Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

L'età d'oro del principato

No description
by

susanne lenz

on 30 April 2018

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of L'età d'oro del principato

L'età d'oro del principato
Adriano e gli Antonini
Adriano e la difesa del confine
I viaggi di Adriano
Il confine del deserto
L'ultima rivolta giudaica
L'amministazione dell'impero e la giustizia
L'Italia fu suddivisa in 4 distretti giudiziari con a capo degli ex consoli, segnando un processo di provincializzazione.
Salvio Giuliano pubblicò L'Editto perpetuo,insieme di norme che i pretori seguivano nel giudizio in tribunale.
Antonino Pio
Adriano come suo successore scelse,suo figlio adottivo,Arrio Antonio,senatore gallico conosciuto come Antonino Pio.
Antonino diede vita a un'epoca di pace interna e floridità economica, stabilizzò tutti i confini ad eccezione di quello britannico dove si spinse oltre il vallo di Adriano,dove costruì il vallo di Antonino.
Marco Aurelio filosofo e soldato
Alla morte di Antonino ,suo figlio adottivo Marco Aurelio divenne imperatore,il quale associò all'impero l'altro figlio adottivo Lucio Vero.
La presenza di due imperatori era insolita ma probabilmente Marco voleva lasciare al fratello gli oneri militari,per concentrarsi meglio sul governo e alla filosofia.
Guerre e invasioni
All'inizio del suo regno Marco vide riapriaprirsi la questione partica,quando il re partico Volognese III invase l'armenia.
la guerra si concluse nel 166dC
al confine renano, approfittando dello sguarnimento causato dalla guerra partica,le popolazioni dei Quadi e dei Marcomanni sfondarono il limes,i due imperatori intervenirono insieme ma dopo una controffensiva sul Danubio,Vero morì nel 170 dC.
I barbari entrarono nell'Italia settentrionale fino ad Aquileia e sfondarono anche il limes
balcanico invadendo la Grecia fino a Eleusi, Marco riuscì a respingerli oltre il Danubio nel 175.
L'Impero del 2. secolo:
prosperità
e
contrasti
Ritratto di un impero
L'estensione
degli Usa attuali
è il doppio dell'Impero romano durante il 2 secolo d.C.
L'Impero si estendeva per 4.5 milioni di chilometri quadrati.
Gli abitanti erano tra i 50-60 milioni.
Le condizioni di benessere
Pace interna
Guerre vittoriose
Dominatori e vinti

Romanizzazione
Cittadinanza
Organizzazione burocratica provinciale
Città e civiltà

Autonomie locali
Governatori provinciali
Amministratori e lavoratori
nelle città
Decurioni
Contrasto tra ricchi e poveri
Humiliores
Honestiores
Associazioni di mestiere
Mobilità sociale
Monarchia
assoluta
Uniforme
La conseguenza dell'epidemia
Nel 189 dC scoppiò un'epidemia di vaiolo,iniziata in un'accampamento,che uccise duemila persone al giorno nella sola Roma. Essa provocò una grave
crisi di produzione e fù impossibile pagare le imposte.
L'impero cominciava a dare già i primi segnali di crollo.
Commodo
Nel 177 dC sale al potere l'ultimo dei figli di Marco Aurelio, Commodo,dopo la morte del padre a Vienna per via del vaiolo.Lo descri-
vono come un principe dispotico.
Raggiunse degli accordi con le tribù germaniche,amava i giochi gladiatori e persegiutava i membri del senato per raggiungere i suoi scopi.
Si disinteressò delle province e dell'esercito,le quali si ribellarono più volte.
Introdusse nel culto romano anche gli dei delle religioni orientali,fu tollerante con i cristiani per via della sua compagna Marcia, che simpatizzava per loro.
Fu assasinato nel 192 da Marcia per mandato del senato il quale lo cancellò da ogni monumento di Roma.
La Colonna Traiana
Dopo le vittorie di Marco Aurelio,a Roma ci furono grandi festeggiamenti che non si erano visti dalla vittorie di Traiano.
Traiano dopo aver conquistato la Dacia fece innalzare questa colonna a struttura conclide,cioè i bassorilievi che sono sulla colonna sembrano salire verso l'alto in una spirale, come appunto in una conchiglia di una chiocciola.
Un impero greco-romano
L'impero diviso in due
Piano linguistico
piano amministrativo
Piano linguistico
Sul piano linguistico l'impero romano del 2 secolo era diviso in 2: la parte occidentale romana e la parte orientale greca.

