Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

TESINA DI TERZA MEDIA

No description
by

Elena Rossi

on 23 June 2015

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of TESINA DI TERZA MEDIA

ACQUA
In molte zone del mondo l'accesso all'acqua potabile è un diritto negato, un bisogno che non può essere soddisfatto: sono oltre un miliardo le persone che non dispongono di acqua pulita.
ACQUA: UN DIRITTO DI TUTTI
La presenza dell'acqua, un bene già scarso in natura, è ridotto ancora di più dalle opere dell'uomo.
I conflitti legati all'acqua hanno assunto anche forme differenti. In campo economico si parla di uno scontro tra multinazionali, che hanno privatizzato i servizi idrici. Questo però può portare a conseguenze dannose, per esempio l'aumento dei prezzi.
L'insieme delle acque del nostro pianeta è chiamato idrosfera e si suddivide in acque dolci e in acque salate.

Le acque marine, quindi salate, rappresentano il 97% dell'idrosfera e si distinguono in due strati:

Le acque salate
-la
zona litoranea
-la
zona pelagica
La zona litoranea
È quella più in superficie e si estende fino a una profondità di 200 metri. Deve esserci la presenza della luce, indispensabile per la sopravvivenza di molte alghe.
La zona pelagica
È quella che si estende fino al fondale marino e può raggiungere anche i 10 000 metri nelle fosse più profonde.

Le acque dolci
Le acque continentali, quindi dolci, occupano il restante 3% della nostra idrosfera. In realtà anche l'acqua dolce ha una salinità, ma essa è molto più bassa rispetto a quella delle acque marine. Le acque continentali si dividono in laghi, fiumi, ghiacciai, acque sotterranee e umidità atmosferica.
"I FIUMI"
Giuseppe Ungaretti
IL PIAVE
NELLA PRIMA GUERRA MONDIALE
Mi tengo a quest’albero mutilato
Abbandonato in questa dolina
Che ha il languore
Di un circo
Prima o dopo lo spettacolo
E guardo
Il passaggio quieto
Delle nuvole sulla luna

Stamani mi sono disteso
In un’urna d’acqua
E come una reliquia
Ho riposato
L’Isonzo scorrendo
Mi levigava
Come un suo sasso
Ho tirato su
Le mie quattro ossa
E me ne sono andato
Come un acrobata
Sull’acqua

Mi sono accoccolato
Vicino ai miei panni
Sudici di guerra
E come un beduino
Mi sono chinato a ricevere
Il sole
Giuseppe Ungaretti
Giuseppe Ungaretti nacque ad Alessandria d'Egitto nel 1888 e qui trascorse la sua giovinezza. Nel 1912 si trasferì a Parigi, dove completò la propria formazione culturale e venne a contatto con importanti personalità artistiche e letterarie di quel tempo. Tornato in Italia, prese parte, come volontario, alla Prima Guerra Mondiale. Alla fine della guerra si stabilì a Roma. Giuseppe Ungaretti è considerato l'iniziatore della poetica dell'Ermetismo.
Questo è l’Isonzo
E qui meglio
Mi sono riconosciuto
Una docile fibra
Dell’universo

Il mio supplizio
È quando
Non mi credo
In armonia

Ma quelle occulte
Mani
Che m’intridono
Mi regalano
La rara
Felicità

Ho ripassato
Le epoche
Della mia vita

Questi sono
I miei fiumi

Questo è il Serchio
Al quale hanno attinto
Duemil’anni forse
Di gente mia campagnola
E mio padre e mia madre.
Questo è il Nilo
Che mi ha visto
Nascere e crescere
E ardere d’inconsapevolezza
Nelle distese pianure

Questa è la Senna
E in quel suo torbido
Mi sono rimescolato
E mi sono conosciuto

Questi sono i miei fiumi
Contati nell’Isonzo
Questa è la mia nostalgia
Che in ognuno
Mi traspare
Ora ch’è notte
Che la mia vita mi pare
Una corolla
Di tenebre

