Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Didamatica 2016

No description
by

Pier Giuseppe Rossi

on 13 October 2016

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Didamatica 2016

Dall'uso del digitale nella didattica, ad una
didattica digitale
?

Gli anni 90:
la separatezza

La tecnologia
entra in aula: la LIM

Pier Giuseppe Rossi
Università degli studi di Macerata

Quattro parole chiave
per la didattica
La mediazione
Il digitale fuori
dalla classe

Gli spazi
l'e-learning
vs
la presenza
La classe
vs
il laboratorio
di
informatica
Le
strategie
didattiche
Programmazione
Ipertesti,
Learning object,
SCORM
Oppure la sinergia comunicazione-costruttivismo in cui i tool on line garantivano spazi per la costruzione sociale di conoscenza.
Cambia gli spazi
Con/Senza
cattedra
Classe
rovesciata
Convivenza
Nuovi
equilibri
Convivenza
in crisi
Per usi specifici
Storia
Inglese
Geometria
Quali le
logiche
del digitale?
Dall'uso del digitale
nella didattica

a una didattica digitale,
a una didattica in cui le logiche del digitale modificano le strutture interne della didattica.
Reticolare
Morphing
Incorporare il
processo
- passaggio veloce e fluido da una situazione alla successiva;
- continuità nella trasformazione.
Il digitale favorisce il salto analogico.
Aggregare
artefatti
tecnologie
ambienti
e reti
Mettere in connessioni elementi diversi (persone, comunicati, artefatti, esseri tecnici).

Costruire ecosistemi formativi
Dalle contrapposizioni tra:

- particolare-generale;
- parti-tutto,
- concreto-astratto,
manuale-cognitivo.

Alla ricorsività tra
:
- implicito e esplicito,
- azione e concettualizzazione dell'azione,
- immersione e distanziamento.
l complessità del reale e, in particolare, la complessità della scuola oggi richiedono di superare modelli riduttivisti, di ripensare la struttura stessa della azione didattica. L'evento e l'emergenza non possono essere esclusi, né essere lasciati al caso.

Superare la separatezza grazie alla logica del digitale.

Far interagire macro e micro progettazione, la personalizzazione e l'inclusione, così che il sapere della classe sia una costruzione situata.
L'alternanza
L'apprendimento come ricorsività
tra produrre e regolare
La progettazione
didattica
Mediazione digitale
dal processo di generalizzazione e astrazione
alla consapevolezza ed esplicitazione
dentro al situato
Ripensare alla relazione
tra azione e
rappresentazione dell'azione.
- nuove competenze,
- anticipazione e previsione,
- possibilità di interventi indiretti e mediati.
attivo
iconico
analogico
simbolico
Il morphing
attivo iconico analogico simbolico

velocizza i passaggi, "al volo"
dà spazio alla riflessione

Come principio
:
ricorsività teoria-prassi
Come dispositivo:
Immersione e distanziamento
Azione e concettualizzazione
Alternanza
Come continuità e contiguità
tra formazione iniziale e
formazione in servizio
Rendere i dispositivi riflessivi
habitus professionali.
Diana Laurillard
Conversational Framework
Dare il
feedback
a volo
anche nel lavoro domestico,
produrre/regolare

Esperienze e sperimentazioni
:
Laboratori a primaria.
Percorso dei neoassunti.
Formazione in servizio.
Dispositivi
:
E-portfolio e Uso dei video.
Visione professionale
(van Es, Sherin)
Osservare, interpretare,
prevedere (Siedel, Strump)
Il digitale per la struttura
PROGETTAZIONE DIGITALE
Dall'incorporare il gesto semplice, arrivando al gesto perfetto e meccanico,
all'incorporare l'azione complessa ovvero il processo,
metaforizzare il processo complesso, concettualizzare l'azione.
processo
prodotto
PROPIT
rendere visibile il nascosto,
rendere sostenibile il progetto,

lavorare
sull'
organizzatore
anticipato
.
DIDAMATICA 16
Udine 16/4
gps
inter-operabilità tecnologica
nessuna o scarsa attenzione
al design didattico
Lavoro
di gruppo
a collo torto
cognitive
ecology
frame
mash up
E il corpo?
Il tempo di mezzo
Il tempo mediato
Il tempo della didattica
Insegnante
professionista
e digitale
PNI Circolare Ministeriale 6 febbraio 1991, n. 24
L'insegnamento della matematica si è sempre estrinsecato e continua a esplicitarsi in due distinte direzioni:
- "leggere il libro della natura" ed a matematizzare la realtà esterna da una parte,
- a simboleggiare ed a formalizzare, attraverso la costruzione di modelli interpretativi, i propri strumenti di lettura dall'altra.
Per digitale intendo un
mondo all'interno del quale
sono presenti le tecnologie
digitali con il loro linguaggio
informatico, ma anche le culture che hanno prodotto tali tecnologie e sono state trasformate da tali tecnologie.

Un intreccio complesso colorato di azzurro.
Un percorso condiviso di innovazione culturale, organizzativa, sociale e istituzionale che vuole dare nuova energia, nuove connessioni, nuove capacità alla scuola italiana.
In questa visione, il “digitale” è strumento abilitante, connettore e volano di cambiamento.
Piano Nazionale Scuola Digitale - 2015
La quotidianità, il dato
della
routine
diventa
risorsa
Il sapere artigiano
.

L'imitazione dell'altro.
La ripetizione del gesto
che portava a una
incorporazione spesso
inconsapevole.



La razionalità tecnica.
Le competenze nel digitale.

- Ricorsività teoria-pratica.
- Esplicito-implicito.
- Dal noto alla riconcettualizzazione del processo, attraverso una incorporazione consapevole
(che garantisce la
possibilità di cambiamento).

La razionalità riflessiva.
Dall'azione
Al corpo che apprende
Dall'azione
Al corpo che
apprende
Alla concettualizzazione dell'azione
All'azione riflessiva
Dall'azione alla rappresentazione dell'azione
Data mining
Relazione tra
formazione e
riprogettazione

piergiuseppe.rossi@unimc.it
http://tinctec.it

Mediare il mediatore
La complessità impone un progetto,
ma il processo diventa prodotto e si trasforma in un artefatto digitale
con cui dialogare,
un artefatto che è anche momento di consapevolezza.
Il filo è dato
Emergenza di senso
Full transcript