Nella parte occidentale la lingua principale era quella latina ed aveva valore di lingua ufficiale
Nella parte orientale la lingua principale era quella greca ed aveva valore di lingua ufficiale
Piano amministrativo
Parte romana
Parte greca
La stessa divisione del piano linguistico era presente anche nel piano amministrativo e per curare la corrispondenza dell'imperatore vennero istituiti due uffici.
Il rapporto tra greci e romani
Durante gli anni della conquista del Mediterraneo orientale nel II secolo a.c. ci furono degli accesi dibattiti tra i sostenitori della cultura greca e i suoi oppositori e Roma si divise in due.
Parte modernizzante
Parte conservatrice
Il più grande sostenitore dell'opposizione era Catone il Censore che temeva la disfatta della tradizionale società romana.
La vittoria della cultura greca
La cultura greca influenzò non poco l'impero romano infatti il poeta Orazio nell'età di Augusto affermò che "la Grecia conquistata conquistò a sua volta il rozzo vincitore.
L'estensione della lingua latina
Con l'avanzamento dei territori romani avanzava anche la lingua latina portata dai militari anche nei territori più lontani, e con il passare del tempò il latino inventato da Cicerone si evolse con altre parole, altri vocaboli e costruzioni grammaticali semplificate.
Storia romana scritta in greco
Il più grande storico del tempo fu Plutarco da Cheronea(50-127). Plutarco scrisse quelle che oggi noi chiamiamo biografie mettendo a confronto le vite dei grandi uomini latini con i personaggi della storia greca
Gli scenziati dell'età antica
All'epoca degli Antonini ci furono molti scienziati e molte scoperte.
I più importanti Scienziati dell'epoca furono l'astronomo Claudio Tolomeo e il medico Galeno.
Claudio Tolomeo
Claudio Tolomeo fù un grande astronomo che per primo formulò delle ipotesi valide sul mondo e sull'universo.
Secondo questa ipotesi l'universo era sferico e gli astri giravano intorno alla terra che era immoblile al centro.
Questa teoria fu ritenuta inconfutablile fino alle nuove osservazioni di Galileo Galilei.
Galeno di Pergamo
Studiò al museo d'Alessandria e poi si trasferì a Roma dove iniziò a praticare la medicina.
Fu il primo uomo a descrivere accuratamente l'anatomia del cervello e del sistema nervoso, vascolare e muscolare.
La diffusione del cristianesimo
Nel 2 secolo troviamo numerose comunità cristiane sparse per molte città dell'impero.
L'integrazione delle province e l'economia

In questo secolo l'impero abbandonò i metodi di sfruttamento dell'economia delle province
Dallo schiavismo al lavoro libero
Anche se lo schiavismo era stato abbandonato ne possiamo trovare ancora esempi in Egitto mentre in Italia il lavoro era affidato agli affittuari o coloni.
[Milioramenti]:
-strade e servizi
-traffici commerciali
-esercito
-approvvigionamenti
alimentari
-abbellimenti delle città
Miglioramenti età d'oro
I procuratores
I procuratores non erano più di 200.

Approvata da una parte della classe dirigente romana che cercò di introdurre a Roma la conoscenza dell'arte e del pensiero greco.
Migliaia di addetti ai rapporti con le autonomie locali.
La carriera di Cornasidio Sabino, procuratore
Mansioni dei decurioni
La Curia Iulia dal lato sud del Foro Romano.
[Mansioni]:
-vita religiosa
-approvvigionamenti e mercati
-ordine pubblico
-nominare i magistrati
Durante il periodo in cui governò Claudio la mobilità sociale era detenuta soprattutto dai liberti.
Nel 2 secolo i più mobili a livello sociale erano gli uomini dell'esercito (1% della popolazione).
L'aumento dei senatori e
dei cavalieri.
Gli imperatori per mantenere buoni rapporti con le città nominavano alcuni decurioni,senatori o cavalieri.
Le attenuanti di questo contrasto erano due
Evergetismo
Donazioni dei ricchi verso i poveri definite come un obbligo sociale.
Istituzioni imperiali
Associazioni per aiutare i più bisognosi.
Esempi:
-Fondazione di soccorso per le ragazze povere di Antonino Pio
-Gli alimenta di Traiano
Dopo la successione di Traiano, fu scelta la modalità di elezione imperiale di Augusto, "l'Adozione" Questo periodo durò soprattutto durante il secondo secolo d.C., si parla quindi di principio adottivo.
Più tardi Marco Aurelio designò come successore, il figlio Commodo.
Adriano (117-138) Figlio adottivo di Traiano (ormai morto), Rinunciò all'espansione territoriale, e cominciò a rafforzare i confini e avviò la costruzione di opere difensive, come il "Vallo di Adriano".
Adriano dedicò molta cura anche alle condizioni dei militari, ed inoltre favorì l'ingresso dei figli dei Legionari.
Durante la sua vita Adriano visitò molto l'estero, e rimase per molto tempo durante gli anni di regno lontano da Roma.
Visitò molte provincie occidentali, tra cui quelle di: Spagna, Mauritania, Gallia, Germania, Britannia e Africa (dove iniziò una fortificazione chiamata "fossatum africae").
Adriano prese le misure per rendere coltivabile il deserto dell'Africa, anche per questo il Fossatum Africae non ebbe solo funzione militare, ma anche "ecologica".
Adriano inoltre stabilì che i campi fossero affidati ai soldati-contadini, senza dover pagare tasse, ma in cambio avrebbero dovuto assicurare la protezione della frontiera, il popolamento della regione e la produzione agricola.
Più tardi nel 132 d.C., scoppiò una grande rivolta in Palestina, per via di una decisione presa da Adriano, sul fatto di costruire una colonia a Gerusalemme (Aelia Capitolina). Moltissime furono le vittime, e poco dopo gli ebrei dovettero abbandonare Gerusalemme.
Il miglioramento edilizio di Adriano
Grazie alle sue ricchezze, Adriano avviò numerose ristrutturazioni urbanistiche come la città dedicata
ad Antino, in Egitto; una grandiosa villa imperiale a Tivoli; la Mole Adriana e la ricostruzione del Pantheon a Roma.
L'amministrazione dell'impero e la giustizia
Ben presto si organizzò una vera e propria carriera, molto vantaggiosa anche per il fatto che gli stipendi andavano da 60.000 a 200.000 sesterzi all'anno.

L'economia romana comincia ad indebolirsi
L'esercito e le grandi città continuano a perdere grandi quantità di denaro per continuare a far funzionare la difesa dei Limes che diventa un problema.
Full transcript