Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Convegno Self- Bologna 21.11.2013

No description
by

Susanna Sancassani

on 20 June 2015

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Convegno Self- Bologna 21.11.2013

Le tendenze attuali dell'e-learning:
un panorama in evoluzione
Susanna Sancassani _METID Politecnico di Milano
twitter @susanna_metid

Preliminary results from IPTS foresight on Imagining Open Education 20130

Preliminary results from IPTS foresight on Imagining Open Education 20130

Open & Unbundling

Due parole chiave per l’e-learning del futuro

Innovating pedagogy 2013

Innovating pedagogy 2013

Europa: al momento solo Gran Bretagna,Danimarca e Paesi Bassi hanno politiche specifiche per il mobile (UNESCO, «Turning on mobile learning in Europe», 2012)

UNESCO, “Mobile Learning and Policies: Key Issues to Consider” (2012/2013) individua:
Alcuni principi, tra cui:
essere complementari rispetto agli investimenti esistenti (es. infrastrutture, contenuti, libri di testo)
dare un carattere locale alle politiche, per adattarsi al contesto nazionale e regionale
promuovere l'open source
assicurare un'educazione di qualità e inclusiva, con particolare riguardo alle disabilità

Alcune questioni chiave:
infrastruttura e connettività (es. accesso universale alla rete, cloud computing)
disponibilità tecnologica (es. fornitura dispositivi agli utenti / modello BOYD)
costi di utilizzo
contenuti ad accesso libero / adattati al contesto linguistico locale
sicurezza e privacy
gestione dei dispositivi dismessi


Politiche generali

A breve: versione mobile del portale Beep (Be e-Poli) per le attività in rete del Politecnico di Milano

coinvolgimento utenti finali nella progettazione



18.000 accessi medi giornalieri (picchi fino a 28.000 utenti nei periodi di esami)

dalle 200 alle 400 utenze medie contemporanee h9:00 -18:00 (dati 2013)


Un esempio: Politecnico di Milano -Beep mobile

Partecipano tutte e 13 le facoltà
Piattaforma: WordPress
App per i principali sistemi operativi mobili (es. iOS, Android, Windows Phone, Blackberry)
Versione Friendly (accessibile)
Materiali:
Courseware: 5000 lezioni ad accesso libero (testi, immagini, audio, video) pubblicati con licenza Creative Commons
PodStudio formati podcast su iTunes
eBook delle Miniguide delle facoltà
LivingLibrary con schede delle principali risorse online (es. banche dati, riviste)
La corte in rete: video e approfondimenti su temi specifici

http://www.federica.unina.it/
"Campus virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea

Un esempio: Federica Web Learning

http://m.ox.ac.uk/desktop/
Utilizza il portale OS Molly, citato come buona pratica da UNESCO

Basta un cellulare connesso a Internet per utilizzarlo

Un esempio: Mobile Oxford

Preliminary results from IPTS foresight on Imagining Open Education 20130

«Open» come chiave di volta

https://civilservicelearning.civilservice.gov.uk/
Piattaforma per l'erogazione di contenuti da utilizzare in corsi blended per i dipendenti della PA

Un esempio: Civil Service Learning

Mobile learning= apprendimento realizzato in qualunque luogo e momento grazie all’utilizzo di dispositivi mobili, da soli o insieme ad altre tecnologie ICT (UNESCO)


Caratteristiche del dispositivo mobile
digitale
portatile
solitamente controllato da un individuo piuttosto che da un’istituzione
dotato di connessione di rete
supporta le applicazioni multimediali
dotato di ubiquità
in grado di svolgere molti compiti, specie in materia di comunicazione


Cos’è

Responsive design: finalizzato alla visualizzazione ottimale delle pagine, che si adattano al dispositivo su cui vengono fruite. Il sito può essere integrato da app a valore aggiunto che sfrutta le specificità mobile (es. geolocalizzazione)

