Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

TESINA immigrazione

No description
by

fabio maffia

on 22 June 2014

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of TESINA immigrazione

ASPETTO SOCIALE: IMMIGRAZIONE E INTEGRAZIONE
LA PREPARAZIONE DEL VIAGGIO
Gli agenti d'emigrazione
ELLIS ISLAND
Tra il 1892 e il 1924 vi giungono 22 milioni di immigrati.
La partenza: i porti
Il porto di Genova sviluppava il traffico verso il Sud America, quello di Napoli verso il Nord America.
IL VIAGGIO: NAVI E NAUFRAGHI
Si trattava di piroscafi in disarmo, chiamati “vascelli della morte”, che partivano senza la certezza di arrivare a destinazione.
In genere venivano stivati in terza classe, in condizioni pietose e prive di igiene.
«accovacciati sulla coperta, presso le scale, col piatto tra le gambe e il pezzo di pane fra i piedi, mangiavano il loro pasto come i poverelli alle porte dei conventi».
(Teodorico Rosati, ispettore sanitario sulle navi degli emigranti, 1908)
1892
1903
1917
Il primo complesso
La costruzione in legno del 1892 fu rasa al suolo da un incendio il 14 giugno del 1897.
Il nuovo complesso del 1903
Dopo il 1917 l’isola divenne campo di raccolta e di smistamento per deportati e perseguitati politici, poi venne riaperto nel 1990 come Museo dell’Immigrazione.
2251 passeggeri nel primo giorno di apertura del centro
In origine ...
Registry Room
grande deposito bagagli
ristorante
... in seguito ...
ambulatori
ospedale
cucine e mense
I passeggeri di terza classe venivano portati a Ellis Island per l’ispezione, che era più dura.
"The stranger at our gate"
“Can I come in?”
"I suppose you can; there is no law to keep you out”
Each day, inspectors, doctors, and the government officials stood at the gate and examined those who sought to enter the country.
“Every movement of the body has its own peculiar meaning and that by careful practice we can learn quickly to interpret the significance of the thousand-and-one variations from the normal”.
NEW YORK: UN PUNTO D'ARRIVO, IERI E OGGI
In this phase of the observation the families were divided, men on one side, women and children on the other.
Maffìa Fabio 5°D a.s. 2013-2014
Tesi di maturità Esame di Stato L.s.s. Carlo Cattaneo
Frank Woodhull
“I might as well tell you all, I am a woman and have travelled in male attire for fifteen years”
Anna Segla
"I pray Your Honor to permit me to land in the United States”.

L stood for lameness.

E stood for eye problems.

“Every independent nation has, and must have, an absolute right to determine who shall come into the country, and secondly, who shall become a part of this citizenship, and on what terms. […] No one has right to come into the United States, or become a part of its citizenship, except by permission of the people of the United States".
(Senator Henry Cabot's speech, 1908)

LE CONDIZIONI DI VITA
«A Bayard Street, nella Little Italy di New York, in un solo isolato di caseggiati che totalizzava 132 stanze, vivevano 1.324 italiani […]. Spesso otto, dieci e più persone dormono in una sola camera, alcune di esse affette da tisi o altra malattia contagiosa»
(Jacob Riis).
"Generalmente sono di piccola statura e di pelle scura. Non amano l’acqua, molti di loro puzzano, anche perché tengono lo stesso vestito per molte settimane. Si presentano di solito in due e cercano una stanza con uso di cucina. Dopo pochi giorni diventano quattro, sei, dieci".
(Congresso americano, ottobre 1912).

