Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Rivoluzione francese

No description
by

Sara Balivo

on 21 October 2014

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Rivoluzione francese

Convocazione degli Stati genrali.
Si riunisce finalmente l'Assemblea. Il terzo ordine aveva chiesto il doppio dei loro rappresentanti perchè,qualora si votasse per testa,avrebbe vinto. Il sovrano accetta delegando all'assemblea la decisione di votare per testa o per ordine. Luigi XVI era infatti un sovrano molto debole influenzato dalla moglie; ciò favorì la rivoluzione. La votazione prevedeva che ogni ordine si riunisse in una camera diversa,ma accadde che preti e nobili di basso livello passarono dalla parte del popolo.
Tassazioni
Le tasse venivano pagate solo dal terzo ordine, ciò pesava ancor di più sull'economia. Quando Turgot e Necker avanzano la proposta per cui anche sovrani e clero dovevano pagare le tasse,questi si lamentarono e convocarono l'assemblea degli stati generali. Infatti la legge prevedeva la loro convocazione per introdurre nuove tasse,il terzo stato però chiede di avere un numero doppio dei loro rappresentanti.
Crisi finanziaria
La crisi finanziaria consisteva nel fatto che la Francia dopo la guerra dei 7 anni contro la Gran bretagna per il possesso di alcuni territori dell'America settentrionale, si ritrova a dover pagare le spese di guerra, giungendo così al deficit, ma non solo; doveva infatti utiulizzare soldi anche da investire per lo Stato. A questo punto due economisti Turgot e Necker cercano di risanare l'economia dello Stato e rendere più equa la situazione.
Crisi economica.
Nella seconda metà del 700 la Francia fu colpita da una profonda crisi agricola, dovuta ad estati trorbide ed inverni troppo freddi. Diminuì soprattutto la produzione di grano, infatti il prezzo del pane aumentò notevolmente. Ciò provocò i primi scontri
Formazione dell'esercito cittadino
I cittadini capiscono che non possono fidarsi dell'esercito del sovrano,dal momento che questo stà tramando contro di loro e quindi formano un vero e proprio esercito. Si viene a formare addirittura una guardia personale per ogni deputato in alternativa dell'esercito.
Tripartizione dei poteri
Sulla base di Montesquieu,la divisione dei poteri faceva sì che il potere non fosse tutto nelle mani di una sola persona.
Potere legislativo affidato al Parlamento;
potere esecutivo affidato al Governo;
potere giudiziario affidato alla Magistratura.
La figura del leader
Ogni partito è rappresentato da una figura guida,il leader appunto il quale dialoga con gli altri leader. Spesso la carica di leader era attribuita ad avvocati data la loro abilità nel parlare. Saranno gli avvocati a stendere infatti la carte dei diritti e dei doveri dei cittadini,in virtù delle loro competenze in questo campo non a caso la carta costituzionale dell'89' verrà considerata un modello in tutta Europa o il codice Napoleonico che sarà alla basa della nostra costituzione.
Rivoluzione
francese

