Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Cagliari, 25/11/2015: Lavorare in modalità BYOD: risorse, criticità, opportunità

30 minuti
by

Anna Rita Vizzari

on 6 December 2015

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Cagliari, 25/11/2015: Lavorare in modalità BYOD: risorse, criticità, opportunità


Che cos'è il BYOD?
Bring Your Own Device (Porta il tuo dispositivo)
Varietà di dispositivi:
risorsa e criticità.
Pro e contro
Qualche "Contro"
- Necessità di una perenne gestione competente e attenta da parte dell'insegnante.
Qualche "Pro"
- Collaborazione pura e laboratorio continuo: ciascuno mette qualcosa, tutti hanno da dare e da chiedere.
- Bisogno di una continua ricerca di corrispondenti app/software/webware.
- Casi di alunni con difficoltà che aiutano gli altri e propongono in anticipo problemi e soluzioni.
A che cosa si contrappone?
Al sistema monomarca, sostenibile solo
se ci sono risorse finanziarie.
Meglio lo Smartphone per...
Mostrare lavori
Come ricostruzioni 3D su Minecraft o cose lasciate a casa per motivi d'ingombro/peso (plastici, per esempio).
Documentare e twittare
Più agevole il tablet per...
Studiare prendendo appunti
Fare giochi costruttivi
In pause relax dopo il lavoro.
Girare video
Interazioni immediate: arricchimento e motivazione
Condivisione in tempo reale nei social con feedback di genitori, dirigente, esperti, colleghi lontani.
Tutti hanno almeno lo smart-
phone, tutti possono contribuire contemporaneamente e relazionarsi
in modo accorto
verso l'esterno
.
App irrinunciabili
Condivisione "di classe"
Condivisione verso l'esterno
Creazione contenuti
e molte altre
Un'idea degli alunni in tempi non sospetti:
Sitografia utile sul
#BYOD
Presente nel post
http://svel.to/kfw
Minecraft nella didattica per plastici di Geografia e di Storia
Talora i ragazzi associano certi contenuti scolastici ad altri extrascolastici e fanno ascoltare/vedere al docente.
Condividere il proprio "bagaglio culturale"
http://svel.to/kgs
Risorsa utile: mappa mentale dei
sw
e delle
app
usabili anche off line (per tipologia di attività)
A cura di Anna Rita Vizzari - docente comandata presso USR Sardegna
"
Kit di sopravvivenza off-line
" con software free organizzati per tipologia di azione (
scrittura, mappe mentali, mappe concettuali, slideshow etc.
)
Quando è preferibile utilizzare il computer (netbook/notebook)?
Quando è più agevole utilizzare i device mobili (smartphone e tablet)?
Post pubblico su Facebook
Nota bene!
Auspicabile il wi-fi per lavorare collaborativamente on-line evitando agli alunni il BYON (Bring Your Own Net).
Problem posing e problem solving continui
www.istruzione.it/scuola_digitale/index.html
Importanza del coinvolgimento delle famiglie sia sul fronte "dispositivi" sia sul loro utilizzo da scuola e da casa per scuola.
Meglio il notebook per le attività più lunghe e impegnative
Talora si accantona il tablet per lavorare in coppia sul portatile
Il software e il webware sono più agevoli delle app corrispondenti.
per la documentazione,
per la metacognizione,
o come videotutorial.
e creando mappe mentali e concettuali sul device.
Chiudiamo con un esempio
Più efficace il lavoro [almeno] in coppia di quello individuale.
III Workshop Iscol@ - Cagliari, 25 novembre 2015
Full transcript