailes muy vivos y alegres. Posee la característica de que la postura del cuerpo de los danzantes denota cierta rigidez. Se bailan por parejas, normalmente mixtas.









Revisione
Nella fase di revisione, l’insegnante chiederà di esercitarsi nell’esposizione orale all’interno di ogni gruppo prima di procedere con la presentazione alla classe.
Scansione delle attività: IV Fase
Presentazione del progetto finale
Presentazione in classe del progetto concluso.
Ogni alunno esprime le proprie valutazioni ed autovalutazioni sul risultato finale e sull’esperienza didattica vissuta.
Il lavoro multimediale svolto dai ragazzi viene inserito in una cartella e può così essere inserito in blog/siti dedicati e condiviso con altre classi ed altre scuole, con i genitori e gli altri insegnanti.
Verifica e valutazione
Gruppo
Individuale
Luca
Autovalutazione
Gli insegnanti valuteranno le competenze sociali e disciplinari mostrate nel lavoro di gruppo.
Gruppo
Individuale
Lingua spagnola
Valutazione del testo scritto nei diversi criteri
Aderenza alla traccia
Ricchezza del lessico
Correttezza grammaticale
Coerenza e coesione
Metodologie operative
Valutazione del commento alla fotografia

Si valuteranno le produzioni di Anna in accordo con l'insegnante di sostegno e si terrà conto delle capacità espressive orali limitate che possono ripercuotersi nella produzione scritta
Si proponeuna semplice griglia di autovalutazione sul lavoro di gruppo e a coppie , con raccolta di suggerimenti per migliorare le prestazioni successive.
Autovalutazione
Si registrano il raggiungimento o meno degli obiettivi proposti e le sue prestazioni sociali attraverso una semplice check-list giornaliera
Lucia
Fasi delle attività
- Prima fase : individuazione delle tematiche da sviluppare e ricerca delle informazioni

- Seconda fase : selezione di immagini, disegni, mappe...

- Terza fase : integrazione di testo e immagini e creazione delle diapositive. Revisione.

- Cuarta fase: presentazione in classe del progetto concluso.

Grazie per l'attenzione
Full transcript