Illuminismo
L'illuminismo
Il ‘700 è il “secolo dei lumi”, secolo in cui si diffuse l’illuminismo = movimento culturale che toccò tutti i campi dello SCIRE = CONOSCERE. Tale movimento nacque in Francia e poi si diffuse in tutta Europa, ma ebbe origini lontane: vi furono infatti delle anticipazioni di tale movimento nell’Inghilterra del ‘600 con Locke e Newton (empirismo).
Che cos'è l'illuminismo?
Secondo Kant è la fuoriuscita dell'uomo da uno stato di minorità (incapacità di usare autonomamente la propria ragione) di cui egli stesso è colpevole.
“SAPERE AUDE” = abbi il coraggio di usare la tua ragione.
Una nuova figura di
intellettuale.
nell'illuminismo, l'intellettuale occupa un ruolo di importanza sostanziale e centrale per risvegliare tutti gli uomi dal "buio" dell'ignoranza, che li ha soggiogati nei secoli precendenti, con i "lumi" della ragione. L'intellettuale è alla ricerca di un metodo empirico, dunque verificabile e dimostrabile, che conduca alla verità. Si tratta di un'élite di persone, un gruppo limitato di persone, che si impegna per le masse. Il popolo infatti è ignorante e strumentalizzato.
Contrariamente a quanto accadeva in passato, per cui si credeva che tutto fosse voluto da Dio perfino gli ordini sociali...
...ora:
Russeau sostiene che
«L'uomo è nato libero e ovunque si trova in catene»
Ciò significa che tutti gli uomini nascono liberi, uguali.
Il principio di autorità.
Non mettere in discussione ciò che è stato detto da qualcuno che possiede una certa autorità. La ragione si rende conto che queste cose sono irrazionali, e dimostrandolo, devono essere eliminate.
Per cambiare la società ci vuole un progetto nuovo di società, ma l'idea stessa di cambiamento presuppone di abbandonare un progetto per abbracciarne un altro. Bisogna partire quindi dal presupposto che la società può cambiare anzi DEVE. Per fare ciò è necessario eliminare quei principi che negano il cambiamento ovvero...
Principio della tradizione.
non accettare nessun principio o valore soltanto in virtù della tradizione, perché già altri lo avevano accettato; educare la mente a chiedere ragioni e prove di ogni cosa.
Progresso
Concetto di temp
L'idea centrale dell'illumismo è il progresso. Mentre la tradizione riteneva che il passato è migliore del presente, il progresso sostiene che il futuro è migliore del presente e, quindi, anche del passato. Per comprendere meglio si può fare un confronto con la concezione del tempo secondo il Cristianesimo: è un tempo che procede da 100 a 0, cioè da un momento di maggiore felicità (eden) ad un'inesorabile decadenza; l'idea dell'Illuminismo vede il passato come lo zero e il futuro infinito. La concezione del tempo illuministica è ottimistica dal momento che vuole portare la società ad un futuro migliore, se questa userà la ragione, e ad una migliore qualità di vita.
Il mito del buon selvaggio
Teorizzato da Russeau, il mito del buon selvaggio afferma che: Buon selvaggio è la denominazione di un mito basato sulla convinzione che l'uomo in origine fosse un "animale" buono e pacifico, solo successivamente corrotto dalla società e dal progresso diventa cattivo. Secondo Rousseau infatti l'umanità progredita, è progredita anche nel male.
Rapporto tra illuminismo e rivoluzione francese.
L'idea degli illuministi era un'idea di élite, è importante capire come sia diventata un'idea di massa.
Il giornale.
Il giornale si fa veicolo di questo messaggio grazie al fatto che venivano letti nei caffè e nelle piazze. Il primo giornale si chiamava "l'amico del popolo" proprio perchè non voleva imporre un'idea, ma affiancare il popolo.
I caffè
I giornali venivano letti nei caffè, luogo di incontro e di condivisione, discussione di idee; uno dei caffè più importanti della Francia era il cafè Pocope, frequentato anche da Voltaire.
Le piazze.
Editoria
Grazie all'editoria il pensiero illumista si allargò ad una parte della borghesia, ma ciò non bastava, il messaggio doveva essere passato alla massa.
Luogo di condivisione diventano soprattutto le piazze, dove si fa demagogia facendo rendere conto alla società di essere insoddisfatta. Questo rappresenta il primo passo per far nascere concetti rivoluzionari.
I primi messaggi rivoluzionari prevedevano soltanto la volontà di cambiare sistema. Inizialmente infatti non si pone come rivoluzione violenta e si cerca anche di fermarla, cosa impossibile dal momento che i poveri si sentono sempre più in "punto di morte". Si fidano, dunque di un gruppo di persone, che sono le prime a mettersi alla prova, a dare l'esempio. Si vengono a formare così i club, antenati dei partiti
I politici, attraverso la creazione di confusione, fanno sorgere il dubbio al popolo, ma il cambiare idea non presuppone direttamente l'idea di un'evoluzione. L'abilità di questi pochi riescono a far sentire alle masse la volontà di cambiare. Si poteva contare sul fatto che i poveri erano tanti ed insoddisfatti, morivano di fame al contrario di nobiltà e clero che sperperava e sprecava.
" Se Dio l'ha messi al potere, l'ha fatto per il bene del popolo; se questi non facevano il loro dovere, dovevano dar conto al popolo stesso".
Famosa è la giornata delle tegole: ancora oggi si ricorda questa giornata chiamata così perchè l'esercito con i manifestanti salirono sui tetti e cominciarono a lanciarsi le tegole.
Ciò introdusse un nuovo modo di fare politica,stando vicino alla gente e ascoltando i loro reali problemi; il popolo non rappresenta più i semplici sudditi ma diventa il protagonista
Giuramento della pallacorda
Vedendo queste manovre il sovrano fa trovare chiusa la stanza dell'assemblea. Il terzo ordine decide comunque di incontrarsi ma in una stanza definita della pallacorda,una sorta di palestra,dove i 212 avvocati ovvero rappresentanti del terzo stato giurano sulla loro vita di non demordere fin quando la Francia non avesse avuto una costituzione che sancisse diritti e doveri prevedendo la spartizione dei poteri.
Si ha la formazione dei club,partiti che sostengono posizioni divere in bse ai loro problemi.
Sinistra estremisti
Proponevano la negazione della monarchia a favore della Repubblica presidenziale; il presidente lui che ha maggior potere e viene eletto dai cittadini.
Moderati di centro
Proponevano per risolvere i problemi una monarchia costituzionale,la presenza di un sovrano ma che non avesse potere assoluto; era basata sulla tripartizione dei poteri.
Moderni di destra
Proponeva di risolvere i problemi mantenendo la monarchia trasformandola però in illuminata: il sovrano doveva andare incontro al popolo.
Full transcript