Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Il lobbying del Terzo settore

No description
by

Gianluca Sgueo

on 30 November 2013

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Il lobbying del Terzo settore

Lobby della settimana
I lobbisti
Il sistema industriale
Multinazionali
PMI
Società civile
Decisore pubblico
Chi fa lobbying?
Chi fa parte del sistema industriale?
Le grandi imprese e le multinazionali
Le piccole e le medie imprese
I distretti industriali
Le associazioni di imprese
Chi fa parte della società civile?
I cittadini
Le associazioni di cittadini
I sindacati
Gli enti e ordini religiosi
Gli albi e gli ordini professionali
I not for profit
Cos'è una No Profit?
Senza fini di lucro, detto di società, istituzione, fondazione che opera nel sociale (assistenza, formazione ecc.) e reinveste gli utili nelle proprie attività senza distribuire guadagni ai soci
Fondazione Italianieuropei è una no profit?
Il comitato per la vita è una no profit?
Gli enti no profit sono parte del cosiddetto Terzo Settore, ossia quello a cui appartengono le istituzioni e le organizzazioni che si collocano tra lo Stato ed il mercato.
Scelta civica è una no profit?
Save the Children è una no profit?
Terzosettore per numeri
In Italia ci sono
301191
istituzioni No Profit
4,7 milioni di volontari
Complessivamente il No Profit vale il
6,4%
delle unità economiche attive
In media in Italia ci sono
50,7
No Profit ogni 100 abitanti
65%
delle No profit fa attività culturali o sportive
681 mila dipendenti
Ci lavorano
270mila lavoratori esterni
e 5mila lavoratori temporanei
In Lombardia sono
47,6
ogni 100 abitanti
Nel Lazio
43,4
ogni 100 abitanti
In Campania
25,1
ogni 100 abitanti
8,3%
assistenza sociale e protezione civile
5,2%
istruzione e ricerca
Top 3 per attività
PRIMA DOMANDA
Che finalità ha il lobbying del Terzosettore?

La prima è la raccolta fondi
La seconda è la pressione nei confronti delle istituzioni italiane
La terza è la pressione verso le istituzioni sovranazionali
Secondo i dati diffusi dall’Assif, l’associazione dei fundraiser tricolori, Nel 2012 il
40%
delle associazioni no-profit italiane ha dichiarato di aver ricevuto donazioni in linea con quelle dell’anno precedente.
crescono anche i flussi di donazioni (
+6,8%
dal 2008 secondo Unicredit-Ipso) e l’autofinanziamento degli associati (
+6,4%
)
Unico dato negativo è la contrazione del
4,6%
che ha colpito i trasferimenti pubblici a favore delle no-profit
SECONDA DOMANDA
E come fa lobbying il Terzosettore?

La soluzione tradizionale
Incontro con il decisore pubblico
Contrattazione con il decisore pubblico
Pressione per l'approvazione di norme a proprio favore
Le soluzioni innovative
Nel 2012 le associazioni di consumatori hanno aumentato il volume di citazioni sui quotidiani nazionali del
13,5%
(fonte Istituto per la Competitività)
Comunicazione
Comunicazione sociale
Facebook
è il social network più utilizzato (
76,8%
), seguito da
Youtube
(
46,7%
),
Twitter
(
44,5%
),
Linkedin
(
14,3%
),
Google+
(
15,8%
) - fonte Fondazione Soliditas
Le Top5 No Profit italiane per finanziamenti nel 2012: Medici senza frontiere
50mln
, Action Aid
48mln
, Save The Children
45mln
, Coopi
35mln
, Cesvi
35mln
Il caso del 5x1000
Le ONG italiane riconosciute (cioè ufficialmente eleggibili per il finanziamento pubblico) sono 248, si interessano di
3000 progetti in 84 Paesi del mondo
, occupano 5500 persone e gestiscono 350 milioni di euro l’anno
Nel mondo sono attive
450 piattaforme dedicate
(191 negli Usa, 44 in Uk, oltre 100 nel resto dell'Eurozona)
Il Crowdfunding
solo Kickstarter (americana, la più importante) ha raccolto finora
393 milioni di dollari
La NYU stima che nel 2013 il crowdfunding riesca a mobilizzare
6.2 miliardi di dollari
Campagne virali
Nel 2010 le onlus italiane firmano una lettera aperta per i presidenti di Camera e Senato per chiedere nell'ambito della legge di stabilità il
ripristino dei 400 milioni di euro
stanziati nel 2009, dopo il taglio del 75% deciso dal governo e ratificato dalla commissione Bilancio della Camera
Ancora il caso del 5x1000
Firma questa petizione per chiedere al Presidente del Consiglio, Onorevole Enrico Letta, di prendere un impegno chiaro, concreto e trasparente per adottare una legge che renda stabile il 5 per 1000.
La campagna "compraunvoto"
Lanciata nel 2010, durante l'approvazione del DDL Gelmini sull'università, invitava provocatoriamente a versare una quota per comprare il voto di un parlamentare
La campagna Kony2012
Creata da Invisible Children. Un video pubblicato per la prima volta sul Web l’8 Marzo 2012, visto da più di
65 milioni di persone
, ricevendo oltre
200 video replica
e più di
500.000 commenti nei primi 4 giorni di vita
TERZA DOMANDA
Il Terzosettore fa un lobbying che funziona?

Tre domande sul lobbying del Terzosettore
Analizziamo pro e contro
PRO
Il "vantaggio di posizione" del Terzosettore rispetto alle imprese
CONTRO
Il minore impatto economico rispetto alle imprese
PRO
La possibilità di accedere al finanziamento privato
CONTRO
La difficoltà a garantire la propria accountability
PRO
Il vantaggio dell'uso delle campagne virali
Oggi la viralità è usata anche dalle aziende
La viralità è un esperimento pericoloso
Per le aziende
E per le no profit
Nelle loro campagne, queste organizzazioni [come Invisible Children] hanno manipolato i fatti a scopo strategico, esagerando il numero dei rapimenti e delle uccisioni dell’Esercito di Resistenza del Signore, enfatizzando l’impiego dei bambini soldato, e descrivendo Kony — senza dubbio un uomo brutale — come il diavolo in persona”.
Contro
La società civile non organizzata
La società civile organizzata
1
è una persona giuridica
2
é impegnata soprattutto (non solo)
nel sociale
3
Non distribuisce gli utili tra i soci, ma li impiega per i fini sociali
Cosa sappiamo del Terzosettore-lobbista
1
Esercita un "lobbying di sopravvivenza" (=fundraising) e un "lobbying-advocacy" per obiettivi sociali
2
Si avvale degli stessi strumenti di pressione dei lobbisti tradizionali, ma sfrutta anche canali meno convenzionali (crowdfunding/crowdsourcing)
3
Rispetto a quello svolto dalle aziende (e quello dei cittadini) il lobbying del Terzosettore è più dinamico, virale, collettivo e a minor tasso di incidenza economica
Si aprono nuovi interrogativi
(1) Il lobbying della società civile e quello del sistema industriale si integrano? Come?
(2) Abbiamo visto che il Terzosettore "sfrutta" i cittadini come parte attiva nelle campagne di lobbying. è vero anche il contrario?
(3) è possibile anche che imprese e Terzosettore cooperino per creare strategie di lobbying condivise?
Lobbying-Overlapping
Sistema industriale
Società civile non organizzata
Società civile organizzata
Grazie
gisgueo@yahoo.it
@GianlucaSgueo
Full transcript