Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Untitled Prezi

No description
by

alessandra nonino

on 23 June 2013

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Untitled Prezi

Geografia
Brasile
Presentazione di Alessandra Nonino
Mappa
Brasile
inglese: il Brasile in generale
storia: dai colonizzatori europei ad oggi
tedesco: emigrazione
tecnologia: petrolio
sport: calcio
musica: samba
arte: Cristo Redentore
scienze: Terra
Storia
Samba
Info generali
Molte tribù indigene africane abitarono il territorio dell’attuale Brasile fino all’arrivo dei colonizzatori europei, nel XVI secolo. In seguito, con l’arrivo dei Portoghesi, un numero elevatissimo di Indios fu sterminato e chi riuscì a scampare allo sterminio fu costretto a rifugiarsi all’interno della foresta Amazzonica, dove ancora oggi si possono trovare piccole comunità indigene. I Portoghesi cambiarono radicalmente il volto del Paese: introdussero l’agricoltura di piantagione, fondarono le principali città e diversi porti commerciali sulla costa.
Dal 1822 il Brasile si emancipò dai Portoghesi, divenendo una Monarchia indipendente. Dopo quasi 70 anni, nel 1889, una rivolta militare fece abdicare l’imperatore. Nacque così la Repubblica e nel 1891 il Paese si dotò di una Costituzione Federale. Nel XX secolo, grazie allo sviluppo commerciale basato sull’esportazione di caffè e caucciù, il Brasile visse anni prosperi e di crescita economica, che portò molti europei a emmigrare nei maggiori centri del Paese.
Dagli anni 50, tuttavia, il Brasile fu segnato dall’incertezza politica: dittature militari si alternarono a governi civili, ma il momento più critico si verificò nel 1974, quando una crisi petrolifera determinò la fine del boom economico. Dagli inizi del nuovo millennio, il Brasile presenta una grande crescita economica e una maggiore attenzione verso i gravi problemi sociali che affliggono la società. Nel 2014 Rio de Janeiro ospiterà i Mondiali di calcio e nel 2016 le Olimpiadi.
CAPITLE: Brasila
ORDINAMENTO: Repubblica federale
SUPERFICIE: 8 514 876 kmq
POPOLAZIONE: 183 987 000 ab
DENSITA': 22 ab/kmq
MONETA: real
LINGUA: portoghese
PIL: 8 402
ISU (posizione): 75°
BORDES: to the North Brasil bordes on Guyana, Venezuela and Suriname, to the North-West bordes on Colombia, to the West on Perù and Bolivia, to the South-West on Paraguay and Argentina, and, in the end, to the South Brasil bordes on Uruguay.
MORPHOLOGY: the main mountains are Pico de Bandeira and Pico das Agulas Negras.
HIDROGRAPHY: the longest river is Rio delle Amazzoni.
VEGETATION: in North of Brasil there is Amazon rainforest.
CAPITAL: the capital city of Brasil is Brasilia.
La samba è una danza originaria del Brasile. Il nome deriva probabilmente da "semba", termine dialettale che significa "panciata", a causa del modo in cui si balla. La samba più conosciuta a livello internazionale è "Aquarela do Brasil" di Ary Barroso (quasi un inno per questa nazione). La samba si sviluppò come genere alternativo di musica all'inizio del XX secolo a Rio de Janeiro (allora capitale del Brasile) sotto la forte influenza degli afro-brasiliani immigrati, ma trova le sue origini a Salvador di Bahia. La vera "scuola di samba" (escola de samba), Mine, è stata frequentata dai più grandi gruppi di musica samba nel tentativo di attirare l'attenzione verso le prestazioni di questa danza e le città universitarie locali sono state spesso luoghi di pratica e performance per questi musicisti. La samba è nata come espressione di umiltà ed emarginazione, associato alla rilevante delinquenza e agli elementi di disturbo sociale. Questa danza è praticata anche per festeggiare il carnevale brasiliano.
Carnevale