Elementi importanti nel processo d'integrazione nella società americana
la scuola
la religione
l'associazionismo
la stampa
ASPETTO LAVORATIVO
La paternità dell’opera era stata attribuita in un primo momento a Lewis Hine.
La fotografia era stata scattata da Charles Clyde Ebbets il 19 settembre 1932.
L’unica ricchezza che gli emigrati italiani portavano con sé era la forza delle loro braccia.
"La maggior parte degli immigrati era molto giovane quando venne in questo paese. Scoprirono che non solo le strade non erano lastricate d’oro, ma che erano proprio loro quelli che dovevano lastricare quelle strade".
SFRUTTAMENTO E CONDIZIONI DI LAVORO DISUMANE:
IL PONTE DI BROOKLYN
Sott’acqua si nascondeva un’impresa sorprendente: il lavoro dei cosiddetti
sandhogs
, gli operai che dovevano scavare a fondo nell’East River per gettare gli enormi piloni del ponte.
La discesa nelle acque profonde provocava la dissoluzione dell’azoto nel flusso sanguigno. Gli operai la chiamarono “malattia dei cassoni” ed era spesso fatale.
I cassoni
"Ospitalità significa il diritto che uno straniero ha di non essere trattato come un nemico a causa del suo arrivo sulla terra di un altro"
( Kant,
"Per la pace perpetua"
, 1795)
ASPETTO URBANISTICO
I tre commissari
il governatore Morris;
l'agrimensore Simeon De Witt;
Rutherford, proprietario terriero.
Morris
Morris era soprattutto un uomo politico di rilievo, attivo nell’estensione di parti della costituzione americana.
Simeon De Witt
Agrimensore locale, estensore di mappe del territorio e poi sovrintendente generale dello Stato di New York, aveva steso nel 1794 il piano di Albany.
Rutherford
Proprietario terriero di Manhattan, non sembra abbia frequentato granché le riunioni della Commissione.
Una "città che sale"
LA GRIGLIA ORTOGONALE
La prima trasgressione generò proprio quegli isolati triangolari che i commissari avevano sostenuto difficili da costruire.
Il Flatiron building
La costruzione del flatiron building, “il grande ferro da stiro”, sollevò non poche polemiche.

Washington square park
Al posto della vecchia piazza d’armi verrà delimitata una nuova piazza principale, poi consolidata con un vero arco trionfale, dove tenere qualche festosa manifestazione cittadina.
Il Rockefeller Center
Il complesso nel 1939 comprende:
uffici;
studi radiofonici;
musei;
un ospedale;
shopping centers;
attrezzature commerciali;
due teatri;
ristoranti.
Central Park
La griglia non aveva consentito la creazione di grandi spazi pubblici, perciò fu progettato l'enorme parco di 3,4 km quadrati proprio al centro di Manhattan.
"Il falso d’autore più bello e più grande d’America"
I laghi, le cascate e i ruscelli sono a loro volta artificiali, alimentati dall’acquedotto cittadino e dalla pioggia.
L’origine dei grattacieli, simbolo delle città americane, è da ricercarsi nella storia della città di Chicago.
La scuola di Chicago
A New York ...
Sul modello della scuola di Chicago, a New York vengono eretti i primi grattacieli.
Dopo l'incendio del 1871, la città di legno viene ricostruito con le forme di un moderno centro d’affari.
L'Empire State Building
L’Empire State venne progettato, eretto e messo a disposizione degli inquilini in soli ventuno mesi.
L’edificio è stato progettato per ospitare 25.000 persone, una popolazione temporanea di circa 40.000 abitanti ed un massimo di 80.000.
“Era un gesto davvero spettacolare. Se (i proprietari) avessero avuto ragione, sarebbero riusciti a (…) lasciare il segno sul centro della metropoli. Se avessero avuto torto avrebbero sentito nelle orecchie i fischi degli esperti per tutto il resto della loro vita”.
(giornalista del
"Fortune"
)
Frank McCourt
"It's not enough to be American. You always have to be something else, Irish-American, German-American, and you'd wonder how they'd get along if someone hadn't invented the hyphen”.
Promettono
«
ricchezze straordinarie e fortune colossali a quanti si dirigono in America, dove le strade sono coperte d’oro e si mangia a sazietà».
Full transcript