Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

THE SHARD

No description
by

Deborah Spazzoli

on 23 May 2015

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of THE SHARD

ANCORATO AL CONTESTO
CON LO SGUARDO VERSO IL CIELO
PARTICOLARITA'
STRUTTURA
La forma conica, affusolata e sfaccettata del grattacielo è il frutto di una serie di considerazioni di varia natura, nonchè la risposta più adatta ai requisiti che la costruzione ha dovuto rispettare. Si adatta infatti in pianta, alle particolari condizioni del lotto; stretto da binari della metropolitana e dalla stazione della London Bridge, riflette in alzato il programma funzionale interno e, come le guglie delle chiese londinesi alle quali s'ispira segnala a distanza il Southwark, un tempo un'area post-industriale ed oggi, dopo un progetto di rigenerazione completa, luogo simbolo della Great London (London Bridge city Quarter).
la GUGLIA è prefabbricata con 800 pezzi di acciaio con un peso che raggiunge le 500 tonnellate. Un centinaio di gru sono state necessarie per porre tutti gli elementi in posizione. E' stato effettuato un collaudio a secco prima dell'installazione per essere sicuri che una volta in altezza non ci fossero sorprese.
The Shard è un edificio multiuso composto da 72 piani utili, la parte terminale è occupata, invece, dalla guglia in acciaio e vetro fino a raggiungere un'altezza 306m conferendogli il primato del grattacielo più alto di Londra ed il secondo in Europa.

Strutturalmente questo grattacielo di vetro è sorretto da un nucleo di cemento armato, che va dal terzo piano interrato sino al 72°livello, e da quattro diversi sistemi costruttivi che con il progressivo aumento di altezza, descrescono in peso. I primi quaranta piani sono realizzati da un telaio composto in acciaio e cemento, da 41° al 60° piano, invece, l'ossatura è realizzata con un calcestruzzo post-teso; è in cemento armato tradizionale fino al 72° mentre è in acciaio l'ultima parte formata dalla guglia.
THE SHARD
Renzo Piano
Il nome Shard deriva da alcuni commenti che vedevano l'edificio come una scheggia di vetro infilata nel cuore di Londra, con quel suo colore cangiante ed inprevedibile sembra esso stesso un frammento di cielo.
Con il suo splendore di cristallo e la sua particolare forma è entrato nell'immaginario comune come "shard" (scheggia).
DATI TECNICI
Committente : Sellar Property Group
Funzione: residenziale/hotel/uffici
Altezza Totale: 306m
Altezza Ultimo Piano: 244,3m
Superficie Lorda: 127,489mq
Struttura: mista
Ranking: 62°più alto del mondo, 2°d'Europa, 1°di Londra
Altro Nome: London Bridge Tower
L'intero edificio è rivestito da 11000 pannelli di vetro extra bianco che donano alla torre una notevole leggerezza nonostante l'imponenza dell'altezza. Questa configurazione inoltre garantisce la perfetta illuminazione degli ambienti interni e fa risplendere il grattacielo con gli stessi colori del cielo di Londra.
la COPERTURA è stata progettata per essere il più trasparente possibile, ma anche per avere un' ottima resa termica, il rivestimento è di vetro a bassa laminatura di ferro, con una patina incolore ad emissività ridotta che diminuisce il riflesso della luce infrarossa all'interno dell'edificio.
GIARDINI D'INVERNO: entrando nell'edificio si gode dell'aria fresca che arriva dai giardini d'inverno presenti in ogni piano. posizionati agli angoli, le zone che li contengono hanno finestre apribili. Sono separati dal resto del piano da pareti a vetro singolo così da non diminuire l'efficienza del condizionamento dell'aria.
IL CANTIERE
Se la fase progettuale e ingegneristica sono state complesse ancora di più è stata quella cantieristica, che nonostante abbia coinciso con la crisi economica internazionale, è stata condotta con straordinaria continuità ed in tempi record. Per raggiungere questo obiettivo, affrontando anche le difficoltà legate al sito, sono stati utilizzati metodi costruttiv innovativi e macchinari di nuovissima generazione, come un impianto disegnato, necessario per evitare di intaccare i reperti archeologici e i sotto servizi di epoca vittoriana rinvenuti durante lo scavo. Inoltre, date le dimensioni del lotto e la vicinanza ad una della stazioni principali di Londra, per eseguire nella massima sicurezza l'inalzamento dell'impalcato è stato utilizzato per la prima volta al mondo il sistema di costruzione top-down che come richiama lo stesso nome, consiste nel realizzare inizialmente i solai dei piani superiori, nello specifico dei primi 23 livelli compresi il nucleo strutturale, e poi quelli interrati.
EDIFICIO MULTIUSO
The Shard è un edificio multiuso: dispone di circa 55.000 mq di spazi per uffici, distribuiti su 25 livelli, tre piani di ristoranti, negozi, 200 camere esclusive dello Shangri-La Hotel, appartamenti di lusso dal 53° al 65° piano ed una galleria panoramica tripla altezza che offre una delle più suggestive viste a 360 gradi per più di 40 miglia su Londra. Ai piani bassi e più ampli ci sono ambienti di lavoro organizzati in grande open space. Alla base del grattacielo un ampia pensilina orizzontale garantisce una buona ombreggiatura creando uno spazio intermendio tra il lato pubblico della strada e l'area privata della costruzione.
L'ILLUSIONE
E' evidente che The Shard più che "grattare il cielo" ci regala l'illusione di avvicinarcelo potendolo finalmente toccarlo con un dito
Full transcript