Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Untitled Prezi

No description
by

Maria Molinari

on 12 February 2014

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Untitled Prezi

La storia
- Abitata sin dall'epoca preistorica;
- Parola acropoli significa "città alta" (àkros "alto", pòlis "città").
- In età micenea: scopo politico
- In età classica: centro religioso e cittadino e il centro politico e commerciale si sposta nell'agorà.
- Invasa dai Persiani e distrutta nel 480 a. C., poi ricostruita
- Durante l'epoca di Pericle per celebrare la vittoria sui Persiani fu realizzata la ricostruzione dell'acropoli.
- Diventò un santuario cattolico, poi turco
- Nel Medioevo l'acropoli trasformata in fortezza militare dai Franchi e poi dai Turchi.
- Bombardata dai Turchi, causando danni al Partenone, che, poiché conteneva dei depositi di polvere da sparo, saltò in aria.
- Durante la dominazione dell'Impero ottomano spogliata di gran parte dei marmi e delle metope e portati in Inghilterra.
- Dichiarata patrimonio dell'umanità dall'UNESCO nel 1987
1) Propilei
2) Tempio di Athena Nike
3) Eretteo
4) Statua di Athena Promacos
5) Statua di Athena Parthenos
6) Partenone
7) Tempio di AthenaPolias
8) Teatro di Dioniso
9) Odeidon di Attico
10) Odeidon di Pericle

