Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Progetto formativo "La poetica del vago in Giacomo Leopardi"

“La poetica del vago in Giacomo Leopardi” è il titolo del progetto formativo che mi venne assegnato per la prova orale del concorso docenti 2012/13. Questo è il Prezi che preparai a supporto dell'esposizione.
by

Simone Barison

on 17 June 2015

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Progetto formativo "La poetica del vago in Giacomo Leopardi"

Il paradigma costruttivista
La poetica del vago
in Giacomo Leopardi

L'insegnamento
tra medioevo e modernità
...e le indicazioni nazionali per il curricolo (2012)?
Indicazioni nazionali per il curricolo
della scuola dell'infanzia
e del primo ciclo d'istruzione
(4 settembre 2012)
Secondo il modello costruttivista...
Quale paradigma d'insegnamento?
Che cosa significa insegnare nel 21° secolo?
http://it.wikipedia.org/wiki/File:Scuola_di_atene_01.jpg
Raffaello, La scuola di Atene, 1509
Laurentius de Voltolina, Henricus de Alemannia vor seinen Schülern, 1350 circa
http://en.wikipedia.org/wiki/File:Laurentius_de_Voltolina_001.jpg
No

impostazione trasmissiva del sapere
attivismo pedagogico
apprendimento cooperativo
significatività dell'apprendimento
autenticità dell'apprendimento
personalizzazione della didattica
inclusività dell'azione formativa
costruttivismo
l'
apprendimento
è un .........................................................
di ...................., ............., ......................

anziché un ..................................................................
.............................................................
processo attivo di costruzione
processo di memorizzazione
di un sapere già dato
conoscenze
abilità
competenze
L'insegnante
nel modello costrutivista
motivatore
guida
l'alunno
nel modello costruttivista
è al centro del proprio percorso
è costruttore di senso e di sapere
La classe
nel modello costruttivista
comunità di apprendimento tra pari (peer learning)
comunità di ricerca (enquiry learning)
comunità online (www.edmodo.com)
https://www.edmodo.com/
I padri
del costruttivismo
John Dewey
Lëv Vygotskij
Lorenzo Milani
Tullio de Mauro e gli altri Linguisti delle Dieci Tesi del GISCEL
David Kolb
(1939 - )
(1859 - 1952)
(1896 - 1934)
(1923 - 1967)
(1975)
organizzatore
siamo pronti
per il viaggio!

fase 0
introduzione metacognitiva
condividere
valori
comportamenti
fase 1
attivazione e sintonizzazione
obiettivi
ottenere attenzione
suscitare interesse
fase 2
rappresentazione delle preconoscenze
obiettivo
fare emergere ciò che l'alunno già sa
(zona di sviluppo attuale)
fase 3
accrescimento e sviluppo dell'argomento
3

momenti
acquisizione dei contenuti a casa e redazione del diario di bordo
attività di gruppo in aula
presentazione dei contenuti e dei concetti da parte del docente (lezioni-dibattito, supporti all'oralità)
La valutazione
Il diario di bordo
BES
di tutti
obiettivo
coltivare la riflessione metacognitiva
annotando e riflettendo su quanto udito e vissuto in classe
benefici
cognitivi
contibuto allo sviluppo delle competenze
emotivi
verbalizzazione del vissuto
valore
di feedback per l'insegnante
inclusivo
aiuta a riflettere
rispetta la persona in divenire
induce alla personalizzazione
cornice europea dell'istruzione
- 2000: strategic framework for European cooperation in education and training (ET 2010 - Strategia di Lisbona
- 2006: definizione delle 8 competenze-chiave per l'apprendimento permanente
- 2008: EQF
- 2009: nuova strategia europea ET 2020
Direttiva MIUR 27/12/2012 "Strumenti d'intervento per alunni con BES
e organizzazione territoriale per l'inclusione scolastica"
i BES riguardano...
non solo
ma
- disabilità (L. 104/92)
- disturbi evolutivi specifici
(tra cui DSA L. 170/2010)
- svantaggi economici, linguistici, socio-culturali
tutti gli alunni
ICF
funzionamento
dell'individuo
condizione di salute
ambiente
=
"Ogni alunno, con continuità o per determinati periodi, può manifestare bisogni educativi speciali [...]"
La scuola inclusiva
è diffusa e permanente
...la

personalizzazione

necessità di una progettazione che fondi insieme
personalizzazione e unitarietà dell'offerta formativa
è quella in cui...
costruttivismo
...e i
L'intervento formativo
competenze
traguardi per lo sviluppo delle
Competenze-chiave
per l’apprendimento permanente

Competenze disciplinari
- La comunicazione nella madrelingua
- Le competenze sociali e civiche
- La comunicazione nelle lingue straniere
Obiettivi di apprendimento
Obiettivi di conoscenza
Obiettivi di abilità



