Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Midnight in Paris

Tesina d'esame, work in progress.
by

Valentina Longo

on 24 June 2014

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Midnight in Paris

2010
Belle
Epoque

Gli Anni Ruggenti

Presente
di Gil

Salvador Dalì
La Sindrome dell'Epoca d'Oro
Gertrude Stein
1890
L'autore
Personaggi
La luce verde &
il sogno americano
"Above the grey land and the spasm of bleak dust which drift endlessly, over it, you perceive, after a moment, the eyes of Dr. T.J. Eckelberg."
Molti sognano un'epoca diversa dalla propria,
che credono migliore..
Lì incontra gli scrittori e gli artisti della Generazione Preduta: Francis Scott Fitzgerald con la moglie Zelda, Hernest Hemingway, Gertrude Stein, il compositore Cole Porter, Salvador Dalì, Pablo Picasso, T.S. Eliot e molti altri.
Passeggiando una sera per le vie di Parigi, accetta un passaggio da un'auto d'epoca e si ritrova indietro nel tempo, nella Parigi degli Anni 20.
Gil è in vacanza a Parigi. Sceneggiatore di successo, è stanco di Hollywood, così si prende una pausa per poter completare il suo primo romanzo e diventare uno scrittore.
Quando la notte giunge al termine, Gil si ritrova nel XXI secolo, ma ogni notte, a mezzanotte, accetta un passaggio da quell'auto. Negli Anni 20 si innamora di Adriana: insieme subiscono lo stesso incanto e si ritrovano nel Maxim's della Belle Epoque.
Lasciata Adriana nella Belle Epoque, Gil ritorna alla sua epoca. Lascia la fidanzata Inez e si ritrova a passeggiare su un ponte della Senna; il rincontro con una ragazza parigina e la scoperta del comune amore per le notti parigine a piedi sotto la pioggia, lo porterà al definitivo abbandono del vagheggiamento per il passato e all'accettazione del suo presente.
Gil scopre che il vagheggiamento di un "glorioso passato perduto" è un'aspirazione ricorrente in tutte le epoche storiche nell'animo umano, che preferisce guardare nostalgicamente al passato, piuttosto che accettare la banalità e l'insoddisfazione del presente o guardare con incertezza e paura al futuro.
Quando Gil incontrerà nel passato tutti i suoi idoli, li vedrà nei tratti essenziali e banali con cui li ha immaginati. Il matto Dalì, l'ubriacona depressa Zelda, il rude e terrigno Hemingway, l'egocentrico Picasso: sono tutte "figurine" che non hanno nulla di umano, né di reale o tridimensionale. Sono le cartoline personali di Gil, il suo "presepe" privato.
Finché non si invaghirà di Adriana, che a sua volta ha un mito: la Belle Epoque. Per Adriana gli Anni 20 sono morti, poco creativi, privi di genio: l'età d'oro per lei è già passata.
Perché, in fondo, c'è sempre un passato più passato degli altri, che giustifica l'umana insoddisfazione e l'incapacità di affrontare il presente. Adriana farà capire a Gil cosa non va nella sua vita. Ovvero che Inez non lo ama e che lui non la vuole sposare. Che l'età dell'oro non esiste, il passato e il presente si contaminano misteriosamente e la bellezza e la felictà nascono nel migliorare e accettare il tempo che si abita.
Ritratto di Gertrude Stein, 1906, Picasso.
Riconosciuto dagli storici dell'arte come il primo passo embrionale verso lo stile cubista.
Nacque in Pennsylvania nel 1874 da una ricca famiglia ebrea tedesca e si traferì a Parigi nel 1903 con il fratello Leo, critico d'arte e pittore, e la compagna Alice Toklas.
Fu una scrittrice che destò interesse tra gli altri artisti, ma poco nel pubblico. La sua scrittura ebbe forti influssi da parte della pittura del suo tempo.
Gli Stein divennero grandi collezionisti d'arte.
Il
loro salotto artistico letterario
divenne un
luogo di ritrovo
per molti artisti, tra cui
Matisse
e
Picasso
,
Braque
e
Pound
.
Gertrude fu
sostenitrice delle Avanguardie
e le sue
amicizie letterarie
inclusero anche scrittori come
Fitzgerald, Joyce ed Hemingway
. Fu proprio lei che
coniò il termine "Lost Generation".
Gertrude Stein con la sua attività di mecenate diede un notevole e rilevante impluso allo sviluppo dell'arte e della letteratura del primo Novecento.
Henri de
Toulouse-Lautrec
Nato nel 1896 in Minnesota, quando si arruolò durante la Prima Guerra Mondiale, iniziò a scrivere romanzi. Questi descrivono la vita della gente durante i "roaring Twenties", che sentiva quel senso di perdita e vuoto derivante dalla guerra e viveva una vita basata sul materialismo, corrotta e senza ideali.
Non torniamo più negli Anni 2o. Dovremmo restare qui, è la Belle Epoque! E' la migliore epoca che Parigi abbia mai visto!
E gli Anni 20? Il charleston, i Fitzgerald e Hemingway? Io amo quei tipi!
Ma è il presente. E' noioso (...)
Sono arrivato da te nello stesso modo in cui siamo arrivati nel 1890. Stavo cercando di fuggire dal mio presente come tu stai scappando dal tuo, nell'Età d'Oro. (...)
Io vengo dagli Anni 20 e ti dico che l'Età d'Oro è la Belle Epoque.
Ma guarda quei tipi! Per loro l'Età d'Oro è il Rinascimento. Preferirebbero lasciare la Belle Epoque per dipingere vicino a Tiziano e Michelangelo. E quegli altri penseranno che era meglio quando c'era Kublai Khan. Sto avendo una rivelazione (...). Adriana, se resti qui, diventerà il tuo presente e prima o poi inizierai a sognare un'altra epoca. Sì, questo è quello che è il presente! E' un po' insoddisfacente, perchè la vita è un po' insoddisfacente.

1920
Apparizione del volto e del piatto di frutta sulla spiaggia
(1938)
Sogno causato dal volo di un'ape
(1944)
Destino
(1946 - 2003)
Nick Carraway
Jay Gatsby
Daisy Buchanan
Tom Buchanan
Myrtle Wilson
Jordan Baker
George Wilson
Al Moulin Rouge
(1894)
Au Salon de la
Rue des Moulins
(1894)
Manifesti pubblicitari
e stampe
"Can't repeat the past?
...Why of course you can!"
“His dream must have seemed so close that he could hardly fail to grasp it. He did not know that it was already behind him.”
And as I sat there, brooding on the old unknown world, I thought of Gatsby’s wonder when he first picked out the green light at the end of Daisy’s dock. He had come a long way to this blue lawn and his dream must have seemed so close that he could hardly fail to grasp it. He did not know that it was already behind him, somewhere back in that vast obscurity beyond the city, where the dark fields of the republic rolled on under the night.
Gatsby believed in the green light, the orgastic future that year by year recedes before us. It eluded us then, but that’s no matter — tomorrow we will run faster, stretch out our arms farther…. And one fine morning —
So we beat on, boats against the current, borne back ceaselessly into the past.
Il proibizionismo
e la criminalità
Full transcript