In Etiopia i problemi legati alla mancanza d’acqua hanno delle ricadute sullo sviluppo umano di base, in particolare su donne e ragazze, che risultano colpite più facilmente da malattie derivanti da scadenti strutture igienico-sanitarie. I frequenti e gravi periodi di siccità fanno diminuire in maniera considerevole i mezzi di sostentamento degli abitanti delle campagne, la cui vita è fortemente legata all’agricoltura. Le risorse idriche del paese sono condizionate pesantemente da una serie di fattori, tra i quali i pascoli bovini, l’inquinamento e la rapida espansione delle aree urbane.
L'ETIOPIA
È UNO DEI PAESI
CON MAGGIORE SCARSITÀ D'ACQUA
ETIOPIA
L'Acrocoro Etiopico è un altopiano costituito da un enorme blocco montuoso, solcato da numerose fratture ed eroso dalle acque dei fiumi.
Il clima è temperato sui rilievi più alti e caldo-umido nei bassipiani meridionali.
LA MUSICA LEGGERA
Durante il corso del Novecento si alternano guerre e agitazioni popolari ai periodi di pace. Nella seconda metà del secolo, le espressioni musicali vengono influenzate dal movimento di contestazione del 1968, ma viene anche migliorata la riproduzione dei suoni, grazie ai progressi scientifici e tecnologici. In questo periodo, acquista notevole importanza la musica di consumo, che comprende i brani di carattere orecchiabile, che hanno come scopo quello di divertire ed intrattenere il pubblico. Infatti è proprio per questo motivo che questo genere viene chiamato MUSICA LEGGERA.
Lo strumento più utilizzato nella musica leggera è la chitarra (modello classico e folk o versione elettrica) ed è solitamente affiancata dal basso, dalla batteria e dalle tastiere.

Acqua Azzurra Acqua Chiara
L'inizio della guerra
Il 28 giugno 1914 un nazionalista serbo uccise l'erede al trono dell'Impero austriaco. L'Austria -Ungheria colse l'occasione per dichiarare guerra alla Serbia, sua rivale nei Balcani; questo innescò una reazione a catena che allargò il conflitto a dimensioni europee.
L'entrata in guerra dell'Italia
La Triplice Alleanza non obbligava l'Italia a entrare in guerra, quindi per qualche mese il governo italiano decise di restare neutrale. Ma la propaganda nazionalista e l'opportunità di completare l'unificazione nazionale a danno dell'Austria indussero il re Vittorio Emanuele III e il primo ministro Salandra a schierarsi con le potenze della Triplice Intesa: Gran Bretagna, Francia e Russia.
La disfatta di Caporetto
Per l'Italia, l'anno di guerra più difficile fu il 1917. L'esercito era stanco, infatti ogni assalto alle linee austriache era stato respinto con gravi perdite. Tra il 23 e il 24 ottobre, l'Austria-Ungheria sferrò sull'Isonzo un potente attacco contro le trincee. Il fronte italiano fu colto di sorpresa e per questo crollò a Caporetto (nell'odierna Slovenia). Solo la disperata resistenza dei soldati italiani fermò sul Piave l'avanzata austriaca.
Dopo la prima settimana di novembre la gran parte dell'esercito si trovava ormai dietro al linea del Piave. La situazione però era ancora molto precaria: la riva destra, dalla zona del Montello fino alle sue foci, doveva essere completamente adattata agli scopi di una guerra difensiva in tempi molto ristretti.
I soldati italiani si trovarono in difficoltà ma riuscirono comunque a resistere in tutti i settori. Un reparto formato da alcuni reduci del fronte isontino e da Ragazzi del '99 riuscì non solo a respingere un attacco nei pressi di Fagaré, ma addirittura a catturare un gruppo di 500 soldati austro-germanici. Seppur piccola, fu la prima vittoria dopo Caporetto.
DRAMA:
MY PASSION
MY FAVOURITE ACTRESS
WILL DRAMA BE IN MY FUTURE?
WHEN I STARTED
THE BEST SHOW IN MY LIFE
Elena Rossi 3^D
IL NUOTO
Il nuoto è un insieme di movimenti tramite i quali un corpo si sposta più o meno velocemente, per mezzo di trazioni di spinta, scivolando sulla superficie dell’acqua.
DELFINO
RANA
DORSO
CRAWL
La totalità dei movimenti previsti dal delfino segue una sorta di onda che origina dall'oscillazione del capo per spostarsi progressivamente, sul tronco sul bacino e sulle gambe.
È l'unico stile del nuoto che si esegue con il capo rivolto verso l'alto, non potendo quindi vedere dove si procede. Una corretta esecuzione ne prevede la torsione del busto (su lati alterni) ad ogni bracciata.
Consiste in un movimento quasi alternato delle braccia accompagnato ad una propulsione continua degli arti inferiori. In italiano si confonde ed identifica il crawl con lo stile libero che in realtà è il tipo di gara nel quale è possibile nuotare in qualunque stile, a discrezione del nuotatore, anche se, essendo lo stile di nuoto più propulsivo e al minor costo energetico, di fatto il crawl è l'unico usato nelle gare a "stile libero".
È uno stile di nuotata simile al movimento dell'omonimo animale; consiste nel muovere le braccia in avanti formando come un cuore con la punta davanti e muovere le gambe formando un cerchio.

