Loading presentation...
Prezi is an interactive zooming presentation

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Copy of PLATONE

No description
by

Caterina Bigi

on 10 April 2016

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Copy of PLATONE

IL RAPPORTO TRA LE IDEE E LE COSE

Vi è una netta frattura tra il mondo sensibile, visibile e il mondo delle idee, invisibile.
Tuttavia, sarebbe erroneo cosiderare la distinzione dei piani, intelligibile e sensibile, e l'affermazione della loro strutturale differenza come una '' separzione ''.
Se dunque il mondo del intelligibile trascende il sensibile, al tempo stesso esso ne è causa e ragion d'essere secondo tre modalità.
IL SUPERAMENTO DEL
RELATIVISMO SOFISTICO
PLATONE E
LA TEORIA DELLE IDEE

LE IDEE E LA LORO NATURA
IDEA per Platone sta ad indicare una realtà dotata di esistenza a sè stante, immutabile e perfetta, che rappresenta la causa del modo di essere delle cose molteplici e imperfette della realtà sensibile.
''IPERURANIO''
Il termine deriva dal greco:
''hypér'' oltre
''ourànios'' celeste, relativo al cielo.



Iperuranio
al di là del cielo quindi al di là delle
cose visibili.
In Platone desegna la mitica regione posta al di sopra del cielo in cui sono collocate le idee eterne e perfette.

MIMESI
Imitazione dal greco '' mìmesis '', le cose che imitano le idee.
Ad esempio, la sedia prodotta dall'artigiano è fatta imitazione dell'idea di sedia, la quale possiede i requisiti essenziali cui deve corrispondere la sedia per essere definita tale.

In questo senso le idee sono paradigmi o medelli universali della realtà.
METESSI
Partecipazione, in greco '' mèthexis '' le cose sensibili che partecipano alle coorrispettive idee nel mondo ideale.
Ad esempio, le azioni giuste partecipano all'idea di giustizia.
PARUSIA
Presenza dal greco '' parusìa '' è la presenza delle idee nelle cose, nel senso che il mondo sensibile è una espressione visibile di quello ideale.
Ad esempio, nell'azione giusta prende corpo l'idea di gustizia.
Il mondo ideale mantiene la priorità assoluta rispetto al mondo sensibile, in quanto le idee rappresentano sia le cause, sia il metro di paragone delle cose.
Ad esampio se si considera bella una prsona , ciò dipende che essa riceve questa qualità dalla rispettiva idea di bellezza.
Secondo il principio relativistico della sofistica la misura delle cose non è più l'uomo ma bensì le idee.
Platone, identificando la verità con le idee, elimina ogni forma di scetticismo e di relativismo, infatti la sua dottrina mette capo a una metafisca delle idee.
METAFISICA

Tutto ciò che va oltre la fisica.
LA CLASSIFICAZIONE DELLE IDEE
Le idee si distinguono in due grandi tipologie:
VALORI MORALI
, estetici e politici come il bene, la bellezza e la giustizia.
ENTI GEOMETRICI-MATEMATICI
, come il numero, il cerchio, la linea...
Inoltre, esistono anche idee di oggetti naturali e oggetti artificiali dove Platone nelle sue opere giunge la maturità che a ogni REALTA SENSIBILE deve corrispondere una FORMA IDEALE.
L' IDEA DEL BENE
L' idea del bene è il valore supremo a cui tutti gli altri si ispirano.
Il filosofo insiste sul fatto che le idee costituiscono un mondo ordinato, a cui dobbiamo conformare il nostro pensiero se vogliamo pensare in modo CORRETTO E VERITIERO.
Per Platone il bene rappresenta qualcosa di divino, poichè esso è "la causa universale di tutto ciò che è buono e bello".
Ed è per questo che viene paragonato al sole, la ci luce permette di vedere tutte le cose che scompaiono dalla vista degli uomini non appena tramonta e sulla terra scende la notte.
IL SUPERAMENTO DI PARMENIDE
Parmenide sosteneva che le idee sono eterne, incorruttibili, immutabili e sopratutto aveva sostenuto la tesi secondo cui "solo l' essere è, mentre il non essere non è", giungendo ad affermare che l' essere è unico e immobile.
Platone superò alcune concezioni di Parmenide come la difficoltà di concepire la molteplicità, il divenire e il movimento.
Si rende anche conto che la tesi sostenuta da quest' ultimo è insostenibile e che bisogna avere il coraggio del "parricidio", ossia di uccidere il "padre" Parmenide prendendo congedo dal suo errore di guardare all' essere come a qualcosa di statico.
LE IDEE
costituiscono
I criteri di giudizio delle cose
Le cause delle cose
I modelli delle cose
sono con le cose in rapporto di
si classificano in
mimesi
metessi
parusìa
idee-valori
idee matematiche
idee di oggetti naturali o artificiali
PRINCIPIO DEL BENE
Full transcript