Le parti dell'Acropoli
- ingresso monumentale alla fine della Via Sacra che immette nella parte dell'acropoli circondata dalle mura difensive
- progettati dall'architetto Mnesicle tra il 437 a.C. ed il 432 a.C
- mai terminati.
- Materiali: marmo pentelico bianco e pietra grigia di Eleusi,
- Struttura: corpo centrale con due ali laterali, una verso nord (detta Pinacoteca) e una verso sud (semplice portico). i due fronti hanno ognuno sei colonne doriche
- presenti due stili: dorico e ionico
- la coppia centrale di colonne più distanziata per lasciare spazio al carro della processione delle Panatenee
- tempio in stile ionico costruito tra il 420 e il 406 a.C
- voluto da Pericle e progettato da Filocle
- originariamente Palazzo del mitico re Eretteo I
- riunione di antiche figure divine e eroiche (Atena, Tridente, fontana di sale...)
- presenti due celle (una dedicata ad Atena e l'altra a Poseidone
- parti principali:
portico
e
colonne
rappresentanti sei ragazze (
cariatidi
) di identità indefinita.
Eretteo
TEMPIO DI ATHENA NIKE
PARTENONE
- tempio dedicato alla dea Athena Partenos (Vergine)
- costruito per iniziativa di Pericle dagli architetti Ictino e Callicrate, supervisionato dallo scultore Fidia (nominato episkopos, supervisore).
- L' edificazione comincia nel 447 a.C., e viene completata attorno al 438 a.C., ma il lavoro sulle decorazioni continua fino al 432 a.C.
- materiale: marmo pentelico
- tempio octastilo periptero di ordine dorico
- I suoi miglioramenti architettonici sono: la sottile corrispondenza tra la curvatura dello stilobate, l'assottigliarsi dei muri del naos e l' entasis delle colonne. in più lo stilobate convesso e le colonne lievemente incurvate lo hanno reso antisismico.
- un tempo decorato da: colori vivaci che ora non sono visibili
le metope del fregio dorico
le sculture dei frontoni
- Nel VI secolo convertito in una chiesa cristiana dedicata alla Madonna; dopo la conquista turca, convertito in moschea.
- Nel 1687, durante l'assedio di Atene da parte della Repubblica di Venezia, colpito da una cannonata che fece scoppiare la polvere da sparo lì depositata.
- costruita da Fidia al centro della cella del Partenone
- alta più di dodici metri e costituita da oltre 1000 chili d'oro e anche avorio
- dedicata ad Atena, rappresentata in piedi, con l'egida (corazza)
- la mano destra sorregge una Nike, mentre l'altro braccio è sorretto da uno scudo
- sull'elmo si possono notare una sfinge e due grifoni, mentre sui sandali erano scolpiti episodi mitologici
Statua di Atena "crisoelefantina"
- costruito nel VI secolo a.C. nel recinto sacro dedicato a Dioniso
- luogo di nascita della tragedia greca, usato anche per le lotte dei gladiatori e le varie manifestazioni
- dal III secolo diventa teatro vero e proprio, con sedili in legno e migliaia di posti per il pubblico
- nei pressi del teatro ci sono i resti del tempio di Dioniso, oltre il tempio vi era la parte anteriore del teatro dedicata all'orchestra
Teatro di Dioniso
odeion di Erode Attico
-costruito in memoria della moglie
- piccolo teatro in pietra coperto utilizzato per rappresentazioni musicali.
- Qui i Greci organizzavano manifestazioni musicali e qui, ancora oggi, ha luogo il Festival di Atene.
- costruito nel 161 d.C.
- il più grande edificio dell'Acropoli che servì ai concorsi musicali e all'allenamento dei cori tragici e comici
- incendiato durante l'assedio di Silla (86 a.C.), venne ricostruito da Ariobarzane (30 a.C.)
- uno degli angoli dell'edificio era incastrato nel teatro di Dioniso
- i resti che ci sono pervenuti sono pochissimi
Odeon di Pericle
sitografia e bibliografía:
- www.atenegrecia.it
- tripadvisor.it
- www.theacropolismuseum.gr
- www.viaggioineuropa.it
- wikipedia
- treccani
- Il Cricco di Teodoro Zanichelli
- Arte Studio Petrini
- www.grecia.cc
- www.informagiovani.htm
- enciclopedia Il Tesoro
I PROPILEI
- situato sul versante sud dei Propilei
- progettato da Callicrate e costruito nel 430 a.C. per celebrare la vittoria contro i Persiani
- dedicato alla dea Atena Vincitrice
- tempio tetrastilo anfiprostilo di stile ionico.
- in origine decorato con preziosi bassorilievi, raffiguranti episodi della vittoriosa guerra persiana
- circondato da una balaustra scolpita raffigurante le Nike
- all'interno statua di culto in legno priva di ali, a simboleggiare che la dea Atena non avrebbe mai più dovuto lasciare la città.
Nike che si allaccia il sandalo.
balaustra, ca 420 a.C.
Atene, Museo dell'Acropoli
le metope
Tempio di Athena Polias
- tempio greco arcaico
- sostituito dal Partenone, dopo la colmata persiana nel 480 a.C.
- si trovava al centro del pianoro, probabilmente sui resti di un palazzo miceneo
- rinvenuti numerosi elementi architettonici di ordine dorico
- materiali: pietra calcarea azzurra e calcare locale poros.
Athena Promacos
- colossale statua fusa in bronzo da Fidia intorno al 460 a.C. e collocata nel 456 a. C.
- sorgeva fra i Propilei e il Partenone
- alta 9 metri circa
- rappresentava la dea armata con una lancia nella mano destra e con la mano sinistra regge uno scudo decorato
- Le novantadue metope doriche
- Sono datate 446-440 a.C.
- Le metope del lato est, sopra l'entrata principale, raffigurano la Gigantomachia (la lotta degli dei dell'Olimpo contro i Giganti).
- Sul lato ovest, le metope mostrano l'Amazzonomachia (la battaglia degli Ateniesi contro le Amazzoni).
- Le metope del lato sud mostrano la Centauromachia Tessala.
- Sul lato nord sono poco conservate, ma l'argomento sembra essere la Guerra di Troia.
com'era usanza a quei tempi, gli dei si dividevano le città mettendole sotto il loro protettorato. Quando sorse, Atene fu disputata da due tra i più potenti dei dell'Olimpo: Poseidone, dio del mare (nonché potentissimo fratello di Zeus), e Atena, la più saggia delle dee, figlia dello stesso Zeus.
Entrambi i contendenti cercarono di conquistarsi i favori degli Ateniesi con dei doni; alcune fonti sostengono che il dio donò loro il primo cavallo, facendolo emergere dalla terra con un colpo del suo tridente; Apollodoro, invece, narra che Poseidone fece apparire un vero e proprio mare sulla collina che sarebbe poi divenuta l 'Acropoli, Pausania riduce le dimensioni del mare ad un pozzo. Ma, nonostante l'importanza dei doni di Poseidone, Atena riuscì a prevalere grazie ad una pianta di ulivo. La dea, nella sua divina saggezza, comprese bene che quello sarebbe stato il dono più utile. Ancora oggi si può visitare il luogo della disputa, lì infatti fu costruito l'Eretteo.
il mito dell'acropoli
ACROPOLI DI ATENE
di Magliocchi Francesca e Maria Molinari
Full transcript