Situazione non ancora assestata (standard in fase di consolidamento, es. W3C, Scalable Vector Graphics, HTML5)
Condivisione soluzioni operative e buone pratiche tra i programmatori
Varietà di dispositivi mobili (es. smartphone, tablet…), di dimensione e risoluzione dello schermo e sistemi operativi (es. Android, Windows Phone, iOS, Blackberry…)
Tecnologia ibrida (es. HTML 5) vs app ottimizzate per i i diversi dispositivi / OS
Ruolo cruciale del collaudo
Costi di connessione alla rete dati (in Italia scarsa diffusione wi-fi)
Privacy e sicurezza



Aspetti tecnologici

Per ottenere l’attestato: superamento dei 4 quiz finali (1 a modulo) + svolgimento esercitazione + valutazione esercitazione altrui

http://www.csimoodle20.it/mooc/
Sviluppato da CSI-Piemonte
con Formez, UniTO, ANCI Piemonte

Rivolto in particolare a funzionari della PA e studenti su tutto il territorio nazionale

1360 iscritti fino al 19/11/13

inizio erogazione: autunno 2013

4 moduli

piattaforma: Moodle 2.5 (responsive)


iscrizioni gratuite (ancora aperte)



Un esempio: MOOC trasparenza&anticorruzione

Realtà aumentata: rappresentazione
della realtà arricchita da info digitali

Un esempio: realtà aumentata in chirurgia

http://www.mevis.fraunhofer.de/
Fraunhofer-Institut für Bildgestützte Medizin MEVIS, Brema: intervento chirurgico al fegato con iPad + app specifica



Alcune variabili:
stili di apprendimento (es. visivo, uditivo)
dispositivo e tecnologia utilizzati (app da installare vs. cloud computing)
apprendimento formale vs informale
blended vs online

procedure
moduli
guide, presentazioni
pod­casts / videocasts
contenuti conoscitivi audio / video
aggiornamenti
basi dati ricercabili
conferenze e contenuti correlati (es. backchannel)
contenuti prodotti dalle interazioni sui social networks (es. sapere tacito e informale)

gruppi di studio
revisione appunti e contenuti
fruizione video
valutazione (es. quiz)
promemoria
tutoraggio e supporto
GPS
social networking (es. microblogging)
condivisione buone pratiche e procedure


Attività e contenuti

Utilizzi dei dispositivi mobili Nell'apprendimento i principali sono: accesso a materiale di riferimento, supporto alle prestazioni, fruizione di video (ASTD research on Mobile Learning, 2012)

Più telefoni che individui Nel 2013 il numero di dispositivi portatili connessi a Internet (in maggioranza telefoni) supererà quello della popolazione mondiale (UNESCO Policy Guidelines for Mobile Learning, 2013)

Crescita della banda larga Gli abbonamenti alla banda larga mobile sta crescendo del 30% ogni anno (rapporto della Broadband Commission delle Nazioni Unite, 2013)

Sistemi di valutazione Meno del 10% degli erogatori di mobile learning interpellati utilizza una metrica formale per valutarne l’efficacia (ASTDMobile Learning – Delivering Learning in a Connected World, 2012)

Più cellulari che PC Gartner prevede che entro il 2013 i cellulari supereranno i PC come dispositivo più diffuso a livello mondiale per l’accesso alla rete

Smartphone favorito
Potendo scegliere un solo dispositivo mobile, il 46% dei lavoratori preferirebbero uno smartphone invece di un tablet o laptop (The iPass Global Mobile Workforce Report, Marzo 2012)

Alcuni dati

Preliminary results from IPTS foresight on Imagining Open Education 20130

Preliminary results from IPTS foresight on Imagining Open Education 20130

Due parole chiave per
l’e-learning del futuro

A breve: versione mobile del portale Beep (Be e-Poli) per le attività in rete del Politecnico di Milano

coinvolgimento utenti finali nella progettazione



18.000 accessi medi giornalieri (picchi fino a 28.000 utenti nei periodi di esami)

dalle 200 alle 400 utenze medie contemporanee h9:00 -18:00 (dati 2013)