Lucio Battisti
Lucio Battisti nasce nel 1946 in provincia di Rieti. Dopo esser stato chitarrista nel gruppo di Tony Dallara, Battisti conosce il poeta-paroliere Mogol, pseudonimo di Giulio Rapetti. È proprio dalla loro collaborazione che nasce una serie di successi e Battisti diventa uno dei maggiori autori e interpreti della musica leggera italiana. Verso la fine degli anni Ottanta forma un nuovo rapporto con il poeta Pasquale Panella; poi muore a Milano nel 1998.
L'ENERGIA
IDROELETTRICA
Elena Rossi III D
CHE COS'È L'ACQUA?
L'acqua è un composto formato da idrogeno e ossigeno. Ogni molecola è costituita da due atomi di idrogeno e da un atomo di ossigeno, quindi la sua formula chimica è H2O.


Nella molecola dell'acqua il legame tra gli atomi è covalente: condividono una o più coppie di elettroni del guscio esterno per completare l'ottetto.
Infatti, l'atomo di ossigeno ha 6 elettroni nel guscio esterno e ha bisogno di altri due elettroni per completare l'ottetto, mentre l'atomo di idrogeno ha un solo elettrone e ha bisogno di un altro elettrone per completare il suo unico guscio.

EINE URLAUB
ANS MEER
Nächsten Sommer bleibe ich zu Hause, in meine Stadt: Jesolo. Das liegt in Norditalien, bei Venedig. Ich gehe ans Meer jeden Tag mit meine Großeltern und meine Cousins. Am Morgen spiele wir Handball und nach wir baden! Der Strand von Jesolo ist sehr groß und ist ziel von viele touristen.
In Jesolo gibt es auch Aqualandia, ein Wasserpark sehr berühmt in Italien. Gibt es 26 Rutschen und der höchste ist der Spacemaker. Das ist 42 m!
In Aqualandia es gibt auch der höchsten Turm Bungee Jumping in Europa.
Ich gehe in Aqualandia in August, für meine Geburstag!
Ich bin glücklich von verbringen meine Urlaub in Jesolo, denn ich liebe das Meer und ich kann an den Strand gehen jeden Tag.

Das ist die perfekt Urlaub!

