Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Dilemma Una nuova società

Cos’è Il progetto nasce con la volontà di applicare in diverse realtà nazionali un nuovo modello di locale e di ristoraz
by

Carlo Catani

on 16 February 2013

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Dilemma Una nuova società

Risultati economici attesi Dove? Dilemma Double click to crop it if necessary San Francisco Budapest (cc) photo by Metro Centric on Flickr (cc) photo by Franco Folini on Flickr (cc) photo by jimmyharris on Flickr Stockholm (cc) photo by Metro Centric on Flickr Si prevede la realizzazione delle prime 2 attività nell'isola di Bali e nella città di Berlino per la categoria “Italian pot (melting)” procedendo con lo sviluppo del progetto con baricentro asiatico per successive aperture su Jakarta, Hong Kong, Singapore e Kuala Lumpur. La valutazione del business plan, è prevista pure su Barcellona, Zurigo e Londra, ma le aperture europee saranno valutate più attentamente. I ristoranti della categoria "Omnivore" partiranno in un secondo momento. Garantito il 4 % annuo ai sostenitori che potranno essere reinvestiti nel locale o in nuovi locali. Il tutto entro 3 anni per consentire ai ristoranti di raggiungere l'attivo di gestione entro questo periodo con l'aumentare dei ristoranti, il format acquisirà valore, e con esso le quote dei sostenitori valore crescente della società Omnivore Italian pot cos'é dilemma? Italian Pot Singapore Italian pot Berlin Italian Pot Bali Interessi ai soci 1) gestore di ristoranti nel rispetto del formato ideato, utilizzando capitale messo a disposizione dalla società madre (che detiene la maggioranza delle quote), con l'obiettivo di: raggiungere utili, valorizzare i prodotti utilizzati, e raccontare la grande attenzione alla sostenibilità e alla qualità dell’offerta. è un modello di ristorazione italiana sostenibile che promuove: le ricette tradizionali ortodosse; una pizzeria che utilizza pasta madre, idrolisi e materie prime eccellenti; gelato tradizionale preparato con tecnologie innovative sostenibili e frutta del territorio; inoltre sarà presente una proposta di piatti, italiani contaminati dalle materie prime locali per proporre un menù a KM 0. Questo modello viene proposto in 2 modalità di gestione: é una società che nasce con lo scopo di lanciare 2 nuovi modelli di ristorazione all'Estero. Il primo modello (Italian Pot) partirà subito, mentre il secondo (Omnivore) aspetterà il momento propizio. Chiameremo questa società: società madre Promuove e attivare pratiche sostenibili Via Via Cafe www.viaviacafe.com esperienze nel mondo Rete di Slow Food nel mondo Punti di forza Situazione economica di debolezza
internazionale Punti di debolezza Barcelona: Simon Perez Pujadas (della Lumenis Auditoria & Consultoria) Business plan. Daniele Rossi e Chiara Bombardi (contatti) Business Plan
e Referenti Exki www.exki.com Rete degli studenti e ex studenti dell'Università Riproducibilità del Format con possibilità di allargamento società Difficoltà a coinvolgere cuochi in società per il modello "Omnivore" Berlino: Ulrike Piecha titolare di 1 ristorante bio di successo in Kreutzberg e Gianpaolo Caliolo gestore di 2 ristoranti italiani di successo Bali: Mario Gierotto, imprenditore, conduce un'attività nel tessile da più di 10 anni sull'isola Incentivare e valorizzare l'uso di materie prime di alta qualità Valorizzare il lavoro delle persone che collaborano al progetto e per questo ne condividono i valori Utilizzare i prodotti del territorio, tenendo conto della stagionalità, dell’ambiente e del suo ecosistema
Valorizzazione l'eccellenza italiana e i suoi prodotti Partenza Per consentire alla società: “Dilemma” di individuare dei locali nei quali lanciare l'attività di ristorazione con i due modelli (Italian Pot, Omnivore, )sarà necessario costituire un capitale sociale di circa 60.000 euro, da utilizzare per approntare i necessari piani economici e retribuire i lavori svolti dagli incaricati e partire con il primo locale a Bali. Quando poi viene deliberata l'acquisizione di un nuovo locale, il capitale sarà integrato dai soci della quota necessaria al completamento dell'operazione. Si partirà con la formula Italian Pot e solo in un secondo momento con Omnivore Big and.... ... small ... small ci piace Ci Piace
• che i produttori abbiano una faccia, e che con quella garantiscano per l’eccellenza dei loro prodotti
