Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Un elemento chiamato BERILLIO.

No description
by

Chiara Maccario

on 31 December 2014

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Un elemento chiamato BERILLIO.

Sottili fogli di berillio vengono usati negli strumenti diagnostici a raggi X per filtrare la luce visibile e permettere solo ai raggi X di venire rilevati.
Nel campo della litografia a raggi X, il berillio viene usato per la riproduzione di circuiti stampati microscopici.
E per finire...un primo piano del nostro nuovo amico!!!
Composti al berillio venivano usati nei tubi delle lampade a fluorescenza, ma questo uso fu abbandonato per via della
berilliosi
che colpiva gli operai addetti alla loro produzione.
Alla scoperta del BERILLIO!
Il berillio è un
elemento
della tavola periodica.

Ha come simbolo Be
e come
numero atomico
4.

Il berillio è un metallo alcalino terroso color grigio acciaio, tenace, leggero ma fragile.
Ha proprietà simili a quelle dell'alluminio.
ELEMENTO:
Un elemento chimico è composto da atomi con uguale numero e disposizione degli elettroni.
Gli atomi dello stesso elemento possono differire soltanto per il numero dei neutroni (massa).
Gli elementi chimici sono i costituenti base della materia in ogni sua forma.
NUMERO ATOMICO (Z):
è il numero di protoni presenti in un atomo.
Se l'atomo è neutro coincide con il numero degli elettroni.
Caratteristiche:

Il berillio ha uno dei punti di fusione più alti tra i metalli leggeri.
Possiede una buona conducibilità termica.
È
diamagnetico
.
È altamente permeabile ai raggi X, e rilascia neutroni se viene colpito da particelle alfa.
A temperatura e pressione standard il berillio resiste all'ossidazione se esposto all'aria (anche se la sua capacità di scalfire il vetro è probabilmente dovuta alla formazione di un sottile strato di ossido).
DIAMAGNETISMO:
è una forma di magnetismo che tutti i materiali mostrano in presenza di un campo magnetico. Si tratta di un effetto molto debole di natura quantistica.
Levitazione della grafite pirolitica (materiale diamagnetico) per effetto di un campo magnetico.
Storia

Il nome berillio deriva dal greco bēryllos, berillo. Sino alla fine dell'Ottocento veniva chiamato glucinio (dal greco glykýs, "dolce"), a causa del sapore dei suoi sali ed indicato con il simbolo Gl.

Questo elemento fu scoperto da Louis Nicolas Vauquelin nel 1798 come ossido nel berillo e negli smeraldi.

Friedrich Wöhler e Antoine Alexandre Bussy isolarono indipendentemente il metallo nel 1828 facendo reagire il potassio con il cloruro di berillio.
Applicazioni.

Il berillio è usato come legante nella produzione di rame-berillio.
Le leghe rame-berillio sono usate in un'ampia gamma di applicazioni per via della loro conducibilità elettrica e termica, alta resistenza e durezza, oltre che alla resistenza a corrosione e fatica.
Queste applicazioni includono la produzione di attrezzi che non producono scintille e contatti elettrici.
fogli di berillio
Il berillio è inoltre utilizzato nella costruzione di parti di computer, molle per orologeria e strumenti dove leggerezza, rigidità e stabilità dimensionale sono richieste.
Il berillio viene talora utilizzato per produrre la minuscola asticina che sostiene il diamante della puntina con la quale vengono lette le informazioni musicali contenute in un disco fonografico in vinile.
BERILLIOSI:
Malattia respiratoria causata dall'inalazione di polveri di berillio.
Il metallo può essere dosato nei campioni di tessuto e sulle urine.
Dove trovarlo...

Il berillio si trova in circa 30 minerali, tra i quali smeraldo e acquamarina.
smeraldo
acquamarina
Due isotopi particolari.

Il berillio ha solo un isotopo stabile, 9Be.
Il berillio cosmogenico (10Be) è prodotto nell'atmosfera terrestre dalla
spallazione
di ossigeno e azoto da parte dei raggi cosmici.
Il berillio tende a esistere in soluzioni con pH inferiore a 5,5 (e la maggior parte dell'acqua piovana ha pH inferiore a 5), entra in soluzione con la pioggia ed è da essa trasportato sulla superficie terrestre.
Man mano che la precipitazione diventa più alcalina, il berillio esce dalla soluzione.
Il berillio cosmogenico si accumula quindi sulla superficie del suolo dove, il suo tempo di decadimento relativamente lungo (1,5 milioni di anni).

SPALLAZIONE:
è un termine generico che indica l'emissione di frammenti di materiale in seguito ad un impatto o a stress. Assume significato specifico in funzione del contesto in cui viene utilizzato.

In fisica nucleare indica il processo tramite il quale un nucleo pesante emette una grande quantità di nuclei più leggeri a seguito di collisione con una particella ad alta energia. Vedi Spallazione nucleare.
ATTENZIONE!!!

Il berillio e i suoi sali sono sostanze tossiche e cancerogene.

Anche se l'uso di composti al berillio nei tubi a fluorescenza è stato cessato nel 1949, il rischio di esposizione al berillio esiste nell'industria aerospaziale e nucleare, nella raffinazione del metallo di berillio, nella fusione di leghe contenenti berillio, nella produzione di apparecchi elettronici e nel trattamento di altri materiali che lo contengono.
...e la sua carta di identità!
Generalità

Nome, simbolo, numero atomico: berillio, Be, 4
Serie: metalli alcalino terrosi
Gruppo, periodo, blocco: 2 (IIA), 2, s
Densità: 1 848 kg/m³, Nd
Durezza: 5,5


Proprietà atomiche

Peso atomico: 9,01218 u.m.a.
Raggio atomico (calc.): 112 pm
Raggio covalente: 90 pm
Raggio di van der Waals: sconosciuto
Configurazione elettronica: [He]2s2
e− per livello energetico: 2, 2
Struttura cristallina: esagonale

Proprietà fisiche

Stato della materia: solido (diamagnetico)
Punto di fusione: 1551,15 K, (1278 °C)
Punto di ebollizione: 3243,15 K, (2961 °C)
Volume molare: 4,85 × 10−3 m³/mol




Altre proprietà

Elettronegatività: 1,57 (Scala di Pauling)
Calore specifico: 1825 J/(kg K)
Conducibilità elettrica: 31,3 × 106 /m ohm
Conducibilità termica: 201 W/(m K)
Energia di prima ionizzazione: 899,5 kJ/mol
FINE.
Fonti:
Okpedia;
Wikipedia;
Google immagini;
Dizionario medico online;
Tavola periodica dinamica (soprattutto).
Full transcript