Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

1. Introduzione al concetto di sviluppo economico

No description
by

Luka Juri

on 20 October 2016

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of 1. Introduzione al concetto di sviluppo economico

Cosa vuol dire sviluppo?
Chi sono i ricchi e poveri?
PIL pro capite
La definizione di crescita e sviluppo cambia nel tempo ed è in continua evoluzione
Anni '50
In termini economici, sviluppo significa la capacità di un Paese di generare e sostenere un aumento annuo del PNL del 5% o più.

Definizione puramente basata sulla grezza statistica di produzione (e consumo).
Principi e concetti:
lo sviluppo economico
Cosa vuole dire “sviluppo”?
Introduzione al concetto di sviluppo economico
Come possiamo applicare concetti economici e teorie per avere una comprensione migliore del processo di sviluppo?
Perché alcuni Paesi si sviluppano, mentre altri rimangono stagnanti?
Quali sono le fonti per lo sviluppo?
Come misuriamo lo sviluppo?
Possiamo capire lo sviluppo analizzandolo dal punto di vista storico?

Il processo di sviluppo dei Paesi in via di sviluppo (PVS) è indipendente, dipendente o interdipendente con quello dei Paesi più sviluppati?

Quanto reali sono la crescita e lo sviluppo?
Indici economici tradizionali:

PIL: il valore di mercato di tutti i prodotti e servizi finali prodotti dentro un Paese durante un determinato periodo di tempo
PIL = Cons. + Inv. + Cresc. + Export netto

PNL: il valore di mercato di tutti i prodotti e servizi finali prodotti dei cittadini residenti in un Paese durante un determinato periodo di tempo
PNL = PIL + fattore netto degli introiti dall’estero
Misure tradizionali
alternative
PIL pro capite
: il valore del PIL diviso per il totale dei residenti del Paese convertito in EUR utilizzando valori di conversioni attuali.

Parità di Potere d’Acquisto
(Purchasing Power Parity): il valore del PIL pro capite viene corretto valutando quanto è possibile acquistare con 1€ in un determinato Paese.
Anni '70
Messa in discussione del concetto di PIL e maggiore attenzione alla redistribuzione dello sviluppo.

Maggiore attenzione ad indicatori sociali non economici.

Lo sviluppo economico consiste nella riduzione ed eliminazione della povertà, ineguaglianza e disoccupazione nel contenso di un’economia in crescita.

1985
La dimensione umana dello sviluppo economico: analisi delle opportunità

La crescita economica non può essere uno scopo fine a stesso e deve
contribuire a migliorare la qualità della vita ed offrire più libertà
.

Opportunità funzionali
sono ciò che davvero importa nel giudicare lo stato di povertà/ricchezza e va oltre la questione dell’accesso alle risorse.

Funzionalità
significa ciò che una persona può fare con determinati beni che possiede / controlla.

Opportunità
: “la libertà che l’individuo ha nel termine delle proprie funzionalità” -->
disabili / diversamente abili
La libertà di scegliere
Il concetto delle funzionalità riflette le varie possibilità che una persona vuole fare e come le valuta. Ciò significa che lo sviluppo non è soltanto avere più risorse, ma avere la possibilità di utilizzarle in base alla libera scelta.

5 fonti di divario tra gli introiti reali ed i vantaggi che se ne possono trarre:
Diversità personali
Diversità ambientali
Variazioni del clima sociale
Differenze nelle prospettive relazionali
Differenze dentro la famiglia
Anni '90
La Banca mondiale nel suo WDR (World Development Report) definisce che “
la vera sfida dello sviluppo è di migliorare la qualità della vita - QDV
”.

introiti più alti;
educazione migliore;
migliori standard di salute e nutrizione;
meno povertà;
un ambiente più pulito;
opportunità più eque;
più libertà individuale;
una vita culturale più ricca.

Fattori economici e non
nella misurazione dello sviluppo
Fattori economici
capitale;
forza lavoro;
risorse naturali;
tecnologia;
mercati funzionali.
Fattori non economici
strutture private e pubbliche;
tradizoni culturali;
sistemi di allocazione delle risorse e di definizione dei diritti di proprietà;
integrità degli organi governativi.
L'indice di sviluppo umano (Human Development Index - HDI)
Introdotto nel 1990 e supportato dall’UNDP nei suoi rapport annuali di HDR (Human Development Report).

Le tre component dell’HDI:
Longevità;
Educazione;
Standard della vita.
HDI= 1/3 (Livello introiti) + 1/3 (Indice di aspettativa di vita) + 1/3 (indice di livello di educazione).
Dopo il 2000
Aumenta il focus su fattori umani e non-materiali.

Il valore da misurare è la felicità individuale.
come si misura la felicità?

Indice del pianeta felice (Happy Planet Index, HPI) considera tre valori:
durata della vita;
benessere soggettivo;
impatto ecologico.

HPI misura l’efficienza nel creare vite lunghe e felici in relazione all’impatto ambientale arrecato.
Lo sviluppo è sia una realtà fisica che uno stato d’essere per raggiungere una qualità di vita più alta.

I fattori specifici che definiscono la qualità della vita variano da società a società e da periodo a periodo.
4 obiettivi dello sviluppo:
Aumentare la disponibilità e la distribuzione dei beni materiali;
Aumentare i livelli di vita;
Espandere l’arco di scelte sociali ed economiche disponibili all’individuo;
Permettere la sostenibilità della vita umana.
Luka Juri, luka.juri@gmail.com
Full transcript