Il Carnevale di Rio è una festa annuale che si tiene a Rio de Janeiro, la seconda città del Brasile. Si celebra 40 giorni prima di Pasqua e festeggia l'inizio della Quaresima. Essendo questo paese una nazione a maggioranza cattolica, l’astinenza quaresimale è molto sentita. Il Carnevale brasiliano, che rappresenta un “addio” ai piaceri della carne in vista dei prossimi 40 giorni, viene celebrato in modo diverso nelle varie regioni del paese: quello di Rio è considerato uno dei più famosi in tutto il mondo per via della magnificenza e della ricchezza dei festeggiamenti.
Auswanderung
Viele Italienischen, Spanischen und Deutschen sind in Brasilien zwischen 1884 und 1939 ausgewandert. Die Italienische sind der wichtigste Gruppe unter den Einwanderern gewesen. Sie haben sogar die Portugiesen übergeschritten. Die Deutschen sind die große Hoffnung des imperial brasilianisch Regierung für die große ländliche Besitzen des Staat von San Paolo gewesen. In Brasilien haben Sie von Null begonnen und viele Leute sind gestorben.
Petrolio
italiano: trama del film "Il pianista"; S. Quasimodo
Il Brasile è lo Stato più esteso del Sudamerica. Il suo territorio è caratterizzato da due principali regioni geografiche: la fascia settentrionale e la fascia interna sub ammazzonica. Le coste si estendono per quasi 7500km. Il clima è tropicale e umido nell’area del bacino amazzonico, arido e secco negli altipiani centrali e atlantico sulle coste. Il Brasile è un territorio esteso quasi 30 volte l’Italia, con una popolazione di 184 milioni di abitanti, che continua a crescere. La lingua ufficiale è il Portoghese, ma sono presenti importanti comunità di origine italiana, spagnola e tedesca. La maggior parte della popolazione è brasiliana, mentre il resto è composto da mulatti, meticci e africani. Gli Indios vivono sull’altopiano del Mato Grosso e lungo il Rio delle Amazzoni. L’85% della popolazione vive nelle grandi città della costa atlantica: Rio de Janeiro, San Paolo e Salvador de Bahia. Il Brasile, oggi, da un lato è tra le prime potenze mondiali industriali, dall’altro ha delle sacche di povertà con livelli tra i più bassi del mondo. Il Paese ha enormi potenzialità di sviluppo, grazie alle risorse naturali e umane presenti sul territorio. Il settore primario dà lavoro al 20% della popolazione. I prodotti maggiormente esportati sono caffè, canna da zucchero, mais, soia e banane. Dalle fitte foreste del Brasile si ricavano caucciù e diversi tipi di legno da costruzione. Le industrie siderurgiche, metallurgiche e chimiche sono le più diffuse.  La risorsa principale è il ferro, del quale il paese è il secondo produttore del mondo.
Mato grosso
Sport
Lo sport nazionale del Brasile è sicuramente il calcio, gioco nel quale si affrontano due squadre composte ciascuna da undici giocatori, usando un pallone sferico all'interno di un campo da gioco rettangolare con due porte. Lo scopo è quello di segnare più punti mandando il pallone dentro la porta avversaria. Un grande personaggio del calcio brasiliano è stato Edson Arantes do Nascimento, soprannominato Pelè, che, durante la sua carriera, segnò più di 1000 reti.
Non sono da sottovalutare anche grandi personaggi dell'automobilismo, come i piloti brasiliani di Formula 1 Nelson Piquet e Ayrton Senna, entrambi per 3 volte campioni del mondo in questa disciplina.
Il petrolio è una fonte energetica non rinnovabile. È una miscela di idrocarburi contenente una piccola quantità di prodotti ossigenati, azotati e solforati, che si trova negli strati profondi del sottosuolo. Si presenta come liquido oleoso e denso, di colore variabile tra il giallo-bruno e il nerastro, con fluorescenze verdi e azzurre, e con un odore caratteristico. La densità del petrolio oscilla tra 0,8 e 0,95 g/cm³, quindi inferiore a quella dell’acqua (1 g/cm³).