• che le materie prime siano pagate un giusto prezzo, che consenta ai produttori di poter continuare a produrre le loro eccellenze
• che i pesci che mettiamo in tavola non stiano rischiando l’estinzione
• che gli animali che mettiamo in tavola non arrivino da allevamenti intensivi ma da allevatori sensibili al tema del benessere animale
• che i nostri produttori adottino pratiche sostenibili sui terreni, che garantiscono la salute dei nostri ospiti, oltre che il futuro della terra
• che l’acqua sia gratuita, non per darle poco valore, ma perchè è un diritto di tutti e in primo luogo dei nostri ospiti.
• che le nostre attività lascino il minimo di rifiuti impattando il meno possibile; per cui “riciclo, differenzio, riutilizzo” per noi non sono solo delle parole
• che le materie prime in scadenza vengono donate ad enti che possano aiutare chi ne ha necessità
• che siamo consapevoli che c’è sempre da imparare, e per questo invitiamo cuochi ed esperti per conoscere e farvi conoscere i loro modi di interpretare prodotti e tradizioni/innovazioni
• che gli alcolici fanno parte della nostra ricchezza culturale e della nostra tradizione, e vanno valorizzati con competenza, godendoli al meglio senza abusi e senza demonizzazioni
• che la nostra attività si cali all’interno della vita culturale e turistica cittadina
• che le energie che utilizziamo siano il più possibile provenienti da fonti sostenibili ... small non ci piace • utilizzare materie prime omologate che non mettano in risalto la nostra ricerca sui prodotti
• proporre prezzi che sminuiscano il lavoro dei produttori, ma neppure che siano troppo inaccessibili per le tasche dei nostri ospiti
• che i pesci che mettiamo in tavola stiano rischiando l’estinzione
• che gli animali che mettiamo in tavola arrivino da allevamenti intensivi poco sensibili al tema del benessere animale
• che i nostri produttori adottino pratiche insostenibili che impoveriscono i terreni, o che utilizzano pesticidi o fitofarmaci che possono costituire un rischio per la salute dei nostri ospiti.
• che l’acqua del nostro locale venga fatta pagare. A meno che non venga esplicitamente richiesta la minerale
• che le nostre attività lascino grandi quantità di rifiuti impattando sull’ambiente
• che le materie prime in scadenza vengono buttate senza attenzione .
• che si pensi di non avere più nulla da imparare (soprattutto sul cibo)
• che non si presti attenzione a quello che si beve sia sulla qualità che sulla quantità .
• che il locale sia impersonale e scollegato al territorio in cui opera Target Collegamento con Alma scuola cucina italiana ristorante Riviera Ecuador La società gestrice del locale
ha minimo 2 soci: il cuoco e il gestore o anima del locale La società gestrice del locale
può avere anche un solo socio Italian pot Hong Kong Omnivore RE-staurant RE-volution RE-fuse; RE-frain; RE-gret; RE-ject; RE-nounce; RE-move; RE-voke; RE-trace Hong Kong: Amy Ann Lyn ristoratrice in Italia di origine di Hong Kong Lotus Restaurant RE-ly; RE-member RE-al food RE-sistence RE-spect RE-scue RE-source RE-cycle; RE-use RE-style RE-think RE-vive RE-join RE-newable 2) Fornisce consulenza, prepara la piattaforma di fornitori di materie prime, individua le linee di gestione e, se necessario, anche personale di cucina e di sala con le competenze richieste, sempre nel rispetto del formato, affida l'uso del logo , vigilando sul fatto che il formato venga poi seguito dalla gestione 2) Obiettivi Modello che mira a far sì che le tradizioni e le peculiarità dei territori possano emergere ed essere valorizzate, insieme ai prodotti nazionali; le indicazioni di formato tendono a valorizzare buone pratiche ed eccellenze gastronomiche, puntando sulle piccole produzioni locali o comunque nazionali, il tutto senza condannare le innovazioni e le nuove tecniche Le modalità con cui viene proposto tale modello, sono le medesime del modello Italian Pot Dilemma
Società Madre Italian Pot 2 modalità Omnivore 2 modalità Gestione condivisa 60% Dilemma
40% Italian Pot Consulenza, piattaforma e uso marchio 100% Società che usa il marchio
Royalties annuali a Dilemma Gestione condivisa 60% Dilemma
40% Omnivore Consulenza, piattaforma e uso marchio 100% Società che usa il marchio
Royalties annuali a Dilemma QB negozi/ristoranti in Milano Genova
Brescia Presenza saltuaria dei rappresentanti della società madre nei locali
Full transcript