L'Ermetismo
L’Ermetismo si connota come una tendenza letteraria italiana degli anni Trenta, e nasce nell’ambiente culturale fecondo di Firenze, caratterizzandosi come una forma di reazione al dominio culturale fascista e agli anni del Ventennio. Non si tratta di un vero e proprio movimento organico, ma di un atteggiamento di alcuni autori e di alcune "voci" nei confronti della poesia e delle sue possibilità espressive, che vengono progressivamente connotate da specifici temi, stili e linguaggi.
L'energia idroelettrica si ottiene da una massa d'acqua situata ad alta quota, che possiede energia di posizione (potenziale).
L'uomo sbarra con una diga la valle di montagna per trattenere ad alta quota una parte di questa acqua. Questo invaso serve a far funzionare la centrale idroelettrica costruita più in basso, per esempio sul fondovalle.
CENTRALE
A SERBATOIO
Tipica delle zone di montagna, con il bacino dell'acqua ad alta quota, l'edificio della centrale giù in basso e il tubo di collegamento lungo il versante. La potenza della centrale dipende dalla quantità d'acqua disponibile e dal dislivello del bacino.
CENTRALE DI GENERAZIONE E POMPAGGIO
CENTRALE FLUVIALE
È identica a quella precedente, ma ha in più un serbatoio di accumulo a valle. Di giorno l'acqua scende e produce corrente elettrica; di notte l'acqua viene aspirata e fatta risalire sulla montagna. Il pompaggio serve a conservare l'energia prodotta dalle centrali termoelettriche nelle ore di minor consumo.
Funziona con l'acqua fluente di un fiume. Elemento caratteristico è la diga, che sbarra il fiume e crea un bacino con 10-20 m di dislivello: la massa d'acqua è costretta a passare per la centrale e fa girare le turbine.

- With the Grest when I was 8 years old.
- I had to choose a “laboratory” between dance, drama, painting and cooking.
- I chose Drama, because I wanted to learn to act.
- I had the part of Carletto, a silly child.
- The show was great, and a lot of people said me that I was a perfect actress!
- I decided to take drama lessons.
- I've attended a course to Ca' Savio for four years.
- Ca' Savio is too far from where I live and I don't have much time.
- In my life I've acted about 25 shows, including school performances.
- When I was 11 years old I did the part of Pinocchio.
- But the best show of my life was “The world upside down (Il mondo capovolto)”.
- It was this year and it was divided into two parts.
- I had 100 lines, and it was a challenge against myself to learn every one!
- I had the part of Raffaella Lovivace, an interviewer.
- I had to wear high heels, so two days before the show I walked up and down the stairs to train.
- I was scared to forget my lines.
- Luckily, there were my friends with me!
- The show was funny and there's a scene that I'll never forget.
- Nicolò arrived at the wrong moment and he says “heeeey...” during my line, so I couldn't stop to laugh!
- I'd like to become an actress.
- To realize my dream, I must travel to big cities, like Milan and Rome, for example...
- I'll try to realize my desire.
- I'd like to become a teacher, too.
- At the primary school I had got a wonderful teacher.

- My favourite actress is Aurora Ruffino.
- 22th May 1989 (26 years old).
- She's tall and slim, she's got light brown hair and brown and green eyes.
- She's started to act when she was 14 years old.
- Her parents died when she was very young.
- I like Aurora because her way of acting is spontaneous and always different depending on the character that she has to do.
- I take example from her, because I think she can act fantastically!
Nella Nascita di Venere Botticelli riprende un tema mitologico caro agli umanisti fiorentini, derivato dalla cultura classica: la rappresentazione della bellezza e dell'amore. Il disegno è estremamente raffinato.
LA NASCITA DI VENERE
Sandro Botticelli
Botticelli, soprannome del pittore Sandro Filipepi (1445-1510), è l’artista fiorentino che più contribuì alla crescita del Rinascimento, dopo l’eroica stagione di Brunelleschi, Donatello e Masaccio, nei primi decenni del Quattrocento.
Full transcript