Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Gli Ignudi della Cappella Sistina

No description
by

lara montana

on 25 February 2015

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Gli Ignudi della Cappella Sistina

Gli Ignudi della Cappella Sistina
Ebbrezza di Noè
All'interno dei riquadri della maestosa Cappella Sistina, troviamo numerosi episodi della Genesi affiancati da particolari figure chiamate Ignudi. Essi riprendono le figure classiche (Torso Belvedere o Laocoonte) in particolare attraverso la loro corporatura, sapientemente dipinta da Michelangelo.
Il sacrificio di Noè
Importante è, in ogni episodio, l'individualità di ogni singolo componente. Infatti, la perfezione anatomica dei muscoli e dei corpi stessi, idealizzano la figura dell'uomo facendolo diventare il più alto esempio della creazione divina
La creazione di Adamo
Michelangelo riesce dunque a combinare perfettamente il classicismo e la modernitá dei nuovi toni pittorici cangianti che furono messsi in lucee dal restauro. Esso rivelò dei chiaroscuri dominati dal cangiantismo che consiste nell'alternazna tra tonalità di colore apparentemente in contrasto.
La creazione di Eva
Probabilmente, però, questo intervento ha stravolto l'originario progetto di Michelangelo che avrebbe previsto, invece, l'abbassamente delle tonalità pittoriche troppo squillanti.
Il Giudizio Universale
Nel Giudizio Universale, postumo, finalmente Michelangelo ha potuto togliersi qualche sassolino immortalando chi lo aveva criticato. Minosse con orecchie d’asino e un serpente che gli morde i genitali per Biagio da Cesena, che, sprezzante, aveva giudicato la Cappella Sistina, forse a causa dei tanti nudi, un'opera degna di un'osteria.
San Bartolomeo
Michelangelo ritrasse se stesso nella pelle scuoiata viva retta in mano da San Bartolomeo col volto di Pietro l’Aretino, il quale bollò pubblicamente l’opera come “volgare”. Quando ammiriamo questo capolavoro, pensiamo che sia un vero e proprio inno alla perfezione e alla bellezza
Full transcript