Un esempio: Politecnico di Milano -Beep mobile

http://www.federica.unina.it/
"Campus virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea

Un esempio:
Federica Web Learning

Partecipano tutte le 13
Piattaforma: WordPress
App per i principali sistemi operativi mobili (es. iOS, Android, Windows Phone, Blackberry)
Versione Friendly (accessibile)
Materiali:
Courseware: 5000 lezioni ad accesso libero (testi, immagini, audio, video) pubblicati con licenza Creative Commons
PodStudio formati podcast su iTunes
eBook delle Miniguide delle facoltà
LivingLibrary con schede delle principali risorse online (es. banche dati, riviste)
La corte in rete: video e approfondimenti su temi specifici

https://civilservicelearning.civilservice.gov.uk/
Piattaforma per l'erogazione di contenuti
da utilizzare in corsi blended per i dipendenti della PA

Un esempio:
Civil Service Learning

Un esempio: Mobile Oxford

Preliminary results from IPTS foresight on Imagining Open Education 20130

Un esempio: MOOC trasparenza&anticorruzione

http://www.csimoodle20.it/mooc/
Sviluppato da CSI-Piemonte
con Formez UniTO, ANCI Piemonte
Rivolto in particolare a funzionari della PA e studenti su tutto il territorio nazionale
1360 iscritti fino al 19/11/13
inizio erogazione: autunno 2013
4 moduli
piattaforma: Moodle 2.5 (responsive)
iscrizioni gratuite (ancora aperte)
Per ottenere l’attestato: superamento dei 4 quiz finali (1 a modulo) + svolgimento esercitazione + valutazione esercitazione altrui




MOBILE LEARNING

Mobile learning= apprendimento realizzato in qualunque luogo e momento grazie
all’utilizzo di dispositivi mobili, da soli o insieme ad altre tecnologie ICT (UNESCO)


Caratteristiche del dispositivo mobile
digitale
portatile
solitamente controllato da un individuo piuttosto che da un’istituzione
dotato di connessione di rete
supporta le applicazioni multimediali
dotato di ubiquità
in grado di svolgere molti compiti, specie in materia di comunicazione


Realtà aumentata: rappresentazione
della realtà arricchita da info digitali

Un esempio: realtà aumentata in chirurgia

http://www.mevis.fraunhofer.de/
Fraunhofer-Institut für Bildgestützte Medizin MEVIS, Brema:
intervento chirurgico al fegato con iPad + app specifica



Utilizzi dei dispositivi mobili Nell'apprendimento i principali sono: accesso a materiale di riferimento, supporto alle prestazioni, fruizione di video (ASTD research on Mobile Learning, 2012)

Più telefoni che individui Nel 2013 il numero di dispositivi portatili connessi a Internet (in maggioranza telefoni) supererà quello della popolazione mondiale (UNESCO Policy Guidelines for Mobile Learning, 2013)

Crescita della banda larga Gli abbonamenti alla banda larga mobile sta crescendo del 30% ogni anno (rapporto della Broadband Commission delle Nazioni Unite, 2013)

Sistemi di valutazione Meno del 10% degli erogatori di mobile learning interpellati utilizza una metrica formale per valutarne l’efficacia (ASTDMobile Learning – Delivering Learning in a Connected World, 2012)

Più cellulari che PC Gartner prevede che entro il 2013 i cellulari supereranno i PC come dispositivo più diffuso a livello mondiale per l’accesso alla rete

Smartphone favorito
Potendo scegliere un solo dispositivo mobile, il 46% dei lavoratori preferirebbero uno smartphone invece di un tablet o laptop (The iPass Global Mobile Workforce Report, Marzo 2012)

http://m.ox.ac.uk/desktop/
Utilizza il portale OS Molly, citato come buona pratica da UNESCO

Basta un cellulare connesso a Internet per utilizzarlo

open & unbundling
Una parola chiave per l'e-learning del presente
Mobile!
Full transcript