Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Timeline Storia dell' Arte

No description
by

Nicola Muratori

on 2 June 2013

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Timeline Storia dell' Arte

Rococò
Ascesa al trono di Luigi XV goût moderne, goût du siècle Maurice Quentin De La Tour,
Ritratto di Jeanne-Antoinette Poisson,
marchesa de Pompadour,
olio su tela, Parigi, Louvre William Hogarth, Marriage à la Mode, olio su tela, National Gallery, Londra Jean-Honoré Fragonard,
I felici casi dell'altalena,
olio su tela, Collezione Wallace, Londra 1770 Romanticismo Neoclassicismo 1755 Johann Joachim Winckelmann, "Pensieri sull'imitazione delle opere greche in pittura e scultura" Anton Raphael Mengs, Pensieri sulla bellezza nella pittura 1762 Giovanni Piranesi,
Vedute di Roma, La Basilica di Massenzio, 1748, incisione all' acquaforte, Milano, Civica Raccolta di Stampe Bertarelli 1748 Johann Heinrich Füssli,
La disperazione dell’artista davanti alla grandezza delle rovine antiche, acquerello, Zurigo, Kunsthaus Jacques-Louis David, Ritratto di Antoine-Laurent Lavoisier e della moglie Marie-Anne-Pierrette Paulze, olio su tela New York, Metropolitan Museum 1788 1778-1780 Antonio Canova, Amore e Psiche, marmo bianco scolpito a tutto tondo, Parigi, Louvre 1787 - 93 Jean Auguste Dominique Ingres, La Grande Odalisca, olio su tela Louvre, Parigi 1814 "L' unica via per noi di diventare grandi, e , se possibile, insuperabili, è l'imitazione coscienziosa degli antichi." 1723 1745
1752 1766 1815 Fine dell' Impero Napoleonico Joachim Winckelmann 1781 Francesco Milizia:
"Principi di architettura civile"
e
"Dell’arte di vedere nelle Belle Arti del disegno secondo i principi di Sulzer e di Mengs" 1801 La famiglia di Carlo IV,
1801, olio su tela, Madrid, Prado 1851 Grande esposizione universale di Londra Théodore Géricault, La zattera della Medusa (Le Radeau de la Méduse), olio su tela, Louvre, Parigi. 1818-19 Eugène Delacroix, La Libertà che guida il popolo, olio su tela, Museo del Louvre, Sede staccata di Lens. 1818 Caspar David Friedrich, Viandante in un mare di nebbia, olio su tela, Hamburger Kunsthalle, Amburgo Nel 1819, con il restaurarsi del regime borbonico in Spagna, Goya desolato si trasferisce in periferia di Madrid sulle rive del Manzanarre. Qui dal 1820 al 1823 si dedica alle cosiddette Pitture nere realizzate ad olio su muro all'interno della sua casa. Francisco Goya, Saturno che divora i sui figli, olio su intonaco, 1819-1823, Museo del Prado, Madrid Inghilterra : Paesaggisti: Preraffaeliti: 1816 John Constable, La baia di Weymounth, olio su tela, Londra, National Gallery 1830 1835 1844 Joseph Mallord William Turner, L'incendio della Camera dei Lords e della Camera dei Comuni, olio su tela, Cleveland, Museum of Arts Joseph Mallord William Turner, Nebbia, vapore, velocità, olio si tela, Londra, national Gallery 1851-52 John Everett Millais, Ophelia, olio su tela, Londra, Tate Britain 1854-70 Daniel Gabriel Rossetti, Beata Beatrix, olio su tela, Londra; Tate Britain 1859 Francesco Hayes, Il Bacio, olio su tela, Milano, Brera TIMELINE STORIA DELL' ARTE Realismo "Ho voluto essere capace di rappresentare i costumi, le idee, l'aspetto della mia epoca secondo il mio modo di vedere, fare dell'arte viva, questo è il mio scopo." Gustave Courbet 1848 Jean Désiré Gustave Courbet, Ritratto di una dama spagnola, olio su tela, Philadelphia Museum of Arts, United States. 1855 1875 Gustave Caillebotte, I piallatori di parquet, olio su tela,Museo d'Orsay, Parigi 1856 II pittore Courbet definisce i suoi ideali artistici in un opuscolo scritto in occasione dell'Esposizione Universale di Parigi Honoré Daumier, Il vagone di terza classe, olio su tela, National Gallery of Canada, Ottawa 1862 FINE ARTE MODERNA INIZIO ARTE CONTEMPORANEA "Mi accorgo che è necessario che il mio spirito inquieto si agiti, si scomponga e si ricomponga in mille modi, prima di arrivare alla perfetta definizione di ogni cosa. [..] Tutto ciò che ho fatto di buono, è stato fatto così." Dal Diario ( 7 maggio 1924), Eugène Delacroix dal Romanticismo