Prerequisiti
Mappa concettuale dell'intervento formativo
destinatari
:
classe III
secondaria di I grado
13 ore
Materiali e strumenti didattici
materiali
strumenti
Il percorso formativo costruttivista
fase 0
fase 1
fase 2
fase 3
competenza
dare una
visione d'insieme
del percorso progettato
introduzione metacognitiva
esplicitazione
e
condivisione
finalità
del percorso
durata
metodologia
setting
materiali e strumenti
regole di comportamento per la partecipazione
prestazioni richieste e criteri di valutazione
(consegna griglie autovalutazione)
mettere la classe
in condizione di attesa
parte frontale
parte cooperativa
parte individuale
Il
compito autentico
Grazie per l'attenzione!
griglia di autovalutazione
della partecipazione in classe
griglia di autovalutazione
del diario di bordo
questionario di soddisfazione
rubrica valutativa
Progetto formativo di Simone Barison
[1 h]
attivazione e sintonizzazione
[4 h]
[1 h]
rappresentazione delle preconoscenze
accrescimento e sviluppo dell'argomento
[6 h]
la costruzione di conoscenze, abilità, competenze
parte cooperativa
parte frontale
parte individuale
ruolo centrale dell'insegnante
esposizione analitica dei contenuti disciplinari irrinunciabili
nella forma di un quadro concettuale
funzione di modello
ancoraggio referenziale
supporto - aiuto - patto
L'insegnante
Come presento
i nuovi concetti?
domande-stimolo
tensione mentale
e attivazione pensiero
forma problematizzante
invito a prendere appunti
ascolto attivo
e selettivo
supporti all'oralitò
frequente riattivazione
del gruppo
riepilogo
ruolo centrale degli alunni
differenti stili
di apprendimento
attività di in aula
attività 1
attività 2
attività 3
ruolo centrale dell'alunno
studio
esercizi
diario di bordo
interiorizzazione
tabelle di Cornell
mappe concettuali
esposizioni orali
lavoro a casa
"L'apprendimento è come la metabolizzazione del cibo che spetta a chi lo ha mangiato non a chi lo ha cucinato."
(Carmona, De Vecchi)
protagonista
del processo
formativo
studente
docente
Questo dipinto dell'artista del Romanticismo tedesco Caspar David Friedrich dal titolo "Il viandante sul mare di ghiaccio" (1818) può riguardare la poetica del vago di Leopardi? Che cosa vede e sente il viandante?
Fa' una descrizione soggettiva della rappresentazione esprimendo sensazioni, emozioni e pensieri personali.
in funzione di quali obiettivi?
[1 h]
Attività di gruppo...
Quali obiettivi voglio raggiungere lavorando
su questi concetti?
introduco l'argomento riportandolo all'esperienza del presente
quale lo statuto dell'insegnante?
quale lo statuto dello studente?
Natura relazionale
del processo
di formazione
nel percorso di formazione
che intraprenderemo
gruppo
prima di intraprendere il percorso...
nativi
digitali
didattica narrativa
+ esperienziale

"Il 'fare scuola' oggi significa mettere in relazione la complessità di modi radicalmente nuovi di apprendimento con un'opera quotidiana di guida, attenta al metodo, ai nuovi media e alla ricerca multidimensionale."
C.M. n. 8 del 6 marzo 2013
Caratteristiche del testo descrittivo soggettivo (confronto con quello oggettivo).
Leopardi: elementi di biografia, “L’infinito”, la teoria del piacere, la poetica del vago, il Romanticismo italiano nel quadro del Romanticismo tedesco.
L’allievo legge testi letterari poetici e comincia a costruirne un’interpretazione, collaborando con compagni e insegnanti.
L'allievo scrive correttamente testi descrittivi di tipo soggettivo.
Lettura
Leggere testi letterari di vario tipo e forma (racconti, novelle, romanzi, poesie, commedie) individuando tema principale e intenzioni comunicative dell'autore. Formulare in collaborazione con i compagni ipotesi interpretative fondate sul testo.
Scrittura
Scrivere testi di tipo diverso (narrativo, descrittivo, espositivo, regolativo, argomentativo) corretti dal punto di vista morfosintattico, lessicale, ortografico, coerenti e coesi, adeguati allo scopo e al destinatario.
L’allievo legge testi letterari di vario tipo (narrativi, poetici, teatrali) e comincia a costruirne un’interpretazione, collaborando con compagni e insegnanti.
Scrive correttamente testi di tipo diverso (narrativo, descrittivo, espositivo, regolativo, argomentativo) adeguati a situazione, argomento, scopo, destinatario.
Italiano

