Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

IL PETROLIO

No description
by

Alberto Centoz

on 29 November 2015

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of IL PETROLIO

Cos’è il petrolio?
Il petrolio è un combustibile fossile e una miscela di idrocarburi
liquidi e di idrocarburi fossili. É composto da atomi di carbonio e da atomi di idrogeno, è una fonte di energia non rinnovabile.
Molte volte è chiamato oro nero, perchè vale molti soldi.
Origine e formazione.
Il petrolio si è formato grazie alla decomposizione di organismi biologici (piante e animali) in situazione anaerobica (=senza presenza di ossigeno) che si sono depositati in fosse molto profonde soprattutto nei fondali mari dove si trovavano organismi viventi che hanno aiutato la deomposizione delle piante e degli animali. Dopo essersi formato si raggruppa in delle falde composte da uno strato di rocce impermeabili sul fondo per formare una sacca. Il petrolio si è formato circa 125 milioni di anni fa.
Ricerca dei giacimenti
Esistono tre modi per analizzare le aree dove si può trovare il petrolio:
- Rilevamento aerofotografico. È molto utile perché aiuta il rilevamento di roccie che possono interessare all’ estrazione del petrolio.
- Carotaggio. Si prende un campione di terra per analizzarlo e per definire a che periodo storico appartiene ciascuno strato di terreno e per trovare eventuali tracce di petrolio.
- Rilevamento sismico a riflessione. È il più preciso dei metodi per il rilevamento del petrolio. Si mettono delle “bombe” sotteranee provocanti delle onde sismiche che vengono riflesse e poi registrate da computer che danno un modello del terreno tridimensionale.
IL PETROLIO
FORMAZIONE CHIMICA
DEL PETROLIO

L'estrazione
Per prima cosa bisogna trivellare con uno scalpello fatto di diamante industriale, fino ad arrivare alla trappola petrolifera. Poi si immette dell'acqua per far salire il petrolio in superficie (infatti il petrolio è meno denso dell'acqua). Il petrolio si può estrarre sia da terra, la maggior parte delle volte, sia con delle piattaforme marine, purtroppo sempre in aumento perchè i pozzi petroliferi terrestri non sono più così numerosi. Queste piattaorme sono chiamate piattaforme off shore cioé: al largo.

IL TRASPORTO
Il primo modo per trasportare il petrolio é tramite oleodotti. Questi sono dei complessi di tubature di acciaio, saldati elettronicamente, lunghi più o meno 10 metri. Sono sempre collocate sotto terra di 15 metri, sia su terra che sui fondali marini. Ogni 50-250 km si trovano delle pompe che assicurano il trasporto alle raffinerie. Lungo il percorso ci sono delle stazioni per la sicurezza.
Il secondo metodo per il trasporto del petrolio è tramite delle petroliere, che sono delle navi di media grandezza con sopra delle cisterne per il trasporto del liquido.
Queste operazioni sono molto delicate perché se naufragano o se si rompono il petrolio versato in mare diventa molto pericoloso per l'ecosistema marino. Infatti ci sono stati molti casi di inquinamento del mare. Un esempio possono essere le cisterne pulite con l'acqua del mare ovviamente poi di nuovo riversate. Per però ridurre gli impatti ambientali sono state elaborate delle nuove tecniche per la pulizia delle petroliere.

La distillazione frazionata
La distillazione frazionata é una particolare distillazione dove si possono ricavare molte sostanze diverse dalla primaria. Dal petrolio si possono ricavare:
Benzina.
Cherosene.
Gasolio.
Oli lubrificanti.
Tutti questi materiali vengono prodotti dalla raffinazione del petrolio greggio dentro delle torri apposta per il suo riscaldamneto.
I residui di queste lavorazioni si chiamano bitumi. Questi sono utilizzati per la produzione di catrame per l'asfalto.
Con il petrolio si fanno anche le materie plastiche, le vernici, i cosmetici e alcuni conservanti
Paesi Produttori

Paesi consumatori
IMPATTO AMBIENTALE
Il petrolio ha un notevole impatto ambienale, non solo per gli incidenti che succedono spesso, ma anche per l'estrazione: quando si trova un pozzo petrolifero in, ad esempio, Siberia, si costruiscono tutte le abitazioni per gli operai oltre che le pompe. Questo comporta un vero e proprio disastro per gli ecosistemi che sono molto a rischio.
Però non mancano comunque degl iincidenti.
L' incidente nel Golfo del Messico
Nel Golfo del Messico nel 2010 si è riversata un' enorme quantità di petrolio greggio provocando il più grande disastro petrolifero della storia americana.
Mentre la piattaforma petrolifera Deepwater Horizon stava trivellando il pozzo più profondo al mondo, una potente esplosione a provocato un enorme incendio sulla piattaforma procandone il ribaltamento. Così una quantità pari a 10 000 000 di barili di petrolio fu rovesciata in mare. La ditta a cui apparteneva la piattaforma fece un sacco di tenta tivi per bloccar ela fuoriuscita, ma senza successo. Solo sfruttando i due pozzi vicini alla Deepwater Horizon riuscirono a fermare la fuoriuscita.
Questo provocò danni irriparabili, ancora oggi si può vedere il petrolio in mare.
La Exxon Valdez
La Exxon Valdez è una superpetroliera che può contenere fino a 1,48 milioni di barili di petrolio.
Il 23 marzo 1989 la nave andò a scontrarsi contro degl iscogli nello stretto di Prince William, in Alaska, così provocando una fuoriuscita di 42 000 metri cubi di petroio greggio nel mare. Anche questo è uno dei più grandi disastri ambientali riguardanti il petrolio.
I danni all' ecosistema furono enormi: migliaia di specie viventi perirono in questo tragico incidente. La ditta fu costretta a pagare un risarcimento dei danni e per lapulizia del mare inquinato.
La Exxon Valdez è ancora oggi attiva, ma non può più passare per lo stretto di Prince William.
Full transcript