Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Presentazione finale TFA

No description
by

Alessandra Banfi

on 1 March 2016

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Presentazione finale TFA

Accidentale
Ma che cos'è la prospettiva accidentale?
c'è sempre stata o qualcuno l'ha "inventata"?
Compito unitario
Realizzare il proprio "punto di vista" di un edificio, scelto collettivamente dalla classe ,attraverso la sua rielaborazione grafica in prospettiva accidentale
latino PROSPICERE
pro - avanti
spicere - guardare

Prospettiva
latino ACCIDERE - accadere
cader sopra

composto da AD - a, verso
CIDERE - cadere

Avvenimento qualsiasi IMPREVISTO
chi è stato? e quando è successo?
Classe di riferimento: II anno di un corso di scuola secondaria di I grado
Percorso di storia dell'arte
Obiettivi:
Saper riconoscere le regole della rappresentazione spaziale nelle immagini
Comprendere la funzione espressiva dello spazio nelle opere d'arte
Prerequisiti
i singoli disegni degli alunni confluiranno nella realizzazione di un ritratto collettivo dell'edificio
Tempi:
TIC e strumenti facilitanti per TUTTI
LIM
Immagini scelte da internet o scattate personalmente
piattaforma google+ o simili per condividere materiale ad hoc con gli studenti
video tutorial sul disegno in prospettiva accidentale
Classe eterogenea composta da 20-25 elementi
livello di socializzazione: buono
livello cognitivo della classe: medio-alto, con punte di eccellenza nell'abilità al disegno
livello di disponibilità nei confronti dell'insegnante e della disciplina: buono
comportamento in classe: difficoltà a partecipare in modo ordinato alle attività proposte, tendenza alla dispersione nell'esecuzione di un compito e nelle attività di ascolto
alunni con BES: uno studente con evidenti problemi di iperattività e disturbo dell'attenzione (ADHD)
Obiettivi:
Metodologia

per lo studente con ADHD
costante supporto all'attenzione
compito strutturato in unità brevi
per eventuali studenti non vedenti o ipovedenti
Carta a microcapsule e fornetto (Minolta)
piano di gomma
L'attività si svolge nel contesto di una
più ampia unità sul problema della rappresentazione dello spazio all'interno della quale sono stati precedentemente introdotti i
criteri che suggeriscono il concetto di profondità






La questione del PUNTO DI VISTA
Percorsi paralleli:
il significato del punto di vista in storia dell'arte
Laboratorio: "UNO E TANTI EDIFICI il mondo visto dagli angoli" costruzione del "ritratto" di un edificio utilizzando i diversi punti di vista suggeriti dalla prospettiva
Maurizio Galimberti: serie "Paesaggi italiani"
presentazione del lavoro alla classe e esplicitazione degli OBIETTIVI e dei criteri di VALUTAZIONE (1 ora)
presentazione e analisi di esempi (1 ora)
conoscere e saper utilizzare intuitivamente la tecnica della prospettiva accidentale
inventare e produrre messaggi visivi con la tecnica proposta
collaborare attivamente e costruttivamente ad un progetto comune
uscita e realizzazione delle fotografie (2 ore)
selezione del materiale fotografico prodotto (2 ore)
realizzazione individuale (4-6 ore)
montaggio finale collettivo (2 ore)
SVOLGIMENTO
VALUTAZIONE
aderenza alle consegne
costanza e partecipazione nelle diverse fasi del lavoro
qualità delle fotografie
qualità ed "esattezza" della relizzazione grafica
originalità e ricchezza della rielaborazione
metodologia
lezione interattiva con supporto di immagini
produzione guidata di appunti
tempi
2 lezioni di 2 ore
con possibilità di successiva ripresa dei contenuti durante l'attività di laboratorio
Parallelamente alla lezione, anche per alleggerirla, presentazione di video tutorial per il disegno in prospettiva accidentale
con richiesta di esercitazione a casa
minimo 10 lezioni di 2 ore ciascuna
strumenti compensativi e monitoraggio
per i bisogni educativi speciali
sovrapposizione
ombreggiatura
gradazione e tonalità di colore
forme simili con dimensioni diverse
trasparenza atmosferica
trama più o meno fitta
Hans Vredeman de Vries
Canaletto
Giovan Battista Piranesi
LABORATORIO
Claude Monet
Edgar Degas
prospettiva centrale
Full transcript