al Realismo "Il bello in arte è la verità bagnata dall' impressione che ci ha colpiti al cospetto della natura. [..] Pur cercando l'imitazione coscienziosa, non perdo per un solo istante l'emozione che mi ha preso." Jean-Baptiste-Camille Corot, 1858 Felix Toutnachon Nadar, Ritratto fotografico di Camille Corot, 1860, stampa al collodio 1863 Edouard Manet, Olympia, olio su tela, Musèe d' Orsay, Parigi Impressionismo "L'unico territorio del pittore è il reale, e essenziale nella sua missione è dare l'impressione vivente delle cose in un certo momento. Henry James, New York Tribune, 1874 1874 1886 1863 Napoleone III organizza l' esposizio chiamata Salon des Refusés (Salone dei Rifiutati) per accogliere le opere degli artisti rifiutate dal Salon "ufficiale" ed Edouard Manet vi espone la sua opera Colazione sull' Erba. Prima mostra della Société anonyme des peintres des sculpteurs et des graveurs organizzata nel laboratorio di Navar Louis Leroi usa il termine E'cole impressioniste, riprendendo il titolo del quadro di Monet "Impressione. Levar del sole" del 1872 Ultima mostra dei pittori impressionisti a Parigi, alla quale parteciparono anche Paul Gauguin e Georges Seurat Auguste Renoir, Bal au Moulin de la Galette, olio su tela, Museo d'Orsay, Parigi 1876 1869 Auguste Renoir, La danse à Bougival,
olio su tela, Museum of Fine Arts, Boston Claude Monet, La Grenouillère, olio su tela, Metropolitan Museum of Art, New York 1883-84 1876 Edgar Degas, La stella,o ballerina on stage, pastello su carta, Museo d'Orsay, Parigi 1858 Nasce la fotografia, Nadar scatta la prima foto a bordo di un pallone areostatico corredato da camera oscura Giovanni Fattori, Il campo italiano dopo la battaglia di Magente, olio su tela, Galleria di Arte Moderna, Firenze 1862 1877 Gustave Caillebotte, Una strada di Parigi in tempo di pioggia, olio su tela, Art Institute, Chicago 1901 Giuseppe Pellizza da Volpedo, Il Quarto Stato, olio su tela, Museo del Novecento, Milano DAL ROCOCO' ALLE AVANGUARDIE STORICHE Edgar Degas, La tinozza, pastello, Musée d'Orsay, Parigi 1886 Postimpressionismo 1886 1888 Paul Gauguin, La visione dopo il sermone, olio su tela, National Gallery of Scotland, Edimburgo 1892 Paul Gauguin, Manao Tupapao, olio su tela, Albright Knox Art Gallery, Buffalo 1889 Vincent Van Gogh, Campo d'orzo con mietitore, olio su tela, Museo Van Gogh, Amsterdam 1890 Vincent van Gogh, Campo di grano con volo di corvi, olio su tela, Van Gogh Museum, Amsterdam. 1889 Prima esposizione della Scuola di Pont-Aven, con il nome di Groupe impressioniste et synthétiste, al café des Arts, Parigi, Ultima mostra dei pittori impressionisti a Parigi, alla quale parteciparono anche Paul Gauguin e Georges Seurat 1910 Roger Fry conia il termine "Postimpressionismo", in occasione dell mostra londinese Manet and the Post-impressionists Emile Bernard, Donne bretoni su un prato, olio su tela, National Gallery of Scotland, Edimburgo 1888 Paul Cezanne, Il ponte di Mainey, olio su tela, Musée d'Orsay, Parigi 1879-80 1884 Esposizione della Société des Artistes Indépendents Georges Seurat, Una domenica pomeriggio sull' isola della Grande Jetta, olio su tela, The Art Institute, Chicago Felix Feneon usa il termine Pointillisme sulla rivista Art moderne, Buxelles, per definire la nuova versione della pittura impressionista lanciata da Seurat Henri de Toulouse-Lautrec., Al Salon di rue des Moulins, pastello su carta, Musée Toulouse-Lautrec, Albi. 1894-95 1896 Henri de Toulouse-Lautrec, La toilette, olio su cartone, Musée d'Orsay, Parigi Simbolismo 1864 Gustave Moreau, Edipo re e la sfinge, olio su tela, Metropolitan Museum of Arts, New York Arnold Bocklin, Autoritratto con la morte che suona il violino, olio su tela, Alte Natinalgalerie, Berlino 1872 "Tutta la mia originalità consiste nel far vivere umanamente degli esseri inverosimili secondo la legge della verosimiglianza, mettendo, per quanto è possibile, la logica del visibile al servizio dell' invisibile." Odilon Redon, A se stesso. Diario, 1867-1915 1886 Il letterato Jean Moréas pubblica in una pagina di “Le Figaro” il manifesto della poesia simbolista, indirizzato anche alla pittura ed alle altre forme d'arte. 1900 Giovanni Segantini, Ave Maria a trasbordo, olio su tela, Collezione privata 1894 Giuseppe Pellizza da Volpedo, Panni al sole, olio su tela, Collezione privata 1896-97 Giovanni Segantini, Le cattive madri, olio su tela, Öisterreichische Galerie Belvedere, Vienna 1898 A Vienna apparve la rivista Ver Sacrum, della Wiener Secession (Secessione viennese), un gruppo di artisti che si stacca dall'Accademia di Belle Arti per formare un gruppo autonomo, dotato di una propria indipendenza 1902 Gustav Klimt, Faggeto, olio su tela, Dresda, Gemäldegalerie 1907-08 Gustave Klimi, Il bacio, olio su tela, Österreichische Galerie Belvedere, Vienna. 1826 Eugène Delacroix, La Grecia morente sulle rovine di Missolungi, Musée des Beaux-Arts, Bordeaux Las Pinturas Negras 1820-23 1823-24 La cattedrale di Salisbury vista dai terreni del vescovo, John Constable, olio su tela, Londra, National Gallery - Le scoperte archeologiche e il mito dell’arte antica