Lettura
La pratica della lettura, centrale in tutto il prmo ciclo di istruzione, è proposta come momento di socializzazione e di discussione, ma anche come momento di ricerca autonoma e individuale, in grado di sviluppare la capacità di concentrazione e di riflessione critica, quindi come...
...attività particolarmente utile per favorire il processo di maturazione dell'allievo.
Scrittura
L'insegnante di italiano fornisce le indicazioni essenziali per la produzione di testi [...]. Tali testi possono muovere da esperienze concrete, da conoscenze condivise, da scopi reali...
...evitando trattazioni generiche e luoghi comuni.
Condivide essenzialmente le principali abilità richieste per la comunicazione nella madrelingua.
Capacità di esprimere e interpretare concetti, pensieri, sentimenti, fatti e opinioni in forma sia orale sia scritta in un'intera gamma di contesti culturali e sociali.
Tutte le forme di comportamento che consentono alle persone di partecipare in modo efficace e costruttivo alla vita sociale e lavorativa.
- Consapevolezza ed espressione culturale
L'espressione creativa di idee, esperienze ed emozioni in un'ampia varietà di mezzi di comunicazione, compresi la musica, la letteratura e le arti visive.
Sapere che cos'è e come si fa una parafrasi.
- Capitoli "I versi, le rime e i giochi di suoni" e "Giacomo Leopardi" del libro di testo "Poesia e letteratura", Zanichelli 2013.
- Fotocopia dell' "Infinito".
- 2 Video da YouTube.
- Testi di canzoni e foto da Internet.
Libro di testo "Poesia e letteratura", Zanichelli 2013.
Fotocopie.
LIM collegata a Internet.
Esperienza concreta
Nello stadio delle esperienze concrete l’apprendimento si focalizza sul coinvolgimento personale nelle esperienze.
Si enfatizzano i sentimenti (piuttosto che i pensieri), la complessità (piuttosto che la generalizzazione), l’approccio intuitivo.
Attività 1
Disegnare, molto più che scattare fotografie, è uno strumento che permette di giungere ad un’osservazione attenta (
lettura denotativa
). Il risultato grafico non è importante, il disegno può essere anche un semplice schizzo.
Dopo un’attenta osservazione del paesaggio in cui ti trovi,
fanne un disegno.
Attività 2
Il paesaggio non è solo una raccolta di elementi materiali naturali o antropici (lettura denotativa), ma ha anche una dimensione immateriale, frutto dei significati e dei valori che le persone gli attribuiscono. I significati sono differenti a seconda dell'osservatore stesso (
lettura connotativa
).
Rispondi alle seguente domande :
1. Quali sono, secondo te, gli elementi più importanti (naturali e antropici) del paesaggio in cui ti trovi?
2. Che cosa ti colpisce in particolare? Perché?
3. Che cosa ti piace/non ti piace? Perché?
4. C'è qualcosa in questo paesaggio che ti sembra simile a quello che vedi di solito guardandoti intorno? Che Cosa? Perché?
5. C'è qualcosa in questo paesaggio che ti sembra invece particolarmente lontano o diverso da quello che sei abituato a vedere guardandoti intorno? Che cosa? Perché?
6. Come ti senti passeggiando in questo paesaggio? Quali emozioni e pensieri suscita in te?
7. Scegli gli elementi per te più significativi del giardino: indicane il nome, fanne una breve descrizione (elemento naturale o antropico? In quale relazione si trovano gli elementi naturali con quelli antropici? Dimensione, forma, colore? Di che tipo sono gli edifici? Sono vecchi o nuovi?), scrivi perché li hai scelti (ti piace/non ti piace? È importante per te? Perché? Quali emozioni suscita in te?).

Il giardino Treves de Bonfili
[3 h]
Costruzione a casa
di un testo descrittivo
da esporre in plenaria.
Divisione in gruppi di 4 secondo i diversi stili di apprendimento
Tecnica dell'intervista a 3 passi sul quesito:
Che cosa vedi oltre la siepe? Quali suoni percepisci?
Proponi la tua descrizione soggettiva
Gli elementi della descrizione
soggettiva e oggettiva
Lettura delle descrizioni soggettive fatte a casa ed esposizione in plenaria di una a scelta.
Lettura e analisi lessicale
Parafrasi
Costruite un'interpretazione!
Qual è il significato generale della poesia? Di che cosa parla?
Quale messaggio comunica la canzone di Eros?
Che cosa descrive il secondo video?
Che cos'è l'estasi?
lettura e interpretazione in plenaria
pensiero e poetica di Leopardi
analisi sintattica e fonica
il ritmo: la poesia è musica!
Elementi di biografia di Leopardi
Il concetto di Romanticismo
Il Romanticismo nell'arte
Qualcuno ha visitato uno di questi giardini?
Qual è la differenza tra il primo e gli altri due?
Che cos'è una descrizione soggettiva e come si differenzia da quella oggettiva.
Il giardino formale (all'italiana)
e il giardino romantico (all'inglese)
L'estasi di Giacomo Leopardi
Full transcript