Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Pillole di #comunicateatro > Un focus sui social

No description
by

Simone Pacini

on 23 October 2013

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Pillole di #comunicateatro > Un focus sui social

TWITTER
(500 milioni di iscritti e 200 milioni di utenti attivi che fanno accesso almeno una volta al mese)

Servizio
gratuito
di
microblogging
che fornisce agli utenti una pagina personale aggiornabile tramite messaggi di testo (e non solo) con una lunghezza max di
140 caratteri
.

Il nome deriva dal verbo inglese
to tweet
che significa cinguettare.

Gli aggiornamenti sono mostrati istantaneamente nella pagina di profilo dell'utente e comunicati agli utenti che si sono registrati per riceverli (
followers
).
HASHTAG (#)

I messaggi brevi su Twitter (ma anche su Instragram e Google Plus) possono essere etichettati con l’uso di uno o più hashtag: parole, frasi o più parole concatenate (anche numeri) precedute dal simbolo
cancelletto
(#):

ottimo #postrock questa sera con gli #eterea.

In questo modo una persona può cercare il termine #postrock e la parola etichettata apparirà nei risultati di ricerca. Questi hashtag appaiono anche in un certo numero di siti web di termini più trattati (
trending topics
), tra cui la homepage di Twitter. Possono essere utilizzati per seguire una discussione tra più persone, incoraggiando altre persone a partecipare.

La definizione di hashtag diventa fondamental durante le operazioni, ad esempio, di
Storify
e
Tag Cloud Live
.
TAG CLOUD

Rappresentazione visiva
delle etichette (tag) o parole-chiave usate su Twitter o in un sito web. Generalmente questa lista è presentata
in ordine alfabetico
, con la peculiare caratteristica di attribuire un font più grande alle parole più importanti.
Il peso dei tag che viene reso con caratteri di dimensioni diverse è inteso esclusivamente come frequenza di utilizzo all'interno del sito. Più grande il carattere, maggiore la frequenza della parola-chiave.
Per una comunicazione social "integrata" di una
compagnia,
di un
teatro
o di un
festival:

- Sito e/o blog
- Pagina facebook
- Profilo Twitter
- Account flickr
- Canale YouTube (o Vimeo)
- Altro? (Instagram, Foursquare, Google Plus)
Le nuove frontiere:
-
Storify
(va a braccetto con Twitter, ideale per "storicizzare" festival e rassegne)
-
Pinterest
(per dare nuova veste alle immagini di una compagnia o spettacolo)
Il web 2.0:

è viral
è zero budget
è user friendly
è emozionale
I social possono diventare - anche nel teatro - strumenti di democratizzazione e abbattimento delle barriere e gerarchie.
Numeri di twitter:

Matteo Renzi, sindaco di Firenze: 432.066 follower
Nichi Vendola, presidente della Regione Puglia: 322.315 follower

Ferruccio de Bortoli, direttore Corriere della Sera: 156.783 follower
Ezio Mauro, direttore La Repubblica: 98.206 follower
Twitter
dà la possibilità di utilizzare
hashtag
per unire persone con gli stessi interessi e per generare interessi verso un nuovo potenziale pubblico.

Un hashtag dà vita alla creazione di
Tag Cloud
visibili e performativi, perfetti in eventi come convegni, seminari, discussioni, laboratori, conferenze ecc.
Quattro esempi di utenti attivi nella
politica
e nell'
editoria
ovvero persone che gestiscono
soldi pubblici
e prodotti che hanno a che fare con la
comunicazione
E i direttori dei teatri?
Perché loro no?
Twitter va oltre la dinamica del “Mi piace” proponendo un approccio reale e non virtuale, aiutando ogni evento a diventare possibilità interattiva che stimola la curiosità e l’interesse e favorisce la conoscenza immediata.
(Il 2.0 sta portando cambiamenti epocali sul concetto di
ufficio stampa
e di
comunicato stampa
)

http://mashable.com/2012/04/06/press-release-blog-lessons-alternative/
Pillole di
#comunicateatro
>
Un focus sui social




Genova,
20 marzo 2013
(Ideare una strategia di comunicazione innovativa)

- Who? (Chi?)
- What? (Che?/Cosa?/Che cosa?)
- Where? (Dove?)
- When? (Quando?)
- Why? (Perché?)

Simone Pacini/
fattiditeatro
> twitter@fattiditeatro
>
simopac@tiscali.it
> http://fattiditeatro.wordpress.com/
#comunicateatro GENOVA
4 e 5 maggio 2013
www.tilteatro.it
Full transcript