- L’elaborazione teorica di Johann Joachim Winckelmann e Raphael Mengs: il nuovo classicismo

- Il bello e l'ideale: razionalità ed equilibrio

- L’altra faccia di un’epoca: l’irrazionale, l’onirico, il fantastico, l’intuizione dell’inconscio - Espressione dell’aristocrazia francese ai tempi di Luigi XV e Luigi XVI, che abbandona il magniloquente classicismo dell’epoca del Re Sole per uno stile più leggero ed elegante.

- Essenzialmente uno stile decorativo, che persegue l’unione di tutte le arti e assegna grande importanza ad altre produzioni considerate minori, che registrano un grande sviluppo e raggiungono una qualità molto alta.

-In pittura si producono ancora tele di grande impegno a soggetto solenne, religioso o politico, e aumenta nello stesso tempo la richiesta di quadri da galleria, anche di piccolo formato, dove prevalgono i generi minori e che sono oggetto di un vasto mercato - L’arte non scaturisce né dalla ragione né dalle conoscenze tecniche, è generata da qualcosa di indefinibile e si rivolge alla medesima facoltà anche nel pubblico.

- Cambia il modo di concepire il lavoro dell’artista e così la sua funzione nella
società, gli artisti romantici collaborano alle iniziative borghesi ma nello stesso tempo cominciano fatalmente ad isolarsi dalla società.

- Il clima di Restuarazione influenza molto sull' idea di Nazione: ideali di libertà, indipendenza e insofferenza alla dominazione straniera.

- Dibattito artistico in Francia: il Salon e lo svilupparsi di un nuovo gusto borghese