Il petrolio è il prodotto della trasformazione di organismi animali e vegetali, in seguito a complessi processi fisici e chimici che si sono svolti nel corso della lunghissima storia della Terra e che hanno portato alla formazione delle rocce sedimentarie. I giacimenti petroliferi si trovano nelle "trappole", ossia nei punti più alti delle rocce porose e permeabili, coperti da altre rocce impermeabili. Per trovare un giacimento bisogna verificare se il sottosuolo è costituito da rocce sedimentarie e se tra queste ve ne sono alcune che possono contenere gli idrocarburi. Bisogna, però, anche identificare una trappola.
LA RAFFINAZIONE DEL PETROLIO
Il petrolio greggio è un miscuglio di idrocarburi molto diversi tra loro. Per renderlo puro, è necessario sottoporlo a delle lavorazioni che consentono di separarne i vari componenti: ciò avviene in grandi complessi chiamati raffinerie. Il primo trattamento a cui viene sottoposto il petrolio è la distillazione frazionata. Qui viene riscaldato fino alla temperatura di ebollizione e poi inviato a una speciale torre di frazionamento. I prodotti che si ottengono con la distillazione frazionata sono: gas, benzine, kerosene, gasoli e oli pesanti.
Gli agenti atmosferici riescono a disgregare la roccia con il processo dell’erosione. La forza di gravità fa si che i detriti dell’erosione siano sempre trascinati verso il basso, trasportati dai fiumi e infine depositati. Nel corso di milioni di anni i detriti vengono ridotti a frammenti sempre più piccoli e trasportati più in basso, fino a raggiungere i bacini di raccolta nel fondo dei mari e degli oceani. Qui i detriti gradualmente si accumulano tramite il processo che è chiamato sedimentazione, formando strati sovrapposti: in alto ci sono i sedimenti più recenti, mentre gli strati più profondi sono i più antichi. Talvolta i resti di alcuni animali e vegetali rimangono inglobati in questi bacini sedimentari formando petrolio o diventando fossili.
Terra: erosione, trasporto e sedimentazione
Cristo Redentore
Il Cristo Redentore (in portoghese Cristo Redentor) è una statua rappresentante Gesù Cristo. È collocata sulla cima della montagna del Corcovado, che si erge a 700 metri sul livello del mare, a picco sulla città e sulla baia di Rio de Janeiro. E' alta 38 metri, di cui 8 fanno parte del basamento. È uno dei monumenti più conosciuti al mondo. Ormai la statua è un simbolo della città e del Brasile, e rappresenta il Cristo Redentore dell'umanità. È stata inserita nel 2007 fra le sette meraviglie del mondo. L'idea di costruire una statua in cima al monte Corcovado nacque intorno al 1850, ma il progetto col Cristo a braccia aperte fu messo in atto solo nel 1921. Il monumento fu progettato dallo scultore francese Paul Landowski e inaugurato il 12 ottobre 1931, in una grande e sontuosa cerimonia.
Italiano: Salvatore Quasimodo

E' nato a Modica, in Sicilia, dove trascorse l'infanzia. Iniziò a dedicarsi all'attività poetica e letteraria dal 1938, e nel 1959 gli venne conferito il premio Nobel. Quasimodo contribuì in modo determinante a dare vita alla corrente dell'Ermetismo, anche se nel dopoguerra il poeta superò quest'esperienza poetica rinnovandosi sia nelle tematiche sia nello stile. tra le sue raccolte ricordiamo "Alle fronde dei salici" e "Milano, agosto 1943".
Alle fronde dei salici
E come potevamo noi cantare
con il piede straniero sopra al cuore,
fra i morti abbandonati nelle piazze
sull'erba dura di ghiaccio,
al lamento d'agnello dei fanciulli, all'urlo nero
della madre che andava incontro al figlio
crocifisso sul palo del telegrafo?
Full transcript