Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

PRIMARIA

No description
by

Lisa Pietropaolo

on 26 July 2013

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of PRIMARIA

Traccia
La candidata presenti una lezione simulata della durata di 30 minuti, il cui argomento è riferito all'obiettivo di apprendimento:
confrontare e usare le piu comuni tecniche di misura
.
La lezione è indirizzata agli alunni frequentanti la
classe seconda
.
Nel corso dell'esposizione la candidata si soffermi su rapporti con i diversi soggetti che agiscono nella scuola
SVOLGIMENTO DELLE ATTIVITà
PREMESSA
La lezione che viene qui prospettata è parte integrante di una unità di insegnamento/apprendimento più complessa, atta a perseguire l'obiettivo di apprendimento:
"confrontare e usare le piu comuni tecniche di misurazione”

La disciplina di riferimento è
MATEMATICA
Concorso a cattedra 2013
Scuola Primaria
candidata: Lisa Maria Pietropaolo
CRITERI di riferimento
(istituzionali, didattici e metodologici)
La
Finalità
della scuola è la formazione della
cittadinanza attiva
su basi solidali, inclusive e integrative.

I
Compiti
propri della Scuola Primaria sono quelli di
sostenere e implementare
la formazione:
- dell’IDENTITA' (personale e sociale)
- dell’AUTONOMIA
- della COMPETENZA

L’ottica della
continuità
(orizzontale e verticale) cioè l'implementazione e la valorizzazione delle esperienze espletate in famiglia, nel contesto di vita e nella S.I.

Attivazione di
percorsi
(metodologici e contenutistici)
individualizzati e/o personalizzati
, garantendo reali condizioni di pari opportunità formativa.

Ricorso al potenziale implementativo della didattica
interdisciplinare
(raccordo tra i singoli saperi disciplinari e la lingua italiana e straniera quali strumenti espressivi e comunicativi)
Grazie
per
l'attenzione
CONTESTO
classe
La
Classe
:
La lezione è destinata a una classe II abbastanza composita. Infatti, essa è costituita da 20 alunni (9 maschi e 11 femmine) di cui due con Bisogni Educativi Speciali.
La classe funziona a tempo pieno
(40 ore sett.).
Francesco
ha la Sindrome di DOWN, certificato ai sensi della Legge-quadro 104/92, art. 3, comma 3.

presenta una lieve difficoltà di apprendimento;
manifesta ampia disponibilità a relazionarsi con i docenti accettando le consegne educative e didattiche;
pur con qualche difficoltà ad elaborare forme espressive fluenti sul piano verbale, è ben disponibile alla comunicazione e si fa ben comprendere;
fruisce dell’insegnante di sostegno;
è ben seguito dalla famiglia e dalle strutture.

2.
Risorse umane
disponibili:
due insegnanti curricolari;
insegnante di sostegno (per complessive 22 ore settimanali);
assistente educativo;
collaboratrice scolastica.

Risorse strumentali
disponibili:
LIM
Laboratorio
Cucina della scuola
Tazze e cucchiai di varia misura
Ingredienti (farina, acqua, lievito, sale)
Ricorso al Metodo scientifico-sperimentale, basato sulla Ricerca-azione e ispirato ai modelli di Galileo e Popper, utilizzando metodologie didattiche attive e inclusive quali:
BrainStorming
Mappe concettuali
Cooperative learning
Problem solving
SCELTA METODOLOGICA
SITUAZIONE DI PARTENZA
OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO
Scandire le fasi di un processo
Analizzare errori e trovare soluzioni
Effettuare misure dirette ed indirette ed esprimerle secondo unità di misura non convenzionali
Comprendere la necessità di usare unità di misura condivise
Valutazione
tenendo conto
- delle situazioni di partenza (capacità, conoscenze e competenze, già acquisite)
- dei rispettivi potenziali di sviluppo
MONITORAGGIO
OBIETTIVI FORMATIVI correlati

Nello svolgersi dell’attività potranno presentarsi occasioni per mirare ad obiettivi di apprendimento correlati a quello di base

- orientarsi nell’uso della tecnologia
- gestire il confronto e le interazioni
- assumere un coinvolgimento attivo nell’apprendimento

Capacità/abilità
Conoscenze
Competenze
- acquisire linguaggi e codici di lettura e di interpretazione della realtà
- acquisire una formazione plurilingue e interculturale, mediante l’uso della lingua inglese


- sviluppare il senso della collaborazione, della cooperazione e della solidarietà
- diventare protagonisti dell’inclusione/integrazione sociale
- assumere atteggiamenti riflessivi e critici


Manal
proviene da una famiglia marocchina di recente immigrazione (6 mesi) attenta all’educazione dei figli. La precaria situazione occupazionale dei genitori la pone in condizione di svantaggio socio-culturale, che la porta ad isolarsi dai compagni;
È dotata di buona intelligenza;
Partecipa con interesse alle attività proposte dai docenti
Comprende la lingua italiana anche se incontra difficoltà nell'esprimersi.


