Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

La nostra scuola

Lavoro di gruppo realizzato dalla V C della scuola primaria La Masa, ICS Politeama
by

Cielo Azzurro

on 6 July 2016

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of La nostra scuola


La nostra scuola
Giuseppe La Masa
CHI ERA GIUSEPPE LA MASA ?
Ricordi e Commemorazioni
La scuola oggi!
Giuseppe La Masa

Felicita Bevilacqua La Masa
BIOGRAFIA
REALIZZATO DA ...
Le sue opere
Repubblicano, Giuseppe La Masa dopo gli studi a Palermo fu presto esiliato nel 1844 per motivi politici. Vi ritornò nel 1847-48 per partecipare alla rivoluzione siciliana. Qui capeggiò con Rosolino Pilo l'insurrezione palermitana del 12 gennaio 1848, e fu uno dei protagonisti militari del regime liberale installato in Sicilia fino al maggio 1849.

Rioccupata l'isola dai borboni visse in esilio a Malta, Parigi e Torino. Nel 1853 si distaccò dalle posizioni repubblicane, e nel 1859 si avvicinò ai moderati siciliani in esilio guidati da Vincenzo Fardella.Recatosi in Toscana, durante il Governo Provvisorio Toscano, ne fu espulso da Bettino Ricasoli per le sue posizioni unitarie.Partecipò così attivamente alla Spedizione dei Mille, occupandosi soprattutto del coordinamento dei volontari siciliani (chiamati picciotti), in particolare durante l'insurrezione di Palermo. Nominato generale da Garibaldi, fu al comando della brigata Sicula, sostituito a fine ottobre da Giovanni Corrao. Non seguì infatti Garibaldi sul continente. Dopo l'Unità fu inserito col grado di maggior generale nei ruoli del Regio esercito.

Fu poi deputato alla Camera nelle file della sinistra. Eletto nel 1861 deputato nel collegio di Termini nell'ottava, nona e decima legislatura, restò in parlamento fino al 1870, schierandosi all'opposizione.
Egli fu fondatore dell' Associazione Patriottica nei primi dell' Ottocento la quale prevedeva l'affilazione di uomini "onesti", cui affidare la lotta contro i "Mali di Sicilia e d' Italia" (brigantaggio, brogli elettorali, clientismo, povertà, analfabetismo, ecc.) e l'insegnamento della "vera" storia patria.
La Masa fu un "agitatore di popolo" verso la crescita della Sicilia, che gli stava molto a cuore e a cui dedicò con la promozione di disegni di legge volti a garantire il miglioramento delle condizioni economiche e sociali degli ex combattenti siciliani.
Egli può essere considerato agente di cambiamento: propose la creazione di una commissione storica per far luce sulle rivoluzioni di Sicilia del 1848 e del 1860.
GIUSEPPE LA MASA
...un grazie particolare ad Alberto
Full transcript