The Internet belongs to everyone. Let’s keep it that way.

Protect Net Neutrality
Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Il Post-Impressionismo

No description
by

Sara Parenti

on 9 January 2017

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Il Post-Impressionismo

Il Post-Impressionismo
Paul Cézanne
- Non rappresenta più la realtà come l'impressione di un preciso momento, ma la indaga attentamente nella sua "struttura"
- Semplifica forme e volumi, la prospettiva viene usata con grande libertà
- "Il mio metodo è amare il lavoro". Approfondisce la sua ricerca pittorica riproducendo molte volte gli stessi temi (nature morte con mele e arance, il paesaggio intorno a casa a Aix-en-Provence)
Georges Seurat
- Si interessa alle scoperte di ottica e fa studi scientifici sul colore
- Usa la tecnica del POINTILLISME (puntinismo/divisionismo): le macchie di colore degli impressionisti diventano piccoli tocchi di colori puri, accostati in modo che la loro mescolanza avvenga non sulla tela ma nell'occhio dell'osservatore
Vincent Van Gogh
- Pittore olandese dalla personalità inquieta
- Si dedica alla pittura dal 1880. Nel 1886 lavora a Parigi e viene in contatto con l'Impressionismo. Si trasferisce ad Arles, affascinato dai colori della Francia meridionale. Qui dipinge i famosi Girasoli. In seguito a crisi nervose si fa ricoverare nell'ospedale psichiatrico di Saint-Rémy, dove continua a dipingere incessantemente. Nel 1890, a Auvers-sur-Oise, muore suicida
- In soli dieci anni produce una quantità di opere eccezionale
- La sua pittura ha una forza espressiva nuova, non è più oggettiva ma decisamente soggettiva: trasmette emozioni e stati d'animo
- Pennellate mosse, energiche e dense. Colori puri basati su contrasti tra primari e complementari
Paul Gauguin
- A 34 anni abbandona il lavoro per dedicarsi alla pittura
- Per evadere dalla vita borghese si trasferisce in Bretagna poi in paesi esotici (Mar dei Caraibi e Polinesia)
- Amico di Van Gogh, lavora con lui ad Arles per qualche mese poi se ne allontana per divergenze personali e artistiche
- Ricerca la semplicità delle forme e la purezza del colore. Rinuncia alla prospettiva e alle sfumature. Stile pittorico essenziale: i colori uniformi sono chiusi dentro a contorni ben marcati
- Nuova generazione di artisti che, nata dall'esperienza impressionista, sentiva l'esigenza di andare oltre la rappresentazione momentanea della realtà
- Non si forma un vero e proprio movimento: ogni artista lavora in modo autonomo
- Emergono forti individualità che esprimono l'esperienza personale della realtà, vista attraverso lo studio, il vissuto e le emozioni
Paul Cézanne - La montagna Sainte Victoire
Vincent Van Gogh
Vaso di girasoli
Vincent Van Gogh
Notte stellata
Georges Seurat
Una domenica pomeriggio all'isola della Grande Jatte
Paul Gauguin - Arearea

I Girasoli sono tra i soggetti più dipinti da Van Gogh (ce ne sono tante versioni).
Van Gogh li dipinse ad Arles in occasione dell'arrivo dell'amico Gauguin.
Rappresentano il fiore in tutte le sue fasi di fioritura (dal bocciolo all'appassimento).
Esprimono la partecipazione emotiva del pittore alla natura del sud della Francia piena di luce e colori caldi.
Nell'opera spicca il contrasto tra tutti i toni possibili del giallo e il colore freddo dello sfondo neutro.
Le pennellate sono ruvide e dense e i colori pastosi danno quasi l'idea dei petali in rilievo.
Full transcript