Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

concorso intercultura 2015 classe IC Nuvolento

ho aperto la porta allo straniero e .....
by

alessio padovani

on 20 April 2015

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of concorso intercultura 2015 classe IC Nuvolento

La storia della bisnonna Rosalinda di Nuvolento

La mamma di nonna Rosalinda ospitò i partigiani a Nuvolento. Essi chiedevano rifugio per nascodersi e sopravvivere.
La nonna Rosalinda racconta di uno di loro, un certo Brunetto, un ragazzo di 28 anni, per ringraziarla per tutto ciò che lei e le sue sorelle avevano fatto per lui, donò il suo paracadute alla famiglia. In seguito le sorelle divisero il pezzo di stoffa e ognuna ne tenne un pezzo in ricordo alcuni partigiani parlavano di quanto mancasse loro la famiglia. Altri parlavano delle loro esperienze in guerra. La nonna Rosalinda disse anche che tra i partigiani ospitati c'era anche un sacerdote che quando parlava degli episodi vissut in guerra, si commuoveva ricordando i momenti difficili trascorsi in quel tempo.

TESTIMONIANZA DELLA NONNA NATALIA DI NUVOLERA
IC Nuvolento
marzo 2015
classe IC
Un rifugio
La storia di Giovanni Berta di Nuvolera
Nonna Maria Pasquina di Nuvolento
Berta Giovanni, lo zio della nonna di un nostro compagno di classe, ospitò i partigiani e i soldati americani in casa sua, durante la II Guerra Mondiale. I partigiani chiedevano un rifugio per non essere catturati e uccisi dai tedeschi. Giovanni conobbe questi soldati americani e parlavano della liberazione dai tedeschi, della guerra e della speranza un giorno di poter tornare a casa.
Essi nelle scuole facevano da mangiare per chi non ne aveva, quindi restituivano il dono ricevuto agli italiani disponibili ad ospitarli.
Ho aperto la porta di casa e...

La testimone: Nonna Maria di Nuvolento
Il pezzo di paracadute consevato dalla nonna Rosalinda
Nonna Maria Pasquina
Intervista
(attendere prima di passare alla slide successisva, si può ascolatre l'intevista alla nonna che parte in automatico, accendere le casse)
Un soldato americano aiuta una ragazza italiana
autori
Con questa esperienza abbiamo capito quanto un'ospitalità possa essere importante per salvare una vita o aiutare chi è in difficoltà
La nonna Natalia ospitò un capitano della SS per circa un mese perchè era una delle poche che aveva la casa grande .
Poi ospitò delle persone che venivano dal Congo per circa 6 mesi.
Gloria Ragnoli
Efrem Moretto
Erika Mazzelli
Matteo Busi
Alessio Padovani


classe IC
Istituto comprensivo di Nuvolento
Parrocchiale di Nuvolera
Soldati Tedeschi
Full transcript