Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

UDA Il sistema feudale

No description
by

roberta sommese

on 3 April 2018

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of UDA Il sistema feudale

Unità di apprendimento
"Il sistema feudale: politica, economia, società"

Cornice di riferimento:
Progettazione
Contenuti
Cornice di riferimento
Contenuti
Progettazione
Candidata: Roberta Esposito Sommese

Classe di Concorso: A12/ A22

Traccia: Unità di apprendimento sul Feudalesimo

Sommario
Principi guida della progettazione

Analisi del contesto

Bisogni educativi speciali


Conduzione dell'unità di apprendimento
Verifica e valutazione
Recupero
Principi guida della progettazione
Competenze mirate e obiettivi specifici di apprendimento
Collocazione curricolare
Tempi e spazi
Prodotto finale
Piano di lavoro
Strategie didattiche


Analisi del contesto
Istituto comprensivo, Scuola secondaria di primo grado;
Elevata attenzione delle famiglia nei confronti dell'operato della scuola;
Piccola comunità di montagna, a vocazione prevalentemente turistica;
Presenza di immigrati, provenienti soprattutto dall'est Europa;
Presenza, nella scuola, di collegamento internet, LIM, aula informatica;
Scuola e territorio
Profilo della classe
Bisogni educativi speciali
Normativa di riferimento
Classe: I^
Alunni: 17
Presenza di uno studente di nazionalità rumena, di recente immigrazione;
Presenza di uno studente con diagnosi di DSA;
Per entrambi gli studenti, il Consiglio di classe ha redatto un Piano didattico personalizzato (PDP).
Collocazione curricolare
La presente unità di apprendimento si svolge nel corso del I° quadrimestre.
Rispetto alla programmazione annuale di Storia, viene affrontata successivamente alla trattazione dell'Europa carolingia.
La tematica si presta a uno svolgimento interdisciplinare, in particolare con Arte e Immagine (Arazzi di Bayeux e miniature), Francese (la féodalité, la Chanson de Roland), Italiano (la letteratura cortese) e Geografia (l'Europa occidentale).

Prodotto finale
Realizzazione di una mostra multimediale sul sistema feudale.
Tempi e spazi
14 moduli orari di Storia

classe
aula LIM
aula informatica
ambienti virtuali
Strategie didattiche
Competenze mirate
Competenze chiave:
Imparare a imparare
Competenze sociali e civiche
Consapevolezza e espressione culturale

Competenze disciplinari:
Conoscere e collocare nello spazio e nel tempo fatti e eventi storici
Individuare le trasformazioni intervenute nelle strutture delle civiltà nella storia
Utilizzare conoscenze e abilità per orientarsi nel presente, comprendere problemi del mondo contemporaneo e sviluppare atteggiamenti critici e consapevoli

3^ fase: Un sistema sociale e di valori
L'insegnante sviluppa una lezione partecipata al fine di evidenziare le caratteristiche principali del legame feudale.
Alla spiegazione e alla lettura di alcune parti del manuali, si affianca l'analisi di documenti di vario tipo.
Si evidenziano alcuni concetti-chiave: rete/piramide feudale; legame feudale; tripartizione della società...
4^ fase: l'organisation d'un fief
5^ fase: prodotto finale
L'insegnante divide la classe in 4 gruppi eterogenei.
Il lavoro viene svolto prevalentemente in aula informatica.
Ogni gruppo, per mezzo di una web quest, deve ricercare delle fonti (iconografiche, testuali, materiali...) per realizzare una mostra multimediale.
Si possono utilizzare anche documenti già analizzati in classe.
Ogni gruppo si occupa di un particolare aspetto del sistema feudale: la cerimonia dell'omaggio, il legame feudale, l'organizzazione territoriale del feudo, il sistema economico del feudo.
Le fonti scelte devono essere opportunamente commentate, secondo il modello di analisi appreso in classe.
Oltre al reperimento di documenti già esistenti, i gruppi più creativi possono realizzare piccoli sketch per illustrare aspetti del mondo feudale.
I materiali possono essere montati su Prezi o Powtoon.
1^ fase: presentazione
2^ fase: Dal vassallaggio al feudalesimo
Il docente propone di lavorare collettivamente sull'analisi di un documento. Si tratta di un estratto del Capitolare di Kierzy che viene consegnato a ogni studente e proiettato alla LIM.
L'insegnante legge ad alta voce il testo e si accerta della sua comprensione.
Successivamente, chiede agli studenti di rispondere individualmente a una serie di domande.
Lo scopo è di cogliere la svolta storica che tale documento ha comportato.
In particolare, gli studenti dovrebbero comprendere come l'indebolimento del potere imperiale ha condotto allo sviluppo del feudalesimo e dei poteri locali.
Le risposte vengono condivise e corrette insieme.
Conduzione dell'UDA
Recupero
Verifica e valutazione
Metodologie
Mezzi e strumenti
Lezione frontale e partecipata
Lezione socratica
Laboratorio di analisi di fonti storiche
Esercitazioni
Lavoro di gruppo
Giochi di ruolo
Manuale di Storia
Documenti reperiti o elaborati dall'insegnante
Computer, LIM e risorse multimediali
Obiettivi specifici di apprendimento
Conoscere le caratteristiche del sistema feudale
Conoscere e comprendere le implicazioni sociali, economiche e culturali di un modello politico-amminitrativo
Conoscere e comprendere il concetto di sistema
Ricavare informazioni, anche in modo guidato, dalle fonti storiche
Utilizzare il linguaggio specifico della disciplina
Progettare e collaborare per produrre conoscenze
Piano di lavoro
Obiettivo di questa prima fase è quello di introdurre l'argomento.
Il docente invita gli studenti a esprimersi per realizzare insieme un brainstorming sull'impero carolingio.
L'obiettivo è quello di far emergere le preconoscenze rispetto al legame vassallatico che univa l'imperatore a conti e marchesi.
Successivamente, il docente proietta alla LIM un'immagine in cui è rappresentata la cerimonia dell'investitura.
Invita, poi, gli studenti a formulare delle ipotesi circa la sua intepretazione.
Infine, il docente esplicita la tematica oggetto di studio e gli obiettivi prefissati.
Richiama il sistema di organizzazione territoriale carolingio (contee e marche), il concetto di vassallaggio e quello di feudo.
Chi emana il capitolare? Quando?
Come deve essere gestito il feudo in caso di morte del feudatario?
Come si procede in caso di rinuncia al feudo?
Qual è il senso complessivo del documento?
orientarsi nel tempo e nello spazio
conoscere i principali fatti ed eventi storici che precedono lo sviluppo del sistema feudale: l'impero carolingio, concetti di alto e basso Medioevo
usare gli strumenti sussidiari al testo (carte, immagini, grafici, tabelle...)
Prerequisiti
JEU DE ROLE: ET SI TU ETAIS UN SEIGNEUR?

