Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

FORMA E DIMENSIONI DELLA TERRA

Capitolo 5, 1AL
by

Valeria Petrizzelli

on 11 January 2017

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of FORMA E DIMENSIONI DELLA TERRA

Ma è davvero una sfera?
Che forma ha la terra?
MA è DAVVERO UN ELLISSOIDE?
LE DIMENSIONI DELLA TERRA
FORMA E DIMENSIONI DEL PIANETA TERRA
ORIENTAMENTO
IL RETICOLATO E LE COORDINATE GEOGRAFICHE
CONCETTI CHIAVE
Meridiani e Paralleli sono infiniti, ma si considerano quelli a distanza di un grado l'uno dall'altro; in particolare 90° a Nord e a Sud rispetto al parallelo Equatore e 180° ad Est e ad Ovest rispetto al meridiano di riferimento (Greenwich)
Meridiani e Paralleli formano una griglia immaginaria detta reticolato geografico grazie alla quale è possibile fissare un sistema di coordinate geografiche: latitudine (distanza di un punto dall'Equatore) e longitudine (distanza di un punto dal meridiano 0)
I fusi orari sono 24 zone della superficie terrestre (ognuna delle quali copre 15° di longitudine) all'interno delle quali viene adottata la stessa ora civile (quella del meridiano centrale del fuso)
Il fuso orario fondamentale è quello tagliato a metà dal meridiano di Greenwich
Procedendo verso Est dobbiamo spostare le lancette in avanti, verso Ovest indietro
La linea del cambiamento di data (che corrisponde all'antimeridiano di Greenwich) divide il 13° fuso in due metà in cui l'ora è la stessa, ma la data è differente
PROVE DELLA SFERICITA' DELLA TERRA
Circumnavigazione di Magellano (1519-1522)
L'ombra (sferica) che la Terra proietta sulla Luna durante le eclissi di Luna
Comparsa/scomparsa graduale di un oggetto all'orizzonte (es. nave)
Peso dei corpi non varia da luogo a luogo --> tutti i punti della superficie sono equidistanti dal centro di gravità
Analogie con gli altri corpi celesti
Aumento dell'orizzonte visibile al crescere dell'altitudine
Velocità = spazio/tempo
La velocità è massima all'equatore (400 m/s) e nulla ai poli
La superficie della Terra è irregolare a causa della presenza di catene montuose e di depressioni oceaniche per cui il solido geometrico che meglio rappresenta la sua forma è il GEOIDE
Circonferenza equatoriale = 40.000 km
CONCETTI CHIAVE
Orientarsi significa volgere lo sguardo ad Oriente
Grazie al moto apparente del Sole si possono definire i quattro punti cardinali (N, S, O, E)
Il Sole sorge ad Est e tramonta ad Ovest
A mezzogiorno, nel punto di massima culminazione, il Sole indica il S
La direzione N-S è indicata dall'ombra più breve proiettata da un bastoncino infisso verticalmente nel terreno
La bussola consente di orientarsi sfruttando il campo magnetico terrestre, ma i poli magnetici non coincidono perfettamente con i poli geografici
Di giorno ci si può orientare con il Sole, mentre di notte con la Stella polare che è sempre allineata con il N nel nostro emisfero
I FUSI ORARI
Il sole impiega 1 h per spostarsi di 15° in longitudine
http://rossanaweb.altervista.org/blog/es_online/fusi_orari/index.html
LA CARTOGRAFIA
La CARTOGRAFIA è la scienza che studia la rappresentazione della superficie terrestre
Problema: come si fa a rappresentare su un piano una superficie sferica?
L'intera sfera terrestre o parti di essa possono essere rappresentate con un globo o con delle carte geografiche
Le carte geografiche sono rappresentazioni APPROSSIMATE perchè non è possibile trasferire una superficie curva 3D su un piano bidimensionale senza deformarla.
Sono rappresentazioni RIDOTTE perchè viene usata una scala di riduzione che esprime il rapporto tra la distanza di due punti sulla carta e la distanza di quei punti nella realtà. Esempio 1:25.000 significa che 1 cm sulla carta corrisponde a 25.000 cm nella realtà (250 m). Più è piccolo il denominatore più è dettagliata la carta.
La rappresentazione delle carte è, inoltre, SIMBOLICA, perchè non si può rappresentare tutto ciò che esiste, ma bisogna scegliere cosa rappresentare utilizzando una legenda di simboli convenzionali
Per la rappresentazione dei rilievi
Possono essere utilizzati diversi colori oppure possono essere tracciate delle curve dette ISOIPSE che sono linee ideali che uniscono i punti aventi stessa altitudine rispetto al livello del mare.
Se queste linee sono molto ravvicinate significa che la pendenza è elevata, se sono più distanziate vuol dire che il pendio è più dolce.
Le carte geografiche si classificano in base a:
scala di riduzione
contenuto
In base alla SCALA DI RIDUZIONE le carte si dividono in :
mappe o piante (centri urbani) sino a 1:10.000
topografiche (porzioni di territorio in dettaglio) sino a 1:100.000
corografiche (carte stradali di intere regioni) sino a 1:1.000.000
geografiche (interi Stati o continenti con pochi dettagli) più di 1:1.000.000
planisferi (tutta la Terra)
In base al contenuto si dividono in:
generali (es. fisiche o politiche)
speciali (es. nautiche o geologiche)
tematiche (es. carte climatiche)
Il sistema GPS
Full transcript