- La natura e il Sublime nella pittura di paesaggio inglese, francese e tedesca
- La rivalutazione del Medioevo e della spiritualità Avanguardie Storiche 1905 1918 Edvard Munch, Sera sul viale Karl Johan, olio su tela,Commune Rasmus Meters Collection, Berger 1892 1893 Edvard Munch, L' urlo, olio su tela, Munch Museum, Oslo 1903 Pablo Picasso, La Vie, olio su tela, Cleveland Museum Of Arts, Cleveland 1906 Programma del gruppo di artisti Die Brucke, xilografia di Ernst Ludwig Kircner per una mostra organizzata a Dresda La prima pagine del quotidiano Le Figaro, con il Manifesto dei PITTORI FUTURISTI, 20 Febbraio 1909 1909 1913 Frontespizio del saggio I PITTORI CUBISTI, di Guillaime Apollinaire 1912 Frontespizio dell' almanacco DES BLAUE REITER, pubblicato da Wassili Kandinskj e Franz Marc Pablo Picasso, Famigli di acrobati con scimmia, gouache, acquerello pastello ed inchiostro di china su cartoncino, Kunstmueseum, Goteborg PERIODO BLU
1901-04 PERIODO ROSA
1905-06 CUBISMO Georges Braque, Brocca con violino, 1910, Kunstmuseum, Basilea Les Demoiselles d'Avignon, Pablo Picasso, olio su tela, 1907, MoMA, New York. Georges Braques, Le quotidien", violino e pipa, gesso, carboncino e ritagli di giornale, Parigi, Museo Nazionale di Arte Moderna Natura morta con sedia impagliata, Pablo Picasso, 1912, collage di pittura ad olio, Musée National Picasso, Parigi. Sviluppo a Parigi, costruzione dell' immagine basata ciò che la mente rielabora in base all' esperienza visiva ed alla memoria. L'oggetto viene infranto sulla tela, rappresentato contemporaneamente da diverse angolazioni FUTURISMO Umberto Boccioni, La risata, 1910, olio su tela, Museum of Modern Art, New York Umberto Boccioni, Rissa in galleria, 1910, olio su tela, Museo del Novecento, Milano Umberto Boccioni, Quelli che vanno, 1911, olio su tela, Museo del Novecento, Milano Gino Severini, Mare= Ballerina, 1914, olio su tela, Guggenhein, New Tork Avanguardi specificatamente italiana, il Futurismo si caratterizza per la sua sensazione dinamica della realtà, sottoposta al continuo movimento, che è la sua vera essenza. Ciò si traduce nei quadri con linee di forza e superfici curve come tratti essenziali. ESPRESSIONISMO Sviluppatosi principalmente in Germania, l'Espressionismo deforma la realtà in base all' emotività dell' artista, le forme sono semplificate, Il chiaroscuro è assente e viene attribuito un forte valore comunicativo al colore. FAUVES DIE BRUCKE DER BLAUE REITER Wassili Kandiskij, Composizione VII, 1913, olio su tela, Mosca, Galleria Tret'jakov Henri Matisse, La linea verde, 1905, olio su tela, <Copenaghen, Statens Museum of Kunst Ernst Ludwig Kirchner, autorirtatto sa soldato, 1915, olio su tela, Oberlin, Memorial Art Museum 1917 Egon Schiele, Abbraccio, olio su tela, Vienna, Galerie Belvedere 1916 Gino Severini, Maternità, olio su tela, Cortona, Museo dell' Accademia Etrusca
RITORNO ALL' ORDINE ASTRATTO Con l'assenza del soggetto finisce la funzione rappresentativa e narrativa dell' opera d'arte, che diventa un' espressione autonoma rispetto alla realtà sensibile. Forme e colori hanno un roprio potere espressivo. El Lissitsky, Sotto la spinta dell' incudine rossa, 1919. 1923 Pablo Picasso, Il flauto di Pan, olio su tela, Musée National Picasso, Parigi. - Industrializzazione che trasforma l'Europa nella metà del XIX secolo, la società si trasforma e la metropoli diventa il nuovo centro economico e culturale, si diffonde fiducia ed ottimismo per il progresso (positivismo)

- Si diffonde una polemica antiborghese ed antiaccademica, che mette in crisi i disegni ed i soggetti tradizionali, si fa appello ad un arte contemporanea che contribuisca a capire il mondo

- Nel 1858 Nadar scatta la sua prima foto a bordo di un pallone areostatico corredato di camera oscura: è nata la fotografia - L'obiettivo degli Impressionisti è di stampo fortemente realista: registrare l'impatto visivo immediato delle forme, dei colori e della luce

- Preferirono il lavoro en plein air, con tele di piccolo formato eseguite con rapidità, senza progetto, il contrario esatto del grande quadro da salon

- La tecnica pittorica è rapida, libera, sintetica, concentrata sui valori della luce e del colore piuttosto che su quelli della forma, rappresentano l'impatto visivo senza interpretazioni nè filtri intelettuali - Ultima corrente dell' Arte Moderna: uso consistente della prospettiva e della luce, magetta le basi per quella che sarà l' arte contemporanea

- Atteggiamento opposto al realismo, l'arte deve riprodurre la realtà interiore, l'inconscio, e seguire le leggi porppre estranee al mondo materiale. Non deve fornire spiegazioni di ciò che ci circonda ma scaturire dalla soggetività dell' artista

- Si ispira a diverse culture figurative (Bizantina e Medievale) che hanno avuto maggior valenza simbolica - La pittura Postimpressionista è l'esordio dell' Arte Contemporanea. Fu un fenomeno tipicamente Francese, prende il nome da un termine coniato da Roger Fry nel 1910, che alludeva soprattutto a Van Gogh, Bernard e Seurat, ma che poi passò ad indicare tutti quegli artisti uniti nell' intento di superare il realismo impressionista

- L' Arte è frutto di un' operazione mentale i cui risultati possono essere otticamente incongruenti, e non deve per forza coincidere con la realtà materiale: si va oltre alla rappresentazione spaziale- luminosa di origine rinascimentale che aveva caratterizzato tutta la pittura moderna

- Con la stanchezza nei confronti della tradizione figurativa postrinascimentale, tutte le espressioni artistiche extraeuropee sucitarono ammirazione: dalle sculture africane, alle pitture indiane e le stampe giapponesi

- L'esperienza del Neoimpressionismo (Pointillisme) "La pittura ha come scopo se stessa. Il pittore dipinge; una mela o un viso non sono che un pretesto per una combinazione di linee e colori, niente di più. Nella pittura ci sono due cose: l'occhio ed il cervello, ed entrambe devono aiutarsi tra loro." Paul Cézanne, Lettere
Full transcript