Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

10-6-1940: IL DISCORSO DI MUSSOLINI. UN ANALISI DEL TESTO

No description
by

patrizia vayola

on 22 March 2015

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of 10-6-1940: IL DISCORSO DI MUSSOLINI. UN ANALISI DEL TESTO

allocuzione
si rivolge agli italiani utilizzando il campo semantico della guerra: COMBATTENTI, RIVOLUZIONE, LEGIONI
METAFORA
:
si notino le espressioni DESTINO e CIELO che rimandano a decisioni che trascendono l'ambito umano. Questo serve per rafforzare l'IRREVOCABILITA'/ TRASCENDENZA DELLA DECISIONE che viene affermata subito sotto.
OGGETTO/TESI
annuncio della guerra presentata come un fatto già compiuto
LE CAUSE / PRIMO ARGOMENTO
La guerra dipende dal nemico che si rifiuta di tener conto delle giuste rivendicazioni del popolo italiano (riferimento alle sanzioni per l'Etiopia).
Gli italiani non vogliono la guerra (COSCIENZA A POSTO) e hanno provato a evitarla (abbiamo fatto INVANO quanto era umanamente possibile per evitarla)
prova dell'argomento precedente:
per evitare la guerra bastava dar ragione alla Germania dopo l'occupazione della Polonia: accettare il fatto compiuto e evitare il conflitto.
Le MOTIVAZIONI: prendere atto che le esigenze degli stati mutano col tempo --> nessun valore al diritto internazionale
ripresa del tema dell'ineluttabilità e della decisione già presa
LE CAUSE / SECONDO ARGOMENTO
CAUSE = onore, interessi, avvenire, impegni = un grande popolo non fugge davanti alle prove che la storia gli propone e che ne segnano il corso --> IL CORAGGIO DEGLI ITALIANI
GLI OBIETTIVI / TERZO ARGOMENTO
l'obiettivo è avere accesso all'Oceano --> (sic!)
L'immagine/metafora comunque è quella di SPEZZARE LE CATENE --> quindi uscire da una prigionia imposta da altri --> la guerra come guerra di liberazione dai vincoli altrui rafforzata dall'immagine di 45 milioni di anime (METONIMIA) +
ANTITESI tra
catene+soffocare / libero oceano
PROVA DEL TERZO ARGOMENTO
la guerra come fase consequenziale alla rivoluzione fascista --> ribellione dei poveri contro i ricchi
giocato su ANTITESI:
POVERI/RICCHI
FECONDI/STERILI
GIOVANI/VECCHI
PASSATO/FUTURO (secoli)
IDEE CONTRAPPOSTE
messaggio ambiguo
l'Italia non attaccherà i popoli confinanti per terra e mare (Svizzera, Jugoslavia, Grecia, Turchia, Egitto) ma dipende da loro il farro che le parole del duce si avverino (di fatto si tratta di una MINACCIA)
ALTRE CAUSE/QUARTO ARGOMENTO
ALLOCUZIONE + richiamo ai valori di fedeltà agli amici (GERMANIA di cui si richiama il potente esercito) --> riduzione dei rapporti internazionali in termini familiari + nomina il re e il Fuhrer (i due capi di stato)
PRIMA CONCLUSIONE
PERSONIFICAZIONE DELL'ITALIA =
in piedi, forte, fiera e compatta
per la terza volta in un conflitto dopo Etiopia e Spagna (richiamo a conflitti già vinti) = PRONTA ALLA GUERRA
CONCLUSIONE FINALE
CHIUSA CON ESORTAZIONE FINALE
ACCOMPAGNATA DALLO SLOGAN NOTO --> VINCERE/VINCEREMO
METAFORA relativa allo slogan stesso (PAROLA D'ORDINE) che vola e accende i cuori.
Proiezione verso il futuro = LA PACE SEGUIRA' LA GUERRA E SARA' DURATURA E GIUSTA
ESORTAZIONE: popolo italiano armati e dimostra il tuo valore
Combattenti
rivoluzione
legioni
guerra
Scendiamo in campo contro

i rischi e i sacrifici di una guerra
armi
conflitto
sue meravigliose forze armate
VINCERE! E vinceremo
corri alle armi
IL CAMPO SEMANTICO DELLA GUERRA
lotta
lotta
rivoluzione è la lotta
Un'ora
L'ora
irrevocabili
destino
Oramai tutto ciò appartiene al passato
il corso della storia
i dadi sono gettati
IL CAMPO SEMANTICO DEL DESTINO
ostacolato la marcia
insidiato l'esistenza
promesse, minacce, ricatti
l'ignobile assedio
la stolta politica
frontiere
frontiere
spezzare le catene
soffocano
affamatori
ferocemente
isteriliti
volgenti al tramonto
IL CAMPO SEMANTICO DEL NEMICO
Uomini e donne d'Italia
nostra patria
popolo italiano
La nostra coscienza è assolutamente tranquilla
grande popolo
considera sacri i suoi impegni
non evade dalle prove supreme
popolo di quarantacinque milioni di anime
popoli poveri e numerosi di braccia
popoli fecondi e giovani
leggi della morale fascista
L'Italia proletaria e fascista
in piedi, forte, fiera e compatta
Popolo italiano!
la tua tenacia, il tuo coraggio, il tuo valore!
IL CAMPO SEMANTICO DEGLI ITALIANI
Full transcript