TRAGUARDO PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE
"Utilizza [..] i piu comuni strumenti di misura [..]."
OBIETTIVO DI APPRENDIMENTO
AL TERMINE DELLA TERZA CLASSE
"Misurare grandezze [..] utilizzando sia misure arbitrarie sia unità e strumenti convenzionali [..]"
OBIETTIVO DI APPRENDIMENTO
dell'unità di apprendimento/insegnament
o
Confrontare e usare le piu comuni tecniche di misura.
“Se dovessi condensare in un unico principio l’intera psicologia dell’ educazione direi che il fattore più importante che influenza l’apprendimento sono le conoscenze che lo studente già
possiede. (D.Ausubel)
Gli alunni
dispongono di:
- adeguata capacità/abilità di analisi, riuscendo ad individuare e a discriminare grandezze misurabili;
- conoscenze e risorse cognitive sufficienti per fare confronti in relazione alle grandezze (grande/piccolo, lungo/corto, leggero/pesante)
- buone competenze di esercizio collaborativo, adeguate ad affrontare la soluzione di situazioni “problema”
OGGI FACCIAMO IL PANE
Visione del cartone per incuriosire e introdurre l'argomento.
Brainstorming iniziale :
come si fa il pane?
cosa ci serve?
PANE
FARINA
SALE
ACQUA
LIEVITO
UOVA
LATTE
ZUCCHERO
RICETTA
PANE
4 TAZZE DI FARINA
2 TAZZE DI ACQUA
3 CUCCHIAI DI LIEVITO
2 CUCCHIAI DI SALE
BREAD
4 CAPS OF FLOUR
2 CUPS OF WATER
3 TABLESPOONS OF YEAST
2 TABLESPOONS OF SALT
METTERE LA
FARINA
IN UN CONTENITORE AMPIO E AGGIUNGERE L'
ACQUA
, IL
SALE
E IL
LIVETO
. AMALGAMARE IL TUTTO AIUTANDOSI CON UN CUCCHIAIO DI LEGNO. IMPASTARE FINO A QUANDO NON SI RAGGIUNGE UNA PALLA SODA. FARE TANTE PALLINE GRANDI QUANTO UNA PALLA DA TENNIS. COPRIRE CON UN CANOVACCIO E LASCIARE RIPOSARE PER MEZZ'ORA. CUOCERE PER 30 MIN A 180 GRADI.
DOPO AVER LETTO E COMPRESO LA RICETTA, AVVALENDOCI DELLA
LIM
CREEREMO UN DIAGRAMMA DI FLUSSO DELLE AZIONI DA COMPIERE IN LABORATORIO.
LABORATORIO
COOPERATIVE LEARNING
DIVIDO LA CLASSE IN 5 GRUPPI ETEROGENEI DI 4 ALUNNI.
OGNI ALUNNO DISPONE DI UN SOLO INGREDIENTE (interdipendenza positiva).
OGNI ALUNNO SCEGLIE TRA GLI STRUMENTI DI MISURA QUELLO CHE VUOLE UTILIZZARE E COMPILA LA SCHEDA
SEGUENDO IL DIAGRAMMA GLI ALUNNI PREPARANO L'IMPASTO.
CONFRONTANDO I RISULTATI SI NOTA CHE CI SONO DEGLI ERRORI.

IN CLASSE SI IPOTIZZANO LE CAUSE DELL'ERRORE E ATTRAVERSO IL PROBLEM SOLVING SI EFFETTUANO LE CORREZIONI.

GLI ALUNNI SI RENDONO CONTO CHE PER OTTENERE IL GIUSTO RISULTATO è NECESSARIO CONDIVIDERE SIA STRUMENTI CHE UNITà DI MISURA.


SI RITORNA IN LABORATORIO IN GIORNO SEGUENTE PER RIPETERE L'ESPERIENZA CON LE DOVUTE CORREZIONI.
GLI ALUNNI RIESCONO A FARE L'IMPASTO GIUSTO E A DARLO ALLA COLLABORATRICE CHE LO CUOCERà IN FORNO.
IMPASTIAMO
Strumenti di verifica

obiettivi trasversali
INGLESE
riconoscere e nominare gli oggetti e gli ingredienti usati.
INTERDISCIPLINARIETA CON LA DOCENTE DI INGLESE
Full transcript