A partir d’un tableau il faut apprendre à organiser et gérer son territoire : en tirer le meilleur parti tout en tenant compte des dangers
La colonne de milieu du tableau sur le document élève est à remplir par les élèves à partir de la banque de données ci-dessous :
Faire ensuite placer les éléments sur le territoire de la seigneurie, en respectant la légende, les logos et les consignes de départ.

Attention ! Test de confrontation : les élèves doivent vérifier avec le professeur le bien fondé de leurs choix. Le professeur envoie alors les calamités suivantes. L’élève gagne un point chaque fois qu’il triomphe de l’adversité.

Iniziale
: diagnostica (analisi del contesto e rilevazione dei prerequisiti).

In Itinere
: verifiche formative mediante esercitazioni.

Finale
: formativa e sommativa.
Strategie inclusive
Attenzione al formato grafico dei documenti
Elaborazione di testi semplificati nel lessico e nella sintassi
Elaborazione di glossari, anche illustrati
Utilizzo di input di vario tipo
Lavoro di gruppo
Utilizzo di supporti informatici e della video-scrittura
En conclusion de cette phase, l'einsegnant systématise, à l'aide d'un questionnement, les concepts les plus importants.
Il montre des documents concernant la curtis et l'organisation économique du fief.
On réalise des cartes mentales.
Alcuni link per la webquest:

Site pédagogique de la Bibliothèque nationale de France: http://passerelles.bnf.fr/chrono/moyen_age.php

Site de l'Encyclopédie Larousse: http://www.larousse.fr/encyclopedie/divers/f%C3%A9odalit%C3%A9/51620

Site de Francetv éducation: http://education.francetv.fr/matiere/moyen-age/ce2/article/les-trois-ordres-dans-la-societe-feodale


6^ fase: verifica e valutazione
L'insegnante valuta i prodotti finali.
Invita, poi, gli alunni a valutare il lavoro svolto (che cosa ho appreso?), attraverso una discussione guidata, e a autovalutare la propria partecipazione alle attività, mediante la compilazione di un questionario predisposto.
Un eventuale recupero può essere svolto avvalendosi di schede appositamente predisposte per far emergere i contenuti minimi dell'unità di apprendimento.
La verifica del recupero si svolge con l'elaborazione di una mappa concettuale.
Verifica individuale
Interrogazione orale sui contenuti dell'unità di apprendimento e sull'applicazione del metodo di analisi delle fonti esercitato in classe.
Verifica
Valutazione
Valutazione del processo
: valutazione e autovalutazione relative all’organizzazione e al funzionamento del lavoro di gruppo

Valutazione del prodotto
: in termini di funzionalità e rispondenza alle consegne e allo scopo, organizzazione del lavoro completezza e pertinenza della documentazione prodotta.

Valutazione disciplinare.
Bibliografia e sitografia
Indicazioni nazionali 2012
Decreto ministeriale 139/2007 (Competenze chiave di cittadinanza)
Raccomandazione del Parlamento europeo e del Consiglio del 18 dicembre 2006 (Competenze chiave)
Legge 104/1992 (integrazione studenti con disabilità)
Legge 170/ 2010 (normativa su DSA)
Direttiva ministeriale del 27 dicembre 2012 e Circolare ministeriale n. 8 del 6 marzo 